Cosa Sono le Criptovalute e Come Iniziare? Guida

Criptovalute24.com è stato creato per fornire informazioni accurate, professionali e facili da comprendere sul mondo delle criptovalute.

Con l’aumento della popolarità delle criptovalute, Criptovalute24 mira a informare non solo sul settore crypto, ma anche a formare i propri lettori per prevenire truffe e raggiri.

Investire in criptovalute può essere vantaggioso, ma è essenziale stare attenti agli opportunisti che mirano a sfruttare la loro popolarità per truffe.

Per prevenire rischi, è fondamentale utilizzare solo piattaforme di trading regolamentate e affidabili, che al tempo stesso diamo accesso ad un ampia selezione di crypto in modo da diversificare al meglio il proprio portafoglio di monete digitali. 

🎯 Asset Criptovalute
⭕ Tipologie Bitcoin, Criptovalute Alternative (Ethereum, Ripple, Dogecoin, Et cetera)
📊 Broker eToro, XTB, AvaTrade, Binance, Coinbase o Kraken
💰 Investimento Solo 100 Euro

Suggerimento:

Tra le migliori piattaforme per investire in crypto possiamo citare eToro. Una piattaforma crypto leader di livello mondiale, rinomata per la sua innovazione e la sua accessibilità. 

Una delle funzionalità più interessanti di eToro è il Copy-Trading. Questa tecnologia, consente ai trader di copiare le strategie di trading di altri trader esperti, inclusi quelli che investono in criptovalute come Bitcoin e Ethereum.

Clicca qua per aprire un conto su eToro.

Criptovalute cosa sono

Criptovalute cosa sono

Cosa sono le criptovalute e come funzionano? Le criptovalute sono delle valute a tutti gli effetti, solitamente decentralizzate che si basano sulla crittografia per assicurare il massimo di sicurezza.

La funzione principale delle criptovalute è quella di fare dei pagamenti online senza bisogno di intermediari in maniera completamente sicura.

Le criptovalute si basano sullo schema proof-of-work, che consente di scongiurare le truffe e contraffazioni online. Gran parte delle criptovalute funzionano grazie ad uno schema di decentralizzazione peer-to-peer (p2p) grazie ai nodi, ovvero i computer sparsi in tutto il mondo. Su questi computer vengono dunque eseguiti dei programmi che consentono di avere un vero e proprio portafoglio, che consente di inviare e ricevere il denaro.

Eccetto per alcune criptovalute come Ripple, quasi tutte le criptovalute funzionano in modalità decentralizzata, quindi senza un singolo elemento che controlla la rete o che funziona da intermediario.

Ad oggi, sono presenti più di 1000 criptovalute alternative alla prima criptovaluta: il Bitcoin.

Gran parte delle criptovalute sono state progettate per essere emesse in maniera controllata nel tempo, in modo da introdurre nuove unità gradualmente nel tempo, ponendo un tetto massimo di unità. Ad esempio: il Bitcoin ha un numero totale di monete che tende asintoticamente al limite di 21 milioni, limite che verrà raggiunto oltre il 2030.

La differenza con le monete centrali è quindi abissale. Se da noi in europa la Banca Centrale Europea controlla il costo del denaro attraverso il processo di stampa, con le criptovalute il governo non può interferire in quanto la loro tecnologia è completamente decentrata e libera (e consente di inviare e ricevere denaro in maniera pseudo-anonima).

Una criptovaluta consente anche di inviare e ricevere denaro a bassissime commissioni, che vengono guadagnate dai computer (denominati “miners”) che consentono il flusso di pagamenti e garantiscono la sicurezza della rete attraverso la risoluzione di complesse formule matematiche.

Storia Criptovalute

Storia Criptovalute

Bitcoin è la regina di tutte le criptovalute, è stata la primissima criptovaluta ad essere presentata ed è ancora quella con la più grande capitalizzazione di mercato e prezzo per unità.

Il Bitcoin fu presentato nel 2009 da un inventore che ancora risulta anonimo, noto con lo pseudonimo di Satoshi Nakamoto. Sviluppò un’idea che fu introdotta su una mailing list di crittografia attraverso una ricerca denominata: “Bitcoin: un sistema di denaro elettronico peer-to-peer“.

Nakamoto presentò poi il codice open source, che fu rilasciato nel gennaio 2009. L’identità di Nakamoto rimane ancora anonima.

Nello stesso anno, il Bitcoin inizia a funzionare, con l’emissione dei primi bitcoins. Satoshi Nakamoto mina il primo blocco di Bitcoin (denominato Blocco Genesis) con una ricompensa di ben 50 bitcoin.

Il Bitcoin è oggi accettato da più di 100 mila negozianti. Il vantaggio principale di utilizzare il Bitcoin sono le commissioni, che oscillano tra lo 0-2% (rispetto al 2-3% delle commissioni applicate ai pagamenti con carte di credito). Ad oggi siti come PayPal, Microsoft, Stream, Expedia, Virgin Galactic, WordPress, Zynga, Mozilla.

Dopo il Bitcoin sono nate moltissime altre criptovalute. Tra tutte segnaliamo l’Ethereum: che nasce nel 2013 come piattaforma decentralizzata di nuova generazione, per la creazione e pubblicazione di contratti intelligenti p2p. La particolarità di questa criptovaluta sono gli smart contracts, dei protocolli che consentono di far rispettare un contratto senza bisogno di clausole.

Le più importanti Criptovalute

Tutte le criptovalute

La prima criptovaluta, quella più famosa in assoluto è il Bitcoin. Dopo il successo del bitcoin e, anzi, proprio per il successo del bitcoin, sono nate una serie di altre criptovalute alternative (o alt-coin). Qua sotto puoi trovare le principali:

  • Ethereum: una piattaforma decentralizzata per creare e pubblicare contratti intelligenti decentralizzati. Fu inventata da Vitalik Buterin nel 2013 e fa parte della famiglia di criptovalute di nuova generazione. Approfondisci su Ethereum.
  • Ripple: nasce nel 2013 e rappresenta una soluzione completamente differente rispetto a Bitcoin ed Ethereum, orientata alle banche e grandi istituzioni, consentendo di abbattere i costi di gestione. Questo sistema è infatti completamente centralizzato. Approfondisci su Ripple.
  • Litecoin: il Litecoin è una delle primissime criptovalute ad essere nate dopo il Bitcoin. Gran parte del codice del Litecoin è derivato dal Bitcoin, in quanto si tratta di un fork. Si differenzia per il tempo di generazione dei blocchi, estremamente più veloce rispetto al Bitcoin grazie all’adozione di “Segregated Witness” e di una tecnologia generalmente più avanzata rispetto alle alternative. Approfondisci su Litecoin.
  • Stellar: questa criptovaluta venne fondata da Jed McCaleb. La sua tecnologia è basata sulla blockchain. Il simbolo della criptovaluta è il Lumen (simbolo XLM). Progettato per essere utilizzato da istituzioni e privati da ogni parte del mondo, l’obiettivo principale di questa criptovaluta è quello di diventare un sistema di pagamento globale e di facile utilizzo. Approfondisci su Stellar.
  • Bitcoin Cash: il Bitcoin Cash è un fork del Bitcoin, avviato nel 2017 da una minoranza di sviluppatori che desideravano risolvere alcune restrizioni imposte dalla criptovaluta inventata da Satoshi Nakamoto. Le caratteristiche principali di questa criptovaluta sono tempo e costi per effettuare una transazione estremamente minori rispetto al Bitcoin. È stato definito come il “contante elettronico peer-to-peer di internet”. Approfondisci su Bitcoin Cash.

Investire in Criptovalute

Moltissime persone vogliono investire in criptovalute perché chi ha investito in criptovalute nel passato ha ottenuto rendimenti veramente stratosferici. Le criptovalute sono caratterizzate da un’elevatissima volatilità. In pratica, i prezzi cambiano molto e cambiano velocemente.

Questo fattore è importante per chi vuole investire con le criptovalute. Attenzione: solo utilizzando piattaforme di trading CFD è possibile investire sia quando il prezzo della criptovaluta sale, si quando scende.

Chi acquista direttamente la criptovaluta, invece, ottiene un risultato esclusivamente se il valore sale, mentre perde se il valore scende.

Un altro vantaggio fondamentale delle piattaforme di trading CFD sta nel fatto che è possibile fare trading di criptovalute senza addentrarsi nei pericolosi meandri del deep web, da sempre caratterizzati da ogni tipo di truffe e raggiri.

Con queste piattaforme CFD, invece, si opera con intermediari autorizzati dalle autorità di vigilanza, come la CONSOB per l’Italia, che controlla e vigila sul loro operato.

Utilizzare questo tipo di piattaforme per investire sulle criptovalute presenta anche uno svantaggio: essendo piattaforme legali, autorizzate e regolamentate, i dati dei clienti sono pienamente accessibili dalle autorità. In pratica, il possesso dei contratti non è anonimo.

Anzi, esattamente come è garantita la protezione assoluta da truffe e raggiri, vengono svolti dei controlli che impediscono che l’investimento in criptovalute serva a riciclare denaro sporco (stesso tipo di controlli che vengono effettuati per chi investe in banca o con società finanziarie).

Ovviamente per chi non ha nulla da nascondere non ci sono problemi, bisogna solo ricordarsi a fine anno di pagare anche le imposte sui profitti ottenuti.

Migliori piattaforme per comprare Criptovalute

Ad inizio articolo abbiamo accennato alla possibilità di comprare le criptovalute con piattaforme sicure, regolamentate e con costi di trading contenuti. Qui sotto puoi trovare la lista completa ed un approfondimento su ognuna di queste società.

eToro

eToro è una delle piattaforme di trading di criptovalute più apprezzate in assoluto dai principianti e da coloro che non hanno mai operato sui mercati finanziari.

Possiamo definire eToro come la prima piattaforma di social trading al mondo, dato che permette agli utenti di condividere le loro operazioni di trading. Questo consente ad altri trader di verificare i risultati ottenuti e decidere se copiarli.

Il social trading su eToro è molto efficace: una volta scelti i trader da copiare, tutte le loro operazioni vengono replicate automaticamente sul proprio account. Tuttavia, non ci sono garanzie di profitti. Per ridurre il rischio, è consigliabile copiare diversi trader esperti, così da bilanciare eventuali perdite con i successi di altri.

eToro offre anche la possibilità di fare trading direttamente, senza copiare altri utenti. Osservando le operazioni dei trader esperti, gli utenti possono apprendere il trading online in modo pratico e, col tempo, operare con successo in autonomia, diventando a loro volta trader da copiare.

La piattaforma eToro è disponibile sia per operazioni con denaro reale che in modalità demo.

Puoi iscriverti a eToro cliccando qui. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di eToro.

Capex

Capex è una delle piattaforme di trading più amate e utilizzate in Europa. Capex è considerata la grande piattaforma per scambiare CFD su criptovalute.

L’interfaccia di questa piattaforma è davvero facile da usare, anche chi non ha mai fatto scambi online può usarla senza alcun tipo di problema o difficoltà.

Per coloro che non hanno una grande esperienza (o che semplicemente non sanno da dove cominciare) Capex organizza corsi eccellenti, sia online che dal vivo, dove puoi imparare passo dopo passo come fare trading sui mercati. L’accesso a questi corsi è completamente gratuito: basta iscriversi sulla piattaforma.

Puoi iscriverti su Capex a partire da questo link. Se vuoi approfondire, puoi trovare qui la nostra recensione di Capex.

XTB

La piattaforma di trading online XTB (clicca qua per visitare il sito ufficiale) è considerata una delle soluzioni in assoluto più interessanti attualmente disponibili nell’industria degli investimenti. Si tratta di una società con oltre 15 anni d’esperienza, che può vantare centinaia di migliaia di utenti iscritti. XTB mette a disposizione l’investimento con leva 1:2 su ben oltre 25 criptovalute, tra cui: Bitcoin, Ripple, Dash, Iota, Tron, Nem, Stellar, Cardano, Monero e molte altre ancora.

Una delle caratteristiche fondamentali che è necessario trovare in una piattaforma di criptovalute è l’affidabilità. La piattaforma di trading online XTB è autorizzata dall’ente di controllo italiano CONSOB e regolamentata in tutta Europa dall’authority europea CySEC. Il controllo delle autorità di vigilanza è in grado di assicurare il massimo rispetto delle normative e la totale protezione del proprio denaro investito.

XTB è il broker scelto da moltissimi investitori non solo per merito della sua sicurezza, ma anche per le condizioni di trading estremamente vantaggiose. Su XTB è possibile infatti coprare  Criptovalute senza commissioni sull’eseguito, partendo da un deposito minimo di solo 1 euro.

Un ulteriore punto di forza di questa piattaforma sono i Webinar: si tratta di lezioni online completamente gratuite. Periodicamente vengono organizzati dei corsi, completamente gratuiti ed aperti a tutti gli iscritti. I contenuti (principalmente strategie e tecniche di trading online) sono spiegati in modo chiaro, senza parole difficili da capire.
In passato, personalità di spicco della finanza e Criptovalute hanno organizzato degli eventi. Tra i principali segnaliamo: il divulgatore di criptovalute Marco Cavicchioli e Marco Casario, per citarne due.

I webinar e gli altri corsi messi a disposizione da XTB sono completamente gratuiti. Questo è un grande vantaggio, se consideriamo che quelli a pagamento possono arrivare a costare svariate migliaia di euro.

XTB è una delle soluzioni migliori e più vantaggiose per chi desidera iniziare a fare trading online con le criptovalute senza fare errori. Si tratta infatti di una piattaforma senza costi, sicura, affidabile e facile da utilizzare. Un altro vantaggio è la possibilità di investire sia long (buy) che short (sell) grazie alla potenza dei CFD.

Puoi iniziare con un conto demo gratuito illimitato, oppure con account reale partendo da un deposito minimo di solo 1 euro. Se desideri approfondire, leggi la nostra recensione su XTB.

Clicca qua per ottenere un conto gratuito su XTB.

AvaTrade

AvaTrade è una piattaforma di trading di criptovalute che offre un’interfaccia intelligente e facile da usare per i suoi utenti.

La piattaforma offre anche un corso di formazione per gli investitori che desiderano apprendere di più sul trading di criptovalute e un servizio di segnali di trading crypto che aiuta i trader a prendere decisioni informate sugli investimenti.

Clicca qua per richiedere il servizio di segnali di trading sulle crypto di AvaTrade.

AvaTrade è completamente gratuito e non applica commissioni, offrendo la possibilità di operare sia in modalità demo che in modalità reale con soldi veri.

Clicca qua per iscriverti a AvaTrade per approfittare delle sue funzionalità e diventare un esperto nel trading di criptovalute. Se desideri approfondire, leggi la nostra recensione su Liquidity.

Criptovalute: valore e quotazioni

Le criptovalute sono caratterizzate da una quotazione estremamente volatile: in pratica il loro valore cambia velocemente nel tempo e i cambiamenti possono anche essere piuttosto elevati. 

Questa volatilità può attrarre investitori a breve termine, specialmente nell’uso di Contratti per Differenza (CFD), dove è possibile trarre profitto dalle fluttuazioni di prezzo, sia in aumento che in diminuzione.

Tuttavia, il trading di criptovalute, in particolare con i CFD, può comportare anche rischi significativi di perdite. È essenziale che i trader abbiano una buona conoscenza del mercato e degli strumenti usati, altrimenti il rischio di perdite aumenta notevolmente.

Ma da cosa dipende la quotazione delle criptovalute? Perché il loro valore cambia così velocemente? Si tratta di un mercato estremamente giovare e dinamico ma, appunto, si tratta di un mercato e quindi rispetta le leggi della domanda e dell’offerta.

Il prezzo di una criptovaluta aumenta quando aumenta la richiesta, mentre diminuisce quando diminuisce la richiesta.

Il valore delle critptovalute è influenzato da dati oggettivi, come ad esempio il fatto che un paese renda legale quella criptovaluta oppure il fatto che un grande exchange chiuda truffando i clienti. Ma in effetti ci sono anche molti fattori soggettivi: alcuni analisi hanno evidenziato il rischio che le attuali quotazioni di molte delle principali criptovalute possano essere riconducibili ad una bolla finanziaria.

Tuttavia l’ampiezza della rivoluzione finanziaria determinata dalle criptovalute è tale che le quotazioni sono più che giustificate in termini di valore. E probabilmente sono destinate a salire ancora più in alto nel lungo periodo.

Tutte le più grandi banche d’affari e i migliori esperti mondiali stanno facendo a gara per fornire previsioni di crescita esponenziale del valore di tutte le principali criptovalute. In altre parole, ne vedremo delle belle!

Criptovalute opinioni

Quali sono le opinioni più diffuse sulle criptovalute? Alcuni pensano che le criptovalute siano un modo facile per fare soldi, altri che le criptovalute siano una specie di truffa. Queste due opinioni, però, sono sbagliate entrambe. E’ vero, speculare sulle criptovalute può portare risultati eccellenti ma per ottenerli ci vuole un minimo di impegno e soprattutto bisogna utilizzare le piattaforme giuste.

Non tutti hanno la capacità di gestire direttamente un portafoglio bitcoin, per dire, ma tutti sono sicuramente in grado di utilizzare una piattaforma di trading CFD: ci vuole studio, tempo ma alla fine i risultati arrivano e ripagano tutti gli sforzi.

E per chi pensa che le criptovalute siano una vera e propria truffa? In questo caso possiamo dire che l’opinione è nata perché effettivamente ci sono state numerose truffe in passato. Tuttavia questo non significa che le criptovalute siano una truffa.

Le truffe legate alle criptovalute sono facilmente individuabili perché sono sostanzialmente di due tipi. Da una parte ci sono le criptovalute fasulle, che nascondono sostanzialmente uno schema Ponzi. La più famosa falsa criptovaluta è OneCoin, già sanzionata dalle autorità competenti. L’altro tipo di truffa diffuso sulle criptovalute è rappresentato dagli Exchange. Nella maggior parte dei casi, gli Exchange funzionano per qualche anno, accumulano denaro dei clienti e poi di colpo chiudono.

Per difendersi dalle truffe basta quindi operare sulle principali criptovalute utilizzando esclusivamente piattaforme di trading CFD. Il consiglio è anche quello di concentrarsi sulle principali criptovalute.

Criptovalute emergenti

Fino a pochissimo tempo fa, dire criptovaluta equivaleva dire bitcoin. Adesso le cose stanno cambiando, perché altre criptovalute sono arrivate sul mercato. Anzi, proprio il successo delle criptovalute ha determinato la nascita di una serie impressionante di criptovalute. Alcune di esse non cresceranno mai, rimarranno sempre al livello di caso di studio. Altre sono il paravento per truffe di ogni tipo, veri e propri schemi Ponzi da cui stare alla larga. Altre, infine, sono criptovalute emergenti che vale la pena tenere d’occhio.

Tra le criptovalute emergenti più famose ed utilizzate possiamo ricordare:

  • NEO: una piattaforma per applicazioni decentralizzate basata sulla blockchain. Venne fondata da HongFei e Erik Zhang. Nel 2017 cambiò il suo nome da Antshares a NEO. La visione del progetto è quella di realizzare una “smart economy” attraverso l’utilizzo della tecnologia blockchain e dei contratti smart per emettere e gestire gli asset digitalizzati. Approfondisci su NEO.
  • Tron: un progetto decentralizzato il cui obiettivo è quello di diventare una piattaforma per la distribuzione di contenuti per l’industria dell’intrattenimento digitale. La Tron Foundation venne fondata nel 2017 dall’attuale CEO Justin Sun. Approfondisci su Tron.
  • Monero: la criptovaluta del Monero venne fondata nel 2014. La parola Monero in esperanto significa moneta. I suoi punti di forza sono la scalabilità, decentralizzazione e privacy. Grazie al suo algoritmo CryptoNote, è considerata come una delle criptovalute in grado di consentire il massimo livello di anonimato. Approfondisci su Monero.
  • Cardano: network e criptovaluta (simbolo: ADA) che offre una piattaforma incentrata sui contratti smart ed un sistema di pagamento. Approfondisci su Cardano.
  • EOS: criptovaluta introdotta nel 2017 che ha avuto una crescita tra le più alte del settore. Nasce come network per offrire servizi di autenticazione e database e per rendere più semplice la creazione delle dApps (Applicazioni Decentralizzate). Approfondisci su EOS.

Blockchain: cos’è e come funziona

Blockchain

Blockchain

Si sente parlare spesso di Bitcoin e Criptovalute ma molto poco di Blockchain. Gran parte delle criptovalute sono basate su quello che viene chiamato “Distributed Ledger” (in italiano: libro mastro distribuito).

Il libro mastro di Bitcoin è chiamato appunto “Blockchain“: questa tecnologia registra ogni transazione che viene effettuata sul network e archivia questi dati in più luoghi.

La Blockchain venne inventata nel 2009 dall’anonimo programmatore Satoshi Nakamoto per funzionare come libro mastro per la criptovaluta Bitcoin. L’invenzione della blockchain è stata considerata da numerosi esperti come la più importante dopo internet.

A differenza dei ledgers centralizzati delle banche, soggetti a manipolazioni, i distributed ledgers come la blockchain non possiedono un archivio di dati centrale ed è quindi impossibile cercare di manipolarli.

Si può immaginare la blockchain come una serie di righe contenenti data ed ora che vengono gestite da una rete di computer non controllati da una singola entità. Ognuno di questi blocchi viene messo protetto a collegato l’uno con l’altro attraverso dei principi crittografici.

Crollo Criptovalute

Criptovalute come il Bitcoin sono state considerate, assieme alla Blockchain, come una delle più grandi invenzioni di sempre. La sua capitalizzazione di mercato e fama sono infatti in crescita da diversi anni. Grazie ad alcuni concetti rivoluzionari, come la possibilità di inviare denaro ad amici e parenti in maniera anonima, il Bitcoin ha ottenuto in pochi anni un successo incredibile.

Crollo del Bitcoin

Crollo del Bitcoin

Comprare il Bitcoin ed aspettare che il prezzo salga, potrebbe non essere sempre la migliore soluzione. Come è possibile vedere dal grafico di prezzo, questa criptovaluta ha avuto ottimi movimenti rialzisti, ma anche pesanti crolli (area cerchiata in rosso).

Qual’è quindi il modo migliore per muoversi sui mercati delle criptovalute durante un crollo? Fortunatamente, le piattaforme che abbiamo selezionato non consentono solo di comprare il Bitcoin e le altre alt-coins ma anche di venderle allo scoperto.

Che cosa s’intende con il termine “vendita allo scoperto“? Questo tipo di operazione, molto particolare ma al tempo stesso immediata da effettuare, consente non solo di comprare il Bitcoin ma anche di venderlo allo scoperto. La vendita allo scoperto del Bitcoin è un tipo di operazione che consente all’investitore di ottenere un ritorno economico anche quando il prezzo dell’asset (in questo caso il Bitcoin) scende.

Criptovalute Previsioni

Fare previsioni sulle criptovalute a lungo termine può essere una sfida, poiché i mercati e le economie evolvono rapidamente. Tuttavia, esistono alcune tendenze che gli analisti possono tenere in considerazione per fare previsioni più informate. Per prevedere con successo il valore delle criptovalute, è importante capire i fattori che influiscono sul loro tasso di cambio.

Per avere una maggiore certezza delle previsioni sulle criptovalute, i trader dovrebbero monitorare costantemente i cambiamenti del mercato. Una delle fonti di informazione più affidabili sono i segnali di trading di AvaTrade. Questi avvisi forniscono dati di mercato in tempo reale sugli investimenti in qualsiasi asset digitale scelto. Utilizzando queste informazioni, i trader possono prendere decisioni più informate sulle loro strategie di trading.

I segnali di trading della Trading Central sono una risorsa preziosa per coloro che desiderano fare previsioni accurate sulle criptovalute. Iscriversi a AvaTrade è semplice e non comporta alcun costo per connettersi ai broker. In questo modo, i trader possono iniziare a sfruttare immediatamente i vantaggi di questi avvisi di trading. Non aspettare, iscriviti a AvaTrade oggi stesso cliccando nel link qui sotto e scopri come le previsioni sulle criptovalute possono migliorare la tua attività di trading.

Iscriviti su AvaTrade ed ottieni i segnali sulle criptovalute.

Come creare una criptovaluta?

Creare una criptovaluta da zero è un processo tecnico, estremamente complesso. Richiede una solida comprensione della tecnologia blockchain, nonché una pianificazione attentamente concepita e un’esecuzione meticolosa.

Il primo passo per creare una criptovaluta è la definizione dei suoi obiettivi e delle sue caratteristiche distintive. Questi possono includere la funzionalità, l’usabilità, la sicurezza, l’efficienza e la scalabilità. Una volta che questi obiettivi sono stati identificati, è possibile iniziare a pianificare il modello di sviluppo della blockchain e la sua architettura.

Successivamente, è necessario sviluppare un codice sorgente completo che implementi le funzionalità della criptovaluta. Questo include la creazione di un algoritmo di consenso decentralizzato per gestire le transazioni e la sicurezza della rete. Inoltre, è importante implementare un sistema di tokenizzazione che permette alla criptovaluta di funzionare come un’unità di valore scambiabile.

Infine, è necessario lanciare la criptovaluta sul mercato. Questo implica la creazione di un’infrastruttura di mining, il coinvolgimento di exchange di criptovalute e l’adesione di una comunità di utenti e sviluppatori.

In sintesi, la creazione di una criptovaluta richiede una solida comprensione della tecnologia blockchain, una pianificazione ed un’esecuzione molto attenta. Il risultato finale è un sistema innovativo e affidabile che può contribuire a rivoluzionare il modo in cui le persone gestiscono e scambiano valore.

Quale criptovaluta comprare oggi?

Bitcoin è stata la prima criptovaluta a essere creata ed è ancora oggi la più conosciuta e largamente utilizzata. Molti considerano Bitcoin un investimento interessante a causa della sua storia di volatilità ma anche di crescita a lungo termine.

Bitcoin ha registrato una performance migliore rispetto a molte azioni. Ad esempio, nel 2020, il prezzo di Bitcoin è aumentato del 300% rispetto all’anno precedente. Il 2024 è iniziato nel verso giusto, portando il Bitcoin a salire di oltre il 30% solo nel mese di gennaio. Questo ha attirato l’attenzione degli investitori che cercano opportunità di investimento ad alto rendimento.

Secondo molti, il Bitcoin è considerato il miglior investimento per diversi motivi, tra cui:

  1. Scarsezza: Bitcoin ha una quantità limitata di 21 milioni di monete che possono essere estratte. Questa limitazione rende Bitcoin un bene raro e limitato, il che potrebbe contribuire alla sua crescita del valore nel tempo.

  2. Decentralizzazione: Bitcoin è una criptovaluta decentralizzata, il che significa che non è controllata da alcun governo o ente centrale. Ciò rende il sistema più resistente all’inflazione e alla manipolazione da parte di parti interessate.

  3. Adozione crescente: negli ultimi anni, il numero di persone e aziende che accettano Bitcoin come forma di pagamento è aumentato, il che ha contribuito a stabilizzare il suo prezzo e aumentare la sua liquidità.

  4. Volatilità: il prezzo di Bitcoin è noto per essere altamente volatile, il che significa che può crescere o diminuire rapidamente. Tuttavia, molti investitori considerano questa volatilità un’opportunità per generare profitti a breve termine.

Tuttavia, è importante notare che non esiste alcuna garanzia che il prezzo di Bitcoin continuerà a crescere o che gli investitori genereranno profitti.

Criptovalute

Considerazioni finali sulle criptovalute

Sia il Bitcoin che le altre criptovalute alternative, oltre ad aver rivoluzionato il modo in cui inviamo e riceviamo pagamenti, sono oggi un’incredibile opportunità.

Oggi è possibile comprare sia criptovalute importanti come il Bitcoin che altre più piccole ed emergenti come il Monero, senza commissioni e con la semplicità di un click.

Investire in Cripto può avere tuttavia molte insidie. Esistono molte truffe che sfruttano la popolarità di Bitcoin, Ethereum ed altre altcoin per cercare di attirare gli investitori senza esperienza. Tuttavia è molto facile individuarle: spesso queste promettono risultati senza alcun impegno.

Soluzioni affidabili ed autorizzate per investire sulle criptovalute, nonostante siano immediate da utilizzare, hanno bisogno di un impegno continuo ed una grande attenzione. Per completezza, ti lasciamo qui di seguito la lista delle migliori soluzioni da usare, che non hanno costi o commissioni di alcun tipo.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Azione Gratuita
  • Corso Gratis
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capex
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Formazione gratuita
  • Trading Central gratis
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    68,79% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    74.90% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    Come investire in criptovalute?

    Per investire in criptovalute, seguire questi passi:
    Scegli una piattaforma di criptovalute: iscriviti e verifica il tuo account su un exchange di criptovalute affidabile, come eToro, XTB, AvaTrade, Binance, Coinbase o Kraken.
    Acquista una criptovaluta: acquista la criptovaluta che desideri utilizzando fiat o un’altra criptovaluta.
    Conserva in sicurezza: trasferisci la tua criptovaluta in un portafoglio hardware o software sicuro per proteggere i tuoi investimenti.
    Monitora le tue criptovalute: tenere traccia del prezzo delle tue criptovalute e della performance del tuo investimento.
    Diversifica il tuo portafoglio: considera di diversificare il tuo portafoglio acquistando più di una criptovaluta per ridurre il rischio.

    Che cosa sono le criptovalute?

    Le criptovalute sono forme di valuta digitale che utilizzano la crittografia per garantire la sicurezza delle transazioni e la creazione di nuove unità. La più famosa di queste è il Bitcoin, ma ce ne sono molte altre, come Ethereum, Ripple e Litecoin. Esse non sono controllate da alcun governo o ente centrale e sono utilizzate come metodo di pagamento alternativo a quelli tradizionali.

    Come funzionano le criptovalute?

    Le criptovalute funzionano utilizzando una tecnologia chiamata blockchain, che è un registro pubblico e immutabile che registra tutte le transazioni effettuate in una valuta digitale. Quando una transazione viene effettuata, viene verificata da molti nodi in una rete decentralizzata e quindi aggiunta come blocco alla catena blockchain. Questa catena di blocchi rende difficile la modifica o la falsificazione delle transazioni, garantendo la sicurezza del sistema. Inoltre, le criptovalute utilizzano un sistema di crittografia per proteggere le transazioni e per generare nuove unità. Questo processo viene chiamato “mining” e richiede la risoluzione di complessi problemi matematici.

    Come ottenere risultati con le criptovalute?

    Ci sono diverse opportunità per ottenere risultati con le criptovalute. Eccone alcune:
    Investimento: Comprare criptovalute a un prezzo basso e venderle a un prezzo più alto può essere un modo per generare profitti.
    Trading: Il trading di criptovalute può essere una modalità per ottenere risultati dalle fluttuazioni dei prezzi delle diverse valute digitali.
    Mining: Il mining di criptovalute è il processo di risoluzione di problemi matematici per generare nuove unità di una valuta digitale e ricevere una ricompensa.

    Come trasferire criptovalute in euro?

    Il trasferimento di criptovalute in euro può essere effettuato tramite un exchange di criptovalute. Queste piattaforme consentono agli utenti di vendere le loro criptovalute in cambio di euro o di un’altra valuta fiat. Il processo consiste generalmente nel seguente modo:
    Iscrizione: Registrarsi su un exchange di criptovalute affidabile e verificare il proprio account.
    Deposito: Trasferire le proprie criptovalute dal portafoglio all’exchange.
    Vendita: Vendere le criptovalute in cambio di euro o di un’altra valuta fiat.
    Prelevamento: Trasferire i fondi in euro sul proprio conto bancario o su un altro portafoglio.

    Quali protezioni normative possiedono le criptovalute?

    Le protezioni normative per le criptovalute variano da paese a paese e sono ancora in fase di sviluppo in molte parti del mondo. In alcuni paesi, le criptovalute sono considerate un bene immateriale e sono soggette alle stesse leggi che regolamentano gli altri beni immateriali, come i diritti d’autore. In altri paesi, le criptovalute sono considerate valuta e sono soggette alle leggi sulle valute digitali. Nel 2022, il Parlamento italiano ha avviato importanti trattative con i paesi dell’Unione Europea al fine di stabilire norme per il monitoraggio e l’identificazione dei trasferimenti in criptovalute. Questo importante passo è stato intrapreso per prevenire l’utilizzo di queste valute digitali in attività illegali, come il finanziamento del terrorismo, il riciclaggio di denaro e altri illeciti.

    Ultimi articoli