Guide

Trading Ripple: come comprare XRP, cos’è e come funziona

Il Bitcoin è la più grande criptovaluta al mondo per quanto concerne la capitalizzazione di mercato. La gran parte delle persone ne ha sentito parlare prima d’ora di questa criptomoneta. Oggi, risulta essere molto difficile accendere la TV in questi giorni senza che nessuno ne parli. Per quanto riguarda il Ripple è diverso. Nonostante sia attualmente la terza più grande criptovaluta in tutto il mondo, gran parte delle persone non ne ha mai sentito parlare e non è al corrente di come fare trading Ripple.

Proprio come per il Trading BitcoinTrading Litecoin ed il Trading Ethereum, il Ripple potrebbe risultare alquanto difficile da capire. In special modo in quanto risulta essere molto differente dalle altre criptovalute. Continua a leggere per saperne di più su che cos’è il Ripple, quanto costa e come è possibile ottenerne di più. Se vuoi invece aprire un conto per fare trading online adesso, puoi cliccare all’interno di questo link (CLICCA QUA) >>

Che cos’è Ripple

Ripple è un sistema di pagamento (RippleNet) ed una criptovaluta (Ripple XRP) creata nel 2012. Il RippleNet consiste essenzialmente nel collegare banche ed altre grandi istituzioni, in modo da consentire a loro di trasferire denaro e altri asset attraverso il network. Tutte le transazioni vengono registrate all’interno del ledger decentralizzato di XRP.

Ripple XRP è la criptovaluta utilizzata dal sistema di pagamento per effettuare tutte le transazioni, ridurre il tempo e denaro associato con i pagamenti cross-border. Ogni transazione viene “registrata” all’interno del ledger decentralizzato XRP.

Il Ripple può essere definito come una criptovaluta che viene utilizzata all’interno di un network dei pagamenti per ogni transazione, riducendo il tempo ed il denaro che viene richiesto per il pagamento cross-border. Per capire quanto sia efficiente il Ripple, è sufficiente dare uno sguardo alla sua grande velocità:

La valuta risulta essere scalabile e questo significa che è un grado di “reggere” ben 1500 transazioni al secondo. Bitcoin invece, è un grande di gestire solo sette transazioni nel solito lasso di tempo.

Oltre ad essere una criptovaluta estremamente semplice e scalabile da utilizzare, il Ripple network inoltre è in grado di offrire delle basse transazioni. Grazie a questi benefici, il sistema viene già utilizzato da più di 75 istituzioni finanziarie in tutto il mondo.

Quindi quale sarebbe la differenza principale tra il Ripple ed il Bitcoin? Il RIpple è un network di pagamenti per le istituzioni finanziarie ed è il principale competitor di sistemi come SWIFT. Tuttavia il Ripple può essere comunque scambiato all’interno dei mercati finanziari, ma in realtà non è mai stato pensato come un sistema per comprare beni e servizi online. Il Bitcoin infatti, ha come obiettivo principale quello di diventare una criptovaluta adottata globabalmente, in grado di rimpiazzare il denaro convenzionale.

Una delle critiche più grandi verso il mercato del Ripple è che si tratta di un mercato finanziario che non risulta essere decentralizzato come le altre criptovalute, tutto viene invece gestito in-house.

Trading Ripple: un buon investimento?

Ripple viene attualmente scambiato a livelli superiori ad un dollaro (per maggiori informazioni controlla il grafico qua sopra). I 100 miliardi di dollari in criptovalute, sono già stati creati, all’incirca il 40% delle criptovalute risultano essere in circolazione, mentre il restante delle monete viene gestito dall’azienda.

Queste criptovalute verranno rilasciate all’interno del mercato in maniera graduale, 1 miliardo di Ripple al mese. Questo offrirà dunque la possibilità di mostrare agli investitori che il Ripple non venderà la totalità dell’offerta al mercato (in un colpo solo) e ciò potrebbe influenzare negativamente il mercato.

Il Ripple è quindi un buon investimento o no? Questo non lo sappiamo certamente, ma quello che possiamo dire con tutta certezza è che nel giro di un anno (da inizio 2017 verso inizio 2018) il prezzo del Ripple è aumentato dal 15284.62% (calcolando incremento percentuale da 0.0065 dollari fino ad 1 dollaro).

Questo significa che se qualcuno avesse investito 1000 dollari nel Ripple ad inizio 2017, oggi avrebbe un patrimonio pari al 152,846 dollari USA.

Noi siamo tuttavia un sito internet che non può fornire consigli d’investimento, in quanto è senza dubbio molto difficile cercare di prevedere l’andamento al rialzo oppure al ribasso di qualsiasi mercato finanziario. Le variabili sono senza dubbio moltissime.

Comprare ripple: perché farlo

Il Ripple potrebbe avere buone prospettiva di crescita in futuro e potrebbe risultare nel tempo come un investimento di ottimo valore. Nonostante molti siano convinti che “il treno sia già partito” il Ripple potrebbe ancora avere moltissime opportunità di crescita. Vediamo le motivazioni principali:

  1. Xrapid: si tratta di un servizio dedicato ai fornitori di servizi di pagamento e ad altre istituzioni finanziarie che vogliono ridurre al minimo i costi di liquidità migliorando al contempo la loro esperienza con i clienti. Poiché i pagamenti nei mercati emergenti richiedono spesso conti in valuta prefinanziati locali in tutto il mondo, i costi di liquidità sono elevati. xRapid riduce drasticamente i requisiti patrimoniali per la liquidità. L’adozione di Xrapid secondo gli esperti contribuirà ad aumentare il valore di Ripple.
  2. È presente un numero limitato di XRP e questo numero sta man mano diminuendo (una piccola parte di XRP viene eliminata con ogni transazione).
  3. Con un volume crescente di transazioni e la quantità di XRP in calo, il valore di XRP dovrà salire per adattarsi al volume crescente di transazioni. Con XRP a $ 1 non è possibile muovere miliardi, quindi il prezzo dovrà essere più alto.

Come fare trading Ripple

Per fare trading di Ripple è consigliabile scegliere una piattaforma che risulti essere regolamentata ed affidabile, proprio come quella di Plus500 (clicca qua per la recensione). Grazie alla piattaforma di trading online Plus500 è possibile investire sia al rialzo che al ribasso attraverso una piattaforma di trading online che risulta essere lo strumento più adatto per muoversi all’interno di questo mercato ancora “acerbo”.

  1. Per iniziare, conviene prima di tutto aprire un conto di trading online gratuito attraverso Plus500Per aprire un conto, puoi cliccare all’interno di questo link (CLICCA QUA) >>
  2. Una volta aperto il conto, è semplicemente necessario inserire tutti i dati personali richiesti dalla piattaforma. Come abbiamo già affermato, si tratta di una piattaforma di trading online estremamente regolamentata e sicura. Proprio per questo, vengono richiesti numerose informazioni come il questionario Know Your Customer oppure l’utenza (una bolletta) che deve corrispondere necessariamente all’indirizzo specificato all’interno della propria carta d’identità oppure patente (per la normativa anti-riciclaggio di denaro).
  3. Dopo aver verificato il proprio conto, arriva il momento di entrare all’interno della piattaforma. Clicca sul bottone “Inizia a Fare Trading Adesso” sulla homepage di Plus500.
  4. La nuova schermata è la schermata di login. Puoi inserire all’interno di questa schermata tutti i tuoi dati.
  5. Una volta all’interno della piattaforma, puoi cercare il Ripple semplicemente scrivendo “Ripple” all’interno del form di ricerca in alto.
  6. Sarà poi sufficiente cliccare sui bottoni “Compra” e “Vendi” per effettuare l’investimento che si ritiene più adatto. Successivamente sarà possibile anche specificare impostazioni aggiuntive come lo Stop Loss, il Take Profit, la quantità di acquistare (o vendere).

Concludendo, attraverso la soluzione di Plus500, fare trading con il Ripple è diventato sicuro e semplice. Possono farlo tutto, persino attraverso un conto di trading online demo, al rialzo oppure al ribasso. Per aprire un conto, puoi cliccare all’interno di questo link (CLICCA QUA) >>

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento