Ripple: cos’è, come funziona e come guadagnare

Il Ripple è, al momento della scrittura di questa guida, la seconda criptovaluta in assoluto per capitalizzazione di mercato al mondo. Questo significa che il Ripple merita molta attenzione, anche se in realtà si tratta di una criptovaluta estremamente differente rispetto alle altre grandi Bitcoin ed Ethereum. Se hai intenzione di investire in Ripple, clicca qui per la migliore piattaforma gratuita, senza commissioni e facile da usare.

Cosa è Ripple e come funziona

Ripple cos'è, come funziona e come guadagnare

Ripple cos’è, come funziona e come guadagnare

Ripple nacque nel 2013 e ad oggi rappresenta una delle alternative più importanti rispetto alle criptovalute Ethereum e Bitcoin. Come molte altre criptovalute di questa tipologia, il Ripple è una cryptovaluta alternativa che esiste soltanto su internet.

Vediamo quindi insieme tutte le caratteristiche principali più importanti del Ripple, cercando di capire attentamente cos’è e come funziona questa criptovaluta e quali sono le differenze più importanti con questa criptovaluta.

L’aumento sia nel prezzo che nella capitalizzazione del Bitcoin, ha permesso a molte altre criptovalute di farsi notare. Una di queste è ovviamente il Ripple. Grazie infatti all’aumento degli investimenti nel mondo delle criptovalute, il Ripple è stato uno dei primi mercati a beneficiarne.

Ripple è una tecnologia che consente alle banche di inviare in tempo reale dei pagamenti attraverso una rete finanziaria.

Si tratta quindi di un prodotto dove le banche possono incontrare la domanda per pagamenti globali più veloci, a basso costo e on-demand per qualsiasi tipologia e quantitativo di pagamento. Il risultato è che quindi attraverso questa tecnologia è possibile ottenere nuove opportunità d’investimento, costi di processazione più bassi ed un’esperienza per il consumatore complessivamente migliore.

Attraverso l’utilizzo di Ripple, la banca può quindi ottenere nuovi clienti ed aumentare i propri profitti attraverso prodotti e servizi differenziati. Ripple può inoltre diminuire i costi di back office della banca attraverso quindi un processo per consentire i pagamenti internazionali.

Attualmente sono 15 le più grandi banche internazionali che lavorano con Ripple. Sono presenti ben 30 integrazioni attive con una copertura dell’87% delle coppie di valute, ad oggi sono nove i paesi che utilizzano Ripple.

Ripple è sia il nome per una criptovaluta digitale (XRP) che per il network dove la valuta viene trasferita. Si tratta di un sistema distribuito opensource.

L’obiettivo principale del Ripple è, secondo il sito internet, è di consentire alle persone di utilizzare i servizi finanziari senza ritardi o commissioni troppo alti.

Ripple consente dunque al denaro di “scorrere liberamente”, risolvendo il problema delle istituzioni e banche che rendono più difficile il flusso del denaro con le commissioni e ritardi di processazione. L’obiettivo principale del Ripple, è quello di creare una valuta digitale sfruttando l’approccio al denaro del Bitcoin, consentendo al denaro di funzionare come le informazioni funzionano con internet.

Come investire su Ripple

Broker Inizia Vantaggi Deposito min.
Apri un conto
Social trading 200 €
Apri un conto
Formazione gratis 250 €
Apri un conto
Spread bassi, demo gratis 100 €
Apri un conto Deposito minimo 10 euro 10 €

Le piattaforme qui sopra sono le migliori in assoluto per investire in Ripple. Sono piattaforme affidabili e sicure in quanto autorizzate e regolamentate dalle autorità di vigilanza (CONSOB per l’Italia). Abbiamo selezionato esclusivamente piattaforme che non applicano commissioni e sono gratuite al 100%.

Investire in Ripple con eToro

eToro è considerata la piattaforma ideale per investire in Ripple (XRP). E’ molto semplice da utilizzare, anche per chi ha mai fatto trading di criptovalute, da sempre eToro è famosa per essere una delle piattaforme più intuitive e semplici. eToro è completamente gratuita e non applica alcun tipo di commissione. Essendo una piattaforma autorizzata e regolamentata, offre il massimo dell’affidabilità.

eToro, però, è molto di più di una semplice piattaforma di trading per criptovalute e altri asset: eToro è la prima piattaforma di social trading al mondo che funziona davvero. In parole povere, è possibile selezionare i migliori trader della piattaforma e poi copiarli in modo automatico. Per migliori trader intendiamo coloro che hanno guadagnato di più nel passato. In questo modo è possibile cominciare a guadagnare da subito, anche senza nessuna esperienza e si può anche imparare dai più bravi.

Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Investire in Ripple con 24option

24option è una piattaforma molto apprezzata da coloro che investono in Ripple. 24option non solo è veramente facile da usare, estremamente intuitiva e completamente gratuita. Uno dei vantaggi maggiori di usare 24option è costituito dalla possibilità di imparare, in modo semplice, a investire. Come? Per prima cosa ci sono corsi eccezionali, ben fatti, senza tecnicismi ma molto pratici, che spiegano come operare.

E poi c’è la possibilità di parlare al telefono, gratuitamente e senza limiti di tempo, con veri esperti che spiegano passo a passo come procedere.

Puoi iscriverti gratis su 24option cliccando qui.

Investire in Ripple con Plus500

Plus500 è una delle migliori piattaforme per investire su Ripple sulle altre criptovalute con il meccanismo dei CFD. Plus500 è autorizzato e regolamentato, quindi è assolutamente degno di fiducia. Plus500 è senza commissioni e non ha costi di nessun tipo. Si può utilizzare Plus500 in modalità demo, cioè con denaro virtuale. In questo modo è possibile sperimentare senza rischiare assolutamente nulla.

Plus500 è una piattaforma veramente professionale, adatta anche ai più esperti ma, allo stesso tempo, è user friendly.

Puoi iscriverti gratis a Plus500 cliccando qui.

Ripple Storia

Il Ripple fu inventato da Chris Larsen e Jed McCaleb. Con il termine Ripple si intende la criptovaluta fondata nel 2013.

Dal 2013 in poi la criptovaluta Ripple è stata adottata da svariate banche d’investimento ed altre istituzioni finanziare, in modo da sfruttare i vantaggi introdotti da questa criptovaluta.

Ripple semplifica infatti il processo di pagamento creando dei trasferimenti punto-punto completamente trasparenti, dove le banche non devono pagare le tasse.

Dire che quindi il Ripple sia una semplice criptovaluta, risulterebbe troppo scontato. Il Ripple è infatti molto di più: è una criptovaluta studiata ed orientata per il mondo bancario.

Tuttavia questo non vieta la possibilità di investire nella criptovaluta di Ripple: il XRP. Vediamo dunque nel dettaglio la criptovaluta XRP.

Ripple XRP

Proprio come per funziona per il Bitcoin, anche il Ripple si basa su un network completamente open source. La rete è infatti modificabile dai creatori, secondo ovviamente le regole stabilite dal network.

La rete Ripple è quindi composta da tre elementi:

  • Criptovaluta (XRP) Ripple
  • Borsa
  • Network

Gli esperti di criptovalute amano descrivere il Ripple come un sistema di banche ed intermediari finanziari, dato che il sistema Ripple si basa essenzialmente sulla fiducia.

Ripple: differenze con il Bitcoin

Le differenze tra il Ripple e Bitcoin sono moltissime. Si tratta infatti di due criptovalute estremamente diverse. Il Bitcoin è infatti prima di tutto una criptovaluta, mentre il Ripple è più un network per le banche che necessitano di effettuare trasferimenti di denaro in valute diverse, dove viene utilizzato il Ripple come valuta principale.

La differenza più profonda tra queste due criptovalute (XRP e BTC) è che il Ripple ha un network centrale, mentre il Bitcoin è decentralizzato. Il Ripple potrebbe quindi non essere considerata una vera “criptovaluta libera” ma un qualcosa che sfrutta la tecnologia delle criptovalute per proporre una soluzione molto simile ai metodi di pagamento “classici”.

L’offerta della valuta è molto differente. Bitcoin ha un tetto massimo fissato a 21 milioni, mentre Ripple è soltanto a quota 100 miliardi.

Ripple è quindi migliore di Bitcoin? Dipende ovviamente dal tipo di utilizzo. Non crediamo che Ripple sia estremamente migliore rispetto al Bitcoin a causa della mancanza della decentralizzazione del suo network. Il Ripple attualmente può vantare una buona parte della sua fama al grande interessamento da parte delle banche.

Ripple Quotazione

La quotazione di Ripple ha continuato a subire un aumento per quanto concerne la capitalizzazione di mercato e anche nel valore.

Il prezzo di Ripple è aumentato ad un ritmo sostenuto nel 2017, arrivando a superare il livello di 0.05 e spingendosi oltre gli 0.20 centesimi di dollaro per XRP.

Secondo gli esperti delle criptovalute, l’aumento sostenuto nel prezzo di Ripple è stato principalmente dovuto al grande interessamento da parte delle banche, che stanno investendo e credendo sempre di più in questo network/criptovaluta.

Il business per l’invio e la ricezione dei pagamenti è un mercato che vale ben 500 miliardi di dollari l’anno e Ripple sta ottenendo molti accordi di partnership con moltissime banche di primo livello.