News

Cripto assicurazioni: ecco perché hanno successo

Quando si tratta di Bitcoin rispetto allo stato, gli appassionati di criptovaluta sono sempre alla ricerca di una guida attraverso regolamenti chiari. Per la loro gioia, almeno in alcuni casi, sono stati compiuti alcuni progressi normativi, progressi che a loro volta hanno alimentato una criptoeconomia più forte.   

Prima di iniziare ad approfondire questa novità, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute,  in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Cripto assicurazioni: perché c’è spazio per loro

A gennaio, l’ufficio statunitense del Comptroller of the Currency (OCC) ha concesso ad Anchorage uno statuto di banca fiduciaria nazionale, rendendo così la società fiduciaria con sede nel Sud Dakota la prima criptobanca negli Stati Uniti istituita a livello federale. Allo stesso tempo, OCC ha consentito alle banche istituite a livello federale di partecipare a reti di verifica dei nodi indipendenti e utilizzare stablecoin per il pagamento. Nel frattempo, la Securities and Exchange Commission ha chiarito a dicembre come i broker-dealer devono operare offrendo servizi di cripto-custodia per evitare azioni di contrasto.

Tali normative sembrano fornire garanzie affinché più aziende entrino nello spazio, stimolando così maggiori investimenti in Bitcoin. In altre parole, le normative sulle criptovalute significano che il settore degli asset digitali è qui per restare. 

Tuttavia, i grandi investimenti attirano più rischi. Soprattutto quando il prezzo volatile delle attività è un dato. 

Mentre i grandi investitori mitigano i rischi di esposizione attraverso le tradizionali compagnie di assicurazione, alcuni pensano che ci sia spazio per la crescita. Secondo il broker assicurativo Marsh, sia i fornitori di assicurazioni che i richiedenti devono essere istruiti. Mentre le aziende che stanno investendo devono comprendere le opzioni di trasferimento del rischio disponibili, i regolamenti consentiranno a più fornitori di assicurazioni di approfondire questo spazio. 

Parlando in particolare di DeFi, Marsh ha previsto che soluzioni assicurative creative “possono essere sostenute dal boom della DeFi”, visti i numerosi hack che hanno afflitto il settore solo quest’anno. Infatti, proprio di recente, il secondo broker assicurativo al mondo ha lanciato un progetto pilota con Nayms, che consente agli hodlers di offrire una copertura assicurativa decentralizzata contro hack e bug. 

Cripto assicurazioni: Considerazioni finali

Si prevede inoltre che DeFi attiri il coinvolgimento istituzionale nei prossimi 12 mesi. Nel complesso, Marsh ha affermato che la domanda di protezioni assicurative aumenterà man mano che più aziende investiranno nello spazio, come è avvenuto con Nexus Mutual dopo aver raccolto 2,7 milioni di dollari attraverso la vendita di token NXM il mese scorso. In effetti, l’alternativa assicurativa DeFi intende vendere più di 1 miliardo di dollari di copertura quest’anno ad almeno 30 protocolli.

Prima di concludere l’articolo, vogliamo informarti che se desideri investire in criptovalute in maniera sicura, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento