Criptovalute: cosa sono e come investire

Criptovalute24.com nasce per fornire un’informazione precisa, professionale e semplice da comprendere sul mondo delle criptovalute.

Ultimamente le criptovalute sono diventate di moda: se fino a qualche tempo erano utilizzate solo dai NERD e dagli smanettoni oggi tutti possono utilizzare le criptovalute sia per fare transazioni e acquisti sia per guadagnare soldi speculando sulle criptovalute stesse.

Criptovalute24 nasce con l’obiettivo di informare sulle criptovalute ma anche di formare i lettori per evitare di cadere in truffe e raggiri di ogni tipo. Guadagnare con le criptovalute, infatti, può essere facile ma allo stesso tempo ci sono molti approfittatori che cercando di sfruttare la notorietà delle criptovalute per rubare denaro.

Le truffe possono essere di diverso tipo: ci sono schemi Ponzi che usano fantomatiche cripotvalute come pretesto e ci sono gli exchanger di criptovalute che funzionano per qualche tempo e poi, quando finalmente iniziano a farsi una fama di solidità, chiudono di colpo.

Non vogliamo demonizzare il mondo delle criptovalute, ma è evidente che l’unico modo per guadagnare con le criptovalute senza correre il rischio di essere truffato e senza affrontare le insidie del deep web è quello di utilizzare piattaforme di trading regolamentate e sicure che funziona grazie al meccanismo dei CFD.

In questo caso, non si opera direttamente sulle criptovalute ma su contratti finanziari che hanno come sottostante le criptomonete. Questi contratti sono chiamati. La differenza è sottile ma è fondamentale.

Grazie a queste piattaforme, infatti, si può operare con le criptovalute senza il rischio di essere truffati, visto che si tratta di piattaforme autorizzate e regolamentate dalle autorità competenti (la CONSOB per quanto riguarda l’Italia).

Il secondo grande vantaggio è rappresentato dal fatto che grazie a queste piattaforme è possibile ottenere profitti elevati speculando con le criptomonete, sia quando il loro valore sale, sia quando scende.

Criptovalute cosa sono

Criptovalute cosa sono

Cosa sono le criptovalute e come funzionano? Le criptovalute sono delle valute a tutti gli effetti, solitamente decentralizzate che si basano sulla crittografia per assicurare il massimo di sicurezza.

La funzione principale delle criptovalute è quella di fare dei pagamenti online senza bisogno di intermediari in maniera completamente sicura.

Le criptovalute si basano sullo schema proof-of-work, che consente di scongiurare le truffe e contraffazioni online. Gran parte delle criptovalute funzionano grazie ad uno schema di decentralizzazione peer-to-peer (p2p) grazie ai nodi, ovvero i computer sparsi in tutto il mondo. Su questi computer vengono dunque eseguiti dei programmi che consentono di avere un vero e proprio portafoglio, che consente di inviare e ricevere il denaro.

Eccetto per alcune criptovalute come Ripple, quasi tutte le criptovalute funzionano in modalità decentralizzata, quindi senza un singolo elemento che controlla la rete o che funziona da intermediario.

Ad oggi, sono presenti più di 1000 criptovalute alternative alla prima criptovaluta: il Bitcoin.

Gran parte delle criptovalute sono state progettate per essere emesse in maniera controllata nel tempo, in modo da introdurre nuove unità gradualmente nel tempo, ponendo un tetto massimo di unità. Ad esempio: il Bitcoin ha un numero totale di monete che tende asintoticamente al limite di 21 milioni, limite che verrà raggiunto oltre il 2030.

La differenza con le monete centrali è quindi abissale. Se da noi in europa la Banca Centrale Europea controlla il costo del denaro attraverso il processo di stampa, con le criptovalute il governo non può interferire in quanto la loro tecnologia è completamente decentrata e libera (e consente di inviare e ricevere denaro in maniera pseudo-anonima).

Una criptovaluta consente anche di inviare e ricevere denaro a bassissime commissioni, che vengono guadagnate dai computer (denominati “miners”) che consentono il flusso di pagamenti e garantiscono la sicurezza della rete attraverso la risoluzione di complesse formule matematiche.

Storia Criptovalute

Storia Criptovalute

Bitcoin è la regina di tutte le criptovalute, è stata la primissima criptovaluta ad essere presentata ed è ancora quella con la più grande capitalizzazione di mercato e prezzo per unità.

Il Bitcoin fu presentato nel 2009 da un inventore che ancora risulta anonimo, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Sviluppò un’idea che fu introdotta su una mailing list di crittografia attraverso una ricerca denominata: “Bitcoin: un sistema di denaro elettronico peer-to-peer”.

Nakamoto presentò poi il codice open source, che fu rilasciato nel gennaio 2009. L’identità di Nakamoto rimane ancora anonima.

Nello stesso anno, il Bitcoin inizia a funzionare, con l’emissione dei primi bitcoins. Satoshi Nakamoto mina il primo blocco di Bitcoin (denominato Blocco Genesis) con una ricompensa di ben 50 bitcoin.

Il Bitcoin è oggi accettato da più di 100 mila negozianti. Il vantaggio principale di utilizzare il Bitcoin sono le commissioni, che oscillano tra lo 0-2% (rispetto al 2-3% delle commissioni applicate ai pagamenti con carte di credito). Ad oggi siti come PayPal, Microsoft, Stream, Expedia, Virgin Galactic, WordPress, Zynga, Mozilla.

Dopo il Bitcoin sono nate moltissime altre criptovalute. Tra tutte segnaliamo l’Ethereum: che nasce nel 2013 come piattaforma decentralizzata di nuova generazione, per la creazione e pubblicazione di contratti intelligenti p2p. La particolarità di questa criptovaluta sono gli smart contracts, dei protocolli che consentono di far rispettare un contratto senza bisogno di clausole.

Tutte le criptovalute

Tutte le criptovalute

Tutte le criptovalute

La prima criptovaluta, quella più famosa in assoluto è il bitcoin. Dopo il successo del bitcoin e, anzi, proprio per il successo del bitcoin, sono nate una serie di altre criptovalute. Qui sotto pubblichiamo una lista delle principali crittovalute:

  • Ethereum: una piattaforma decentralizzata per creare e pubblicare contratti intelligenti decentralizzati. Fu inventata da Vitalik Buterin nel 2013 e fa parte della famiglia di criptovalute di nuova generazione.
  • Ripple: nasce nel 2013 e rappresenta una soluzione completamente differente rispetto a Bitcoin ed Ethereum, orientata alle banche e grandi istituzioni, consentendo di abbattere i costi di gestione. Questo sistema è infatti completamente centralizzato.
  • Litecoin: il Litecoin è una delle primissime criptovalute ad essere nate dopo il Bitcoin. Gran parte del codice del Litecoin è derivato dal Bitcoin, in quanto si tratta di un fork. Si differenzia per il tempo di generazione dei blocchi, estremamente più veloce rispetto al Bitcoin grazie all’adozione di “Segregated Witness” e di una tecnologia generalmente più avanzata rispetto alle alternative.
  • NEM: criptovaluta rilasciata nel 2015, con funzionalità “proof-of-importance” (POI), account multifirma, messaggistica criptata e molto altro ancora.
  • Dash: originariamente Xcoin/Darkcoin, introdotta nel 2014, si tratta di una criptovaluta che utilizza un’architettura a due livelli per aumentare la sicurezza ed efficienza della rete. La tecnologia risulta essere estremamente avanzata grazie ad una serie di particolarità: Transazioni Istantanee (InstantSend), Transazioni private (PrivateSend), Governance Decentralizzata (DGBB).

Investire in criptovalute

Moltissime persone vogliono investire in criptovalute perché chi ha investito in criptovalute nel passato ha ottenuto rendimenti veramente stratosferici. Le criptovalute sono caratterizzate da un’elevatissima volatilità. In pratica, i prezzi cambiano molto e cambiano velocemente.

Questo fattore è importante per chi vuole investire con le criptovalute. Attenzione: solo utilizzando piattaforme di trading CFD è possibile guadagnare sia quando il prezzo della criptovaluta sale, si quando scende.

Chi acquista direttamente la criptovaluta, invece, guadagna esclusivamente se il valore sale, mentre perde se il valore scende.

Un altro vantaggio fondamentale delle piattaforme di trading CFD sta nel fatto che è possibile fare trading di criptovalute senza addentrarsi nei pericolosi meandri del deep web, da sempre caratterizzati da ogni tipo di truffe e raggiri.

Con queste piattaforme CFD, invece, si opera in tutta sicurezza e tranquillità: le autorità di vigilanza , come la CONSOB per l’Italia, controllano il funzionamento di queste piattaforme.

Utilizzare questo tipo di piattaforme per investire sulle criptovalute presenta anche uno svantaggio: essendo piattaforme legali, autorizzate e regolamentate, i dati dei clienti sono pienamente accessibili dalle autorità. In pratica, il possesso dei contratti non è anonimo.

Anzi, esattamente come è garantita la protezione assoluta da truffe e raggiri, vengono svolti dei controlli che impediscono che l’investimento in criptovalute serva a riciclare denaro sporco (stesso tipo di controlli che vengono effettuati per chi investe in banca o con società finanziarie).

Ovviamente per chi non ha nulla da nascondere non ci sono problemi, bisogna solo ricordarsi a fine anno di pagare anche le imposte sui profitti ottenuti.

Migliori piattaforme per investire in criptovalute

Ecco le migliori piattaforme di trading CFD con le criptovalute:

Piattaforma Vantaggi Dep. min. Inizia
Formazione, demo 100 € Apri conto
Piatt. professionale 100 € Apri conto
Social trading 200 € Apri conto
25 euro in regalo 100 € Apri conto
12 criptovalute 10 € Apri conto

La tabella qui sopra mostra le migliori piattaforme di trading per investire in criptovalute utilizzando i CFD. Tutte le piattaforme sono autorizzate e regolamentate e quindi sicure. Inoltre sono piattaforme gratuite, che non applicano alcun tipo di commissione o di costo nascosto.

Vediamo alcuni dettagli in più su queste piattaforme.

Markets.com

Markets.com è una delle piattaforme di trading più amate e utilizzate in Europa. E’ una piattaforma sicura, affidabile, onesta, completamente gratuita. Markets.com è considerata come la piattaforma ideale per investire in criptovalute.

L’interfaccia di questa piattaforma è davvero user friendly, anche chi non ha mai fatto trading online può utilizzarla con successo senza nessun tipo di problema o di difficoltà.

Per coloro poi che non hanno grande esperienza (o che proprio non sanno da dove cominciare) Markets.com organizza degli eccellenti corsi, sia online che dal vivo, dove è possibile imparare passo a passo come ottenere benefici finanziari a partire dalla variazione dei prezzi delle criptovalute. L’accesso a questi corsi è completamente gratuito: è sufficiente iscriversi alla piattaforma.

I vantaggi di Markets.com non finiscono qui: si tratta di una piattaforma che offre uno strumento innovativo per tutti coloro che vogliono fare trading, il Trend dei Trader. Questo strumento è davvero utilissimo perché mostra in tempo reale il giudizio di tutti i trader su un dato asset finanziario.

Facciamo un esempio concreto: per chi vuole investire sul bitcoin, viene riportata la percentuale di trader che stanno acquistando e quella di coloro che stanno vendendo. In pratica, in questo modo si ottiene una sorta di istantanea del sentimento dominante sul mercato ed è possibile investire seguendo questa istantanea. Non c’è alcuna garanzia sul fatto che seguendo questo tipo di indicazioni si riesca a guadagnare. Tuttavia, nella grande maggioranza dei casi le operazioni fatte seguendo le indicazioni ricevute dal Trend dei Trader si rivelano fruttuose.

Puoi iscriverti gratis su Markets.com a partire da questo link. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di Markets.com.

Plus500

Plus500 è una delle piattaforme di trading per criptovalute più serie e professionali. Utilizzare Plus500 non comporta alcun costo o commissione. Anche la demo di Plus500 è totalmente gratuita e senza vincoli. Plus500 è la piattaforma più completa per il trading di criptovalute. Offre infatti la possibilità di operare su:

  • Bitcoin
  • Bitcoin Cash
  • Ethereum
  • Litecoin
  • NEM
  • Ripple
  • Dash

Puoi iscriverti gratis su Plus500 a partire da questo link. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di Plus500.

eToro

eToro è una delle piattaforme di trading più apprezzate in assoluto dai principianti e da coloro che non hanno mai operato sui mercati finanziari. eToro non è solo una piattaforma di trading, è veramente molto di più.

Possiamo definire eToro come la prima piattaforma di social trading al mondo. Tutti coloro che operano su eToro possono decidere di rendere pubblica la loro attività. In questo modo gli altri trader possono verificare se riescono a guadagnare e decidere di copiarli.

La piattaforma social di eToro funziona davvero bene: una volta selezionati i trader da copiare, tutte le loro operazioni saranno riprodotte in modo completamente automatico. Non c’è nessuna garanzia, ovviamente, di ottenere profitti ma se un trader ha guadagnato nel passato molto probabilmente continuerà a guadagnare nel futuro.

Inoltre, può essere intelligente copiare molti trader bravi, in modo che anche se uno di essi non ottiene buone prestazioni, si continui a guadagnare grazie agli altri.

Che interessa hanno i trader a rendere pubblica la loro attività e farsi copiare? La piattaforma eToro remunera molto più che generosamente questi trader in base al numero di follower (numero di persone che copiano). Non è difficile per questi trader ottenere un profitto aggiuntivo di 10.000 euro al mese.

eToro non è solo social trading: è anche possibile operare direttamente, senza copiare. Molti trader alle prime armi iniziano subito con il social trading in modo da ottenere i primi profitti senza troppe difficoltà.

Con il passare del tempo, imparano a osservare le operazioni fatte dai trader più bravi e quindi imparano il trading online in maniera pratica. Infine, riescono ad operare con successo anche da soli e magari a trasformarsi loro stessi in guru che vengono copiati.

La piattaforma eToro è completamente gratuita, non applica commissioni e può essere utilizzata sia con denaro reale sia in modalità demo.

Puoi iscriverti gratis a eToro cliccando qui. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di eToro.

Trade.com

Trade.com è una piattaforma piuttosto giovane ma ha già ottenuto l’apprezzamento di decine di migliaia di trader in tutta Europa. Si caratterizza per un’interfaccia intelligente e facile da usare e per un premio fedeltà di 25 euro che viene offerto a tutti coloro che aprono un conto, anche se non effettuano alcun deposito.

Trade.com è completamente gratuita e non applica commissioni. E’ possibile decidere di operare in modalità reale (con soldi veri) oppure scegliere di operare in modalità demo in modo da prendere confidenza con l’investimento in criptovalute senza nessun tipo di rischio.

Puoi iscriverti gratis a Trade.com cliccando qui. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di Trade.com.

Criptovalute valore e quotazioni

Le criptovalute sono caratterizzate da una quotazione estremamente volatile: in pratica il loro valore cambia velocemente nel tempo e i cambiamenti possono anche essere piuttosto elevati. La volatilità delle criptovalute è un fattore estremamente interessante, soprattutto per coloro che investono nel brevissimo termine.

In pratica, chi utilizza i CFD ha la possibilità di sfruttare per guadagnare sia le modifiche positive (aumento del valore della criptovaluta) sia quelle negative (perdita di valore della criptovaluta).

Per come funzionano i CFD, tanto più è grande la variazione del valore della criptovaluta su cui si investe, tanto più è alto il profitto. Questo rende le criptovalute l’asset perfetto da utilizzare con i CFD.

Ma da cosa dipende la quotazione delle criptovalute? Perché il loro valore cambia così velocemente? Si tratta di un mercato estremamente giovare e dinamico ma, appunto, si tratta di un mercato e quindi rispetta le leggi della domanda e dell’offerta.

Il prezzo di una criptovaluta aumenta quando aumenta la richiesta, mentre diminuisce quando diminuisce la richiesta.

Il valore delle critptovalute è influenzato da dati oggettivi, come ad esempio il fatto che un paese renda legale quella criptovaluta oppure il fatto che un grande exchanger chiuda truffando i clienti. Ma in effetti ci sono anche molti fattori soggettivi: alcuni analisi hanno evidenziato il rischio che le attuali quotazioni di molte delle principali criptovalute possano essere riconducibili ad una bolla finanziaria.

Tuttavia l’ampiezza della rivoluzione finanziaria determinata dalle criptovalute è tale che le quotazioni sono più che giustificate in termini di valore. E probabilmente sono destinate a salire ancora più in alto nel lungo periodo.

Tutte le più grandi banche d’affari e i migliori esperti mondiali stanno facendo a gara per fornire previsioni di crescita esponenziale del valore di tutte le principali criptovalute. In altre parole, ne vedremo delle belle!

Criptovalute opinioni

Quali sono le opinioni più diffuse sulle criptovalute? Alcuni pensano che le criptovalute siano un modo facile per fare soldi, altri che le criptovalute siano una specie di truffa. Queste due opinioni, però, sono sbagliate entrambe. E’ vero, speculare sulle criptovalute può portare guadagni veramente elevati ma per ottenerli ci vuole un minimo di impegno e soprattutto bisogna utilizzare le piattaforme giuste.

Non tutti hanno la capacità di gestire direttamente un portafoglio bitcoin, per dire, ma tutti sono sicuramente in grado di utilizzare una piattaforma di trading CFD: ci vuole studio, tempo ma alla fine i risultati arrivano e ripagano tutti gli sforzi.

E per chi pensa che le criptovalute siano una vera e propria truffa? In questo caso possiamo dire che l’opinione è nata perché effettivamente ci sono state numerose truffe in passato. Tuttavia questo non significa che le criptovalute siano una truffa.

Le truffe legate alle criptovalute sono facilmente individuabili perché sono sostanzialmente di due tipi. Da una parte ci sono le criptovalute fasulle, che nascondono sostanzialmente uno schema Ponzi. La più famosa falsa criptovaluta è OneCoin, già sanzionata dalle autorità competenti. L’altro tipo di truffa diffuso sulle criptovalute è rappresentato dagli Exchange. Nella maggior parte dei casi, gli Exchange funzionano per qualche anno, accumulano denaro dei clienti e poi di colpo chiudono.

Per difendersi dalle truffe basta quindi operare sulle principali criptovalute utilizzando esclusivamente piattaforme di trading CFD. Il consiglio è anche quello di concentrarsi sulle principali criptovalute.

Criptovalute emergenti

Fino a pochissimo tempo fa, dire criptovaluta equivaleva dire bitcoin. Adesso le cose stanno cambiando, perché altre criptovalute sono arrivate sul mercato. Anzi, proprio il successo delle criptovalute ha determinato la nascita di una serie impressionante di criptovalute. Alcune di esse non cresceranno mai, rimarranno sempre al livello di caso di studio. Altre sono il paravento per truffe di ogni tipo, veri e propri schemi Ponzi da cui stare alla larga. Altre, infine, sono criptovalute emergenti che vale la pena tenere d’occhio.

Tra le criptovalute emergenti possiamo ricordare:

  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • Dash
  • NEM

Criptovalute 2017

Il 2017 è stato l’anno di grazia delle criptovalute. Dopo un 2015 dove le criptovalute hanno subito una battuta d’arresto, ed un 2016 tutto sommato in ripresa, il 2017 è stato l’anno dove il Bitcoin, Ethereum, Litecoin e molte altre criptovalute sono letteralmente “esplose” raggiungendo livelli che in pochi erano riusciti a prevedere.

Questo rinnovato interesse nei confronti delle criptovalute è stato principalmente dovuto al fatto che alcuni paesi stanno abbracciando le criptovalute, regolamentandone vari aspetti.

Bitcoin Regolamentato Giappone

Il caso più eclatante è stato quello del Giappone, dove il Bitcoin è stato definitivamente regolamentato. Il giappone ha riconosciuto la criptovaluta più usata e famosa al mondo come metodo di pagamento riconosciuto e legale a tutti gli effetti.

I legislatori hanno portato le piattaforme di Bitcoin sotto l’antiriciclaggio AML/KYC, categorizzando la criptovaluta Bitcoin come una sorta di metodo di pagamento prepagato. Questo ha consentito agli investitori di credere nuovamente nel mercato delle criptovalute, che continua ad espandersi sempre di più.

Ultimi articoli