Guide

Halving Bitcoin cos’è e quando è il prossimo 2020

In questa guida, impareremo perché si verifica il dimezzamento di Bitcoin e in che modo influisce sul prezzo di Bitcoin, anche chiamato halving Bitcoin.

Dopo ogni 210.000 blocchi, Bitcoin passa attraverso un processo chiamato “dimezzamento”. Questo meccanismo è stato integrato nel protocollo dallo stesso Satoshi Nakamoto. Dopo che un protocollo ha superato la “metà”, dimezza l’offerta di nuovi Bitcoin, dimezzando anche i premi di produzione del blocco del miner. 

Halving Bitcoin cos’è?

Nel settore delle criptovalute, il termine “halving” si riferisce ad un processo che riduce il tasso di emissione di nuove monete. Più precisamente, vieni dimezzata la ricompensa destinata ai miner per l’estrazione di nuovi blocchi della blockchain della criptovaluta viene dimezzata.

Quando si tratta di Bitcoin, le monete nuove vengono generate continuamente come parte del premio del blocco. Quindi, ogni volta che un miner “scopre” con successo un nuovo blocco, guadagnano monete appena create come compensazione del loro lavoro.

Come già sai, Bitcoin ha un limite superiore di 21 milioni. In altre parole, ci saranno solo 21 milioni di Bitcoin che esisteranno. Quindi, perché in primo luogo Bitcoin ha un limite superiore?

Ci sono essenzialmente tre ragioni che determinano questo fenomeno. In primo luogo, la valuta Fiat può essere estremamente inflazionata, ciò significa che la Federal Reserve oppure la BCE che controllano rispettivamente il dollaro e l’euro possono facilmente regolare l’offerta iniettando più denaro nel sistema. Molte persone vedono questa attività non particolarmente etica e corretta.

Nakamoto, l’ideatore del Bitcoin, ha codificato un limite superiore per assicurarsi che nessuno possa gonfiare in modo casuale l’offerta di Bitcoin come meglio credono. Infatti, quando Bitcoin è stato progettato per la prima volta e reso disponibile agi investitori nessuno sapeva se qualcuno l’avrebbe mai adottato. Fissando l’offerta, i potenziali investitori sono stati incentivati ad acquistare Bitcoin prima che si esaurisse.

Bitcoin: comprensione del mining e della deflazione

Avere un limite di 21 milioni garantisce che Bitcoin sia un’attività deflazionistica, al contrario di un’inflazione. Al centro di Bitcoin c’è il concetto di mining. Siamo abbastanza sicuri che devi aver sentito il termine e che potresti anche avere familiarità con ciò che significa nel contesto di Bitcoin.

Quando invii una transazione in Bitcoin, questa viene messa in coda in un posto chiamato “mempool”. I minatori raccolgono queste transazioni dal mempool e formano il loro blocco. Se il blocco soddisfa i requisiti minimi, verrà aggiunto alla blockchain Bitcoin. È necessario tenere presente che il mining è estremamente dispendioso in termini di risorse. Infatti, sono necessarie grandi quantità di elettricità e denaro per estrarre Bitcoin.

Per coloro che non lo sanno, il mining è un processo con il quale alcuni utenti, chiamati “miner”, utilizzano apparecchiature di mining specializzate per risolvere enigmi crittograficamente difficili.

Se non esistesse un meccanismo di arresto, i miner potrebbero, teoricamente, estrarre tutti i Bitcoin nel mondo, distorcendo completamente l’equazione domanda-offerta complessiva

Quindi il processo di mining è ciò che introduce nuovi Bitcoin nel sistema, e questo viene fatto a un ritmo prevedibile e controllato. I nuovi blocchi Bitcoin vengono estratti, in media, ogni 10 minuti e la sovvenzione del blocco segue un tasso di decadimento controllato. Di conseguenza, il dimezzamento è ciò che garantisce che il sussidio per i blocchi diminuirà del 50% ogni 210.000 blocchi (circa ogni quattro anni).

Il primo halving è stato impostato a 50 BTC. Quindi è stato ridotto a 25 BTC nel 2012 e a 12,5 BTC nel 2016. Si prevede che il dimezzamento seguente accadrà intorno a maggio 2020, riducendo i blocchi a 6,25 BTC. Una volta che si sono verificati 32 dimezzamenti, il processo si interrompe e non verranno più creati Bitcoin. A questo punto, sarà raggiunto la fornitura massima di 21 milioni di BTC.

Secondo questa stima, l’ultimo Bitcoin verrà estratto dopo il 64° evento di halving, che dovrebbe aver luogo intorno al 2140. Dopo che l’ultimo Bitcoin è stato estratto, i miner faranno affidamento interamente sulle commissioni di transazione come mezzo di guadagno, anziché sulla ricompensa del blocco.

Verso il 2140 possiamo aspettarci che la domanda di Bitcoin aumenti per i seguenti motivi:

  • Nessuna nuova moneta: in primo luogo, poiché non ci saranno più nuove monete che si iniettano nel mercato, il valore di Bitcoin aumenterà così come la sua domanda complessiva.
  • Casi di utilizzo: non è difficile immaginare che il numero di casi di utilizzo dei Bitcoin intorno al 2140 aumenteranno come anche il numero delle transazioni.

Cosa accadrà con l’halving Bitcoin?

Il primo fattore da considerare quando si analizza l’impatto dell’halving bitcoin è la stabilità del sistema di mining. Come abbiamo già detto, i miner svolgono un ruolo cruciali nell’ecosistema di Bitcoin. Infatti, oltre a estrarre nuovi blocchi e agevolare le transazioni, i miner sono anche responsabili del mantenimento generale della rete. In questo caso si parla di “hashrate”.

Hashrate è il termine usato per descrivere l’abilità computazionale di una rete. Maggiore l’hashrate, maggiore è la velocità e la sicurezza della rete. Al contrario, se si abbassa l’hashrate si riduce la velocità e la sicurezza della rete.

Se i miner decidono improvvisamente di abbandonare la rete, potrebbe accadere che la rete si ostruirà perché le transazioni non verranno elaborate poiché nessuno estrarrà alcun blocco.

Una volta che i Bitcoin cesseranno di essere prodotti come potranno i miner continuare a guadagnare? I minatori possono optare per hardware ad alta efficienza energetica come Dragonmint T16 e Antminer S9. Questi ASIC forniscono un’elevata potenza di elaborazione con un consumo di energia inferiore.

I miner possono spostare le loro attività in regione con clima freddo ed elettricità a basso costo. In questo modo, le aree più fredde consentiranno ai miner di ridurre drasticamente il consumo di energia dei sistemi di raffreddamento. Infatti, alcune compagnie che svolgono questa attività si sono trasferite in luoghi come Ulan Bator, Mongolia e Bratsk in Russia, dove il clima è freddo e l’elettricità è economica. I miner possono anche optare per fonti alternative di elettricità per aiutare ad alimentare le loro operazioni.

Quando è il prossimo halving Bitcoin?

Il prossimo halving Bitcoin avverrà tra il 14 e il 18 maggio 2020. Il motivo per cui la data potrebbe variare è perché alcuni blocchi impiegano un intervallo di tempo molto variabile. Il tempo medio impiegato per estrarre un blocco è di circa dieci minuti.

L’ultimo bitcoin verrà estratto nel 2140, a quel punto prevediamo che il prezzo del Bitcoin sarà abbastanza alto da rendere sufficienti le commissioni di transazione affinché un miner sia redditizio senza una ricompensa in blocco.

I miner oppure le piccole imprese potrebbero essere costretti ad aggiornare il loro hardware o lasciare del tutto l’attività di mining. La maggior parte delle attività di mining oggi è rappresentata da grandi aziende che valgono milioni e in alcuni casi miliardi di dollari.

All’inizio di Bitcoin, era possibile estrarre su un laptop, tuttavia ora queste aziende utilizzano computer e hardware altamente specializzati e costosi per estrarre il più efficientemente possibile.

Man mano che la ricompensa in blocchi diventa meno significativa, le piattaforme che gestiscono le attività di mining copriranno a malapena i costi di produzione e saranno costrette a lasciare il mercato o scegliere di aderire o creare pool di estrazione per mantenere un po’ di redditività.

Halving Bitcoin e la sua influenza di prezzo  

Con halving Bitcoin il prezzo della criptovaluta è storicamente aumentato, ma questo non vuole dire che lo farà. Un dimezzamento di Bitcoin riduce l’offerta di BTC, rendendo l’asset più scarso. Ma la scarsità non significa nulla se non c’è una richiesta.

Il giorno del primo dimezzamento di Bitcoin, il prezzo è aumentato da 11 dollari a 12 dollari, e ha continuato a salire per tutto l’anno successivo, raggiungendo 1038 dollari entro 12 mesi. Quindi, un mese prima del secondo halving, il prezzo del Bitcoin ha seguito un modello simile. È passato da 576 dollari a 650 dollari in un mese. Bitcoin ha continuato ad accelerare 2 12 mesi dopo è stato scambiato a 2526 dollari.

Sarà la stessa volta la prossima volta? Alcuni sostengono che l’ondata di prezzi nel 2019 abbia già preso in considerazione il dimezzamento, e dall’ultima metà del 2016, Bitcoin ha guadagnato un pubblico più vasto almeno in termini di copertura.

Se la storia si ripete e il prezzo del Bitcoin inizia ad aumentare nell’aprile 2020, potremmo vedere i trader che acquistano bitcoin per paura che potrebbe far salire il prezzo ben al di sopra del suo valore reale, motivo per cui, se stai pensando di acquistare un po ‘di bitcoin prima della metà nella speranza che il prezzo possa aumentare, dovresti farlo prima che l’hype colpisca per ridurre al minimo il rischio di essere sorpreso ad acquistare in un punto alto proprio prima di una correzione del prezzo.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Investire in Bitcoin con eToro

    L’acquisto di Bitcoin su eToro è semplice e veloce, con una facile configurazione dell’account e un’interfaccia molto intuitiva e semplice da navigare.

    Fondato nel 2007, eToro è un broker affidabile con oltre un decennio di esperienza e offre trading di criptovaluta, trading forex generale, CFD e trading in altri strumenti finanziari. Lo scambio eToro ha sede in Israele ed è regolato nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority (FCA).

    Lo scambio è noto in tutto il mondo come leader e innovatore nell’area del social trading, avendo sviluppato il proprio software proprietario noto come il sistema CopyTrader, che consente ai clienti eToro di copiare le negoziazioni di altri trader eToro che hanno avuto successo con la loro strategia di trading.

    I nuovi trader di criptovaluta spesso scoprono che eToro è un ottimo scambio per iniziare poiché, oltre agli indubbi benefici del social trading, ci sono anche molte risorse educative e formazione, nonché un account demo gratuito, che consente ai nuovi clienti di avere un’idea della piattaforma senza rischiare soldi veri.

    Esiste una vasta gamma di valute digitali disponibili per il trading su eToro. Il bitcoin è ovviamente il più popolare, prezioso e scambiato di frequente, e può essere scambiato contro altre criptovalute popolari, tra cui Litecoin, Ethereum, Ripple e Dash e contro varie valute legali. Lo scambio offre sia criptovaluta che criptovaluta e fiat-to-crypto trading e ha una gamma molto più ampia di monete virtuali rispetto alla maggior parte degli altri scambi di criptovaluta.

    Investi in Bitcoin senza commissioni con eToro

    Investire in Bitcoin con Trade.com

    Trade.com è una piattaforma di trading di CFD con una clientela consolidata che negozia su tutte le classi di CFD tra cui Forex, azioni, indici, materie prime, obbligazioni ed ETF. Trade.com è di proprietà e gestito da Lead Capital Markets, che è stata costituita nel 2013 ed è autorizzata e regolamentata da CySEC, la Cyprus Securities and Exchange Commission.

    È la gamma di attività e la scelta delle opzioni di trading offerte da Trade.com che attira i trader di tutto il mondo. Inoltre, l’intero sito è disponibile in 24 lingue, con piattaforme in oltre 20 lingue e gestione multilingue dell’account.

    TRADE.com offre due piattaforme principali, WebTrader e MetaTrader4, che hanno tra loro ben oltre 2.000 strumenti. Entrambe le piattaforme sono disponibili su tutti i dispositivi; desktop, mobile, tablet, con app iOS e Android scaricabili.

    Accedi gratuitamente a Trade.com e fai trading di Bitcoin

    Conclusioni

    Halving Bitcoin è centro dell’intero processo di creazione e diffusione della criptovaluta. Infatti, questo fenomeno assicura che il Bitcoin mantenga il suo fattore deflazionistico. Ciò si assicura che rimanga ideologicamente opposto alla moneta legale, che è controllata a livello centrale e inflazionistica per natura.

    Satoshi Nakamoto aveva assicurato che anche dopo che tutti i Bitcoin fossero stati estratti, la tokenomica interna avrebbe continuato a sostenere la rete. È ancora troppo presto per dire se Bitcoin seguirà effettivamente il suo precedente storico e aumenterà la sua valutazione o se i nuovi fattori manterranno il prezzo basso.

    Comunque sia, il momento migliore per poter acquistare Bitcoin è prima che l’hype per il dimezzamento si diffonda tra gli investitori. Infatti, questo potrebbe comportare un aumento di prezzo repentino e inverosimile.

    Per investire in Bitcoin prima dell’halving puoi sfruttare le piattaforme di trading online come eToro e Trade.com. Entrambe garantiscono la possibilità di fare trading di Bitcoin in totale sicurezza e affidabilità. Quale sarà la tua soluzione preferita?

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Matteo Doriani

    Appassionato di NEO dapps e della blockchain in generale. Giornalista pubblicista dal 2018. Trader nel tempo libero su Bitcoin, Litecoin e NEO.

    Lascia un Commento