News

Ripple vs. SEC: aggiornamento sulla causa in corso

In quella che è una grande vittoria per Ripple Labs con sede a San Francisco, la società blockchain ha ottenuto l’ accesso ai documenti e alle discussioni della Securities and Exchange Commission degli Stati Uniti sul fatto che i token XRP di Ripple siano simili a criptovalute come Bitcoin ed Ether. Per questo oggi vediamo di fornirvi un aggiornamento Ripple vs. SEC.

Prima di procedere ad affrontare la notizia, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Ripple vs. SEC: cosa sta succedendo

Una mozione per obbligare la SEC a produrre la documentazione di Bitcoin ed Ethereum era stata presentata da Ripple il mese scorso, con l’azienda che sosteneva che “sotto una corretta applicazione di Howey,  la sostanza economica di una transazione in XRP non è diversa da quella in Bitcoin ed Ether – Le valute che il direttore Hinman ha dichiarato pubblicamente non erano titoli. ”

Allo stesso modo, la SEC aveva affermato che Ripple non è come Bitcoin perché la società è “l’unica entità” che ha creato queste risorse. “Questo è fondamentalmente diverso”, aveva detto.

Fu per discutere questa mozione d’ordine che era prevista una conferenza telefonica di scoperta per il 6 aprile. Tuttavia, in quella che è una grave battuta d’arresto per l’agenzia di regolamentazione, è stato durante questa conferenza che il giudice Sarah Netburn ha accolto “in gran parte la mozione dell’imputato”.

In base alla suddetta sentenza, l’agenzia non sarà obbligata a produrre comunicazioni e-mail da personale a personale.

Qui, vale la pena notare che il giudice Netburn ha anche lasciato la porta aperta a entrambe le parti per tornare in tribunale con controversie specifiche che potrebbero avere.

La suddetta causa ha visto un sacco di avanti e indietro tra le parti coinvolte negli ultimi mesi. Mentre Ripple e i suoi dirigenti Garlinghouse e Larden hanno contestato il fatto che “per quasi un decennio, la SEC ha assistito alla crescita e allo sviluppo di XRP, senza rilasciare alcuna guida formale che le sue vendite potessero essere illegali”, la SEC ha sostenuto che gli imputati hanno cercato di mettere sotto processo l’agenzia stessa.

Le implicazioni di detta sentenza sono a dir poco significative. Secondo il consulente legale di Garlinghouse Matthew Solomon, ad esempio, sarebbe “game over” per l’intero caso se venissero scoperte informazioni relative alla SEC che parla di XRP simile a Bitcoin ed Ether.

Considerazioni finali

Per quanto riguarda XRP, il token è salito nelle classifiche ultimamente, con lo stesso aumento di oltre il 90% nel mese di aprile. Con l’ultima sentenza in corso per l’azienda, ci si può aspettare che la criptovaluta continui a crescere, nonostante alcune correzioni impostate al momento della stampa.

Naturalmente continueremo a darvi un aggiornamento Ripple vs. SEC, ma se nel frattempo desideri investire in criptovalute in maniera sicura, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento