Guide

Criptovalute Emergenti: Lista 2021 e Migliori Broker

Cosa significa parlare di criptovalute emergenti? Il mondo crittografico ha ormai nel corso degli ultimi anni subito mutamenti a dir poco repentini, incrementando la propria quota di mercato rispetto ai timi anni iniziali. Nel corso degli stessi, potevano contarsi solamente pochissimi ecosistemi, uno fra tutti il Bitcoin.

Lo stesso asset veniva allora considerato una delle maggiori criptovalute emergenti, ossia nuove ed in grado di portare innovazione all’interno del settore. In modo parallelo al Bitcoin, numerose altre criptovalute hanno tentato di scalare la classifica.

In tutto ciò, ad oggi, possono contarsi migliaia di criptoasset, molti dei quali completamente dimenticati, altri ancora che hanno iniziato ad essere considerati dei veri e propri assets emergenti. Ecco alcune informazioni preliminari su criptovalute emergenti:

👍 Criptovalute emergenti Segui la nostra guida
👌 Affidabilità ⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️
💰 Negozia anche al ribasso Scopri la vendita allo scoperto
💻 Caratteristiche Asset di nuova emissione e con interesse sul mercato
🥇Migliori piattaforme criptovalute eToro e Capital.com
😢 Esistono truffe: Si, molte. Segui solo siti affidabili.

Broker professionali come eToro permettono di negoziare con le principali criptovalute mondiali, potendo anche optare per il servizio Copy Trading per copiare reali utenti professionisti.

A seguire altre piattaforme regolamentate:

Piattaforma: obrinvest
Deposito Minimo: 250€
Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Criptovalute Emergenti: Cosa sono?

    Prima di passare alla visione di alcuni dei principali ecosistemi crittografici ad oggi presenti sul mercato, è bene partire dal principio cercando di capire cosa si intenda per criptovalute emergenti e quali siano le principali caratteristiche associate alle stesse. Nonostante il paniere delle criptovalute conti ad oggi migliaia di strumenti, è bene tenere a mente come non tutti possano essere considerati nella stessa maniera.

    Nel corso dei nostri tanti approfondimenti, abbiamo avuto la possibilità di analizzare nel dettaglio moltissimi progetti, sviluppati in poco tempo, ma successivamente diventati praticamente inesistenti all’interno del mercato. Tutto ciò per indicare come all’interno di questo settore, la presenza o meno all’interno di un ranking generale, non risulta di certo scontata e matematica.

    Contrariamente dal passato, dove il lancio di criptovalute emergenti veniva considerato una vera e propria novità, ad oggi tutto è cambiato. La presenza di una vasta concorrenza, ha portato gli ecosistema a specializzarsi sempre di più, apportando valore aggiunto e concretezza, rispetto ai progetti nativi, legati ad ecosistemi di prima generazione.

    A tal riguardo, una prima caratteristica distintiva delle criptovalute emergenti riguarda proprio la capacità degli stessi assets nel riuscire a creare interesse all’interno del settore, portando soluzioni a problematiche o nuovi sistemi innovativi nel campo della blockchain, finanza decentralizzata ed altri aspetti associati al mondo crypto.

    Un secondo aspetto da poter tenere a mente, riguarda poi la rapida variabilità presente all’interno del settore. In altri termini, criptovalute emergenti che fino a qualche anno fa potevano considerarsi tali, hanno successivamente dovuto lasciare spazio ad ecosistemi più efficienti, maggiormente efficaci e più rapidi sotto tutti i punti di vista. A dimostrazione di un mondo dinamico, ormai saturo di proposte di ultima generazione.

    Criptovalute emergenti: Caratteristiche

    Come esposto all’interno del paragrafo precedente, le criptovalute emergenti rappresentano semplicemente una categoria di criptoasset dotati di alcune caratteristiche specifiche. Prendendo il solo termine “emergente”, ci si accorge come una delle principali caratteristiche sia legata alla nascita relativamente giovane dell’asset.

    Il Bitcoin, ad esempio, può ad oggi considerarsi una vera e propria criptovaluta storica, appartenente alla prima generazione. Le criptovalute emergenti, sono invece legate quasi sempre ad ecosistemi di seconda o di terza generazione, risultando con una struttura differente anche all’interno delle proprie tecnologie.

    A seguire alcuni punti chiave su criptovalute emergenti:

    • Strumento relativamente nuovo, anche se questo parametro può risultare molto variabile sulla base dell’inizio della progettazione, il lancio dell’ecosistema, l’emissione delle criptovalute e molti altri aspetti;
    • Apporto di valore aggiunto: le criptovalute emergenti riescono sempre a portare novità all’interno del mercato, sia sotto un aspetto concreto che sotto un aspetto virale, come nel caso di criptovalute esplose grazie ad aspetti mediatici e social;

    Criptovalute emergenti: Lista 2021

    Sulla base delle considerazioni esposte dai principali analisti ed esperti del mercato crittografico, nel corso degli ultimi tempi molte criptovalute emergenti sono state analizzate ed approfondite all’interno del mercato.

    criptovalute emergenti

    Criptovalute emergenti

    Si tratta di progetti che hanno quindi avuto la capacità di creare interesse, portando novità rispetto ad un eventuale ecosistema competitor, oppure apportando funzionalità del tutto nuove, beneficiando così del cosiddetto vantaggio del pioniere (apporto di innovazioni uniche e mai esistite).

    A seguire una tabella con alcune delle criptovalute più discusse degli ultimi tempi:

    CRIPTOVALUTA TOKEN
    Theta THETA
    Dogecoin DOGE
    Polkadot DOT
    Cardano ADA
    Solana SOL
    VeChain VET
    Shiba Token SHIB
    Iota MIOTA
    UniSwap UNI
    Tezos XTZ

    Theta

    Theta rappresenta il primo ecosistema ad entrare all’interno del nostro approfondimento. Si tratta di un progetto innovativo, che punta a rivoluzionare, attraverso le proprie tecnologie, il mondo dello streaming video online.

    In altri termini, vista la presenza di specifiche problematiche legate ad operatori di streaming decentralizzati, sta cercando di creare un primo servizio in streaming decentralizzato, che possa mostrarsi rapido, senza problemi di caricamento e soprattutto più conveniente sotto l’aspetto dei costi (anche per i produttori di contenuti).

    Nel corso degli ultimi mesi ha chiuso collaborazioni con grosse società rinomate. Il suo token di riferimento prende il nome di Theta ed ha avuto la capacità di superare i 13 dollari per unità nel corso del mese di aprile 2021, mostrando variazioni successive.

    Scopri qui Capital.com e la presenza di Theta

    Dogecoin

    Come esposto all’interno del nostro approfondimento, la caratteristica innovativa delle criptovalute emergenti può essere portata anche semplicemente da casi mediatici e virali. Dogecoin rappresenta un ecosistema alquanto singolare, nato un po’ per scherzo e sviluppatosi nel corso degli ultimi anni grazie alla sua atipica criptovaluta meme, rappresentate la razza Shiba Inu.

    Il fondatore dello stesso progetto, accostando due aspetti considerati allora virali, ossia da una parte le criptovalute e dall’altra i meme, è riuscito lentamente a farsi breccia all’interno del ricco paniere crittografico. Numerose notizie hanno riguardato anche post pubblicati da Elon Musk, ad oggi fra gli uomini più ricchi del mondo.

    Prendendo in considerazione il valore di DOGE, il quale rappresenta il token di riferimento all’interno dell’ecosistema Dogecoin, è possibile ricordare il raggiungimento, nel mese di maggiori 2021, di quote superiori ai 0,65 dollari, per poi mostrare variazioni successive.

    Scopri qui eToro e la presenza di DOGE

    Polkadot

    Un ulteriore ecosistema che nel corso degli ultimi anni ha avuto la capacità di apportare valore aggiunto all’interno del settore, è stato Polkadot. Si tratta di un progetto nato nel corso del 2017 e sviluppatosi grazie alla presenza di una nota fondazione, chiamata Web3 Foundation. Sin dalla sua ICO ha potuto beneficiare della presenza di notevoli investitori all’interno del progetto.

    Il business centrale dello stesso attiene la possibilità di inserire sistemi validi per poter permettere connettività (ossia interoperabilità) all’interno delle blockchain. La stessa problematica ha rappresentato per anni una delle principali criticità mostrate da ecosistemi centrali nel mondo delle costruzioni su DApps.

    Progetti come Polkadot, ma ad oggi anche come Polygon, puntano a portare meccanismi multi chain rapidi, con transazioni veloci e con costi più bassi. Il token di riferimento prende il nome di DOT ed ha mostrato il raggiungimento di valori superiori ai 47 dollari nel corso di maggio 2021, per poi subire variazioni successive.

    Scopri qui Capital.com e la presenza di Polkadot (DOT)

    Cardano

    Nonostante Cardano venga considerato un ecosistema con all’attivo più di 5 anni, continua ad essere analizzato all’interno del mercato. Al momento della sua fondazione, le particolarità associate allo stesso avevano mostrato la presenza di funzionalità del tutto nuove, pronte a lenire alcune problematiche legate ad ecosistemi primari e secondari (BTC ed ETH).

    Una delle prime differenze aveva riguardato proprio l’implementazione del sistema Proof of Stake, molto differente rispetto al tipico mining legato al Bitcoin. Lo stesso meccanismo permette di poter immobilizzare i propri token, partecipando alla convalida delle transazioni, ottenendo in cambio ricompense in nuove monete.

    Il token di governance e di riferimento all’interno dell’ecosistema prende il nome di ADA, il quale ha avuto la capacità di mostrare quote superiori ai 2 dollari nel mese di maggio 2021, per poi subire successive variazioni.

    Scopri qui eToro e la presenza di Cardano (ADA)

    Solana

    Nel corso degli ultimi mesi, un nuovo ecosistema ha lentamente iniziato ad essere trattato all’interno dei maggiori siti informativi su criptovalute. Lo stesso, chiamato Solana, ha lo scopo di portare all’interno del settore soluzioni alternative per poter permettere a programmatori e professionisti di costruire progetti legati al mondo della blockchain, della finanza decentralizzata e molto altro.

    Una delle principali particolarità legate allo stesso vede la presenza di un nuovo ed innovativo protocollo, chiamato PoH, ossia Proof of History. Lo stesso, creato direttamente dal fondatore dell’ecosistema, ossia Anatoly Yakovenko, viene considerato un vero e proprio orologio all’interno della blockchain.

    Le caratteristiche dell’ecosistema, associate alle tante innovazioni apportate, permettono transazioni rapide, sicure e più convenienti sotto l’aspetto dei costi. Il token di riferimento di Solana prende il nome di SOL ed ha avuto la capacità di superare i 55 dollari nel mese di maggiori 2021, per poi mostrare variazioni successive.

    Scopri qui Capital.com e la presenza di Solana (SOL)

    VeChain

    Un progetto che ha trovato concretezza nel mondo reale, sin dalle prime fasi associate al suo lancio, è proprio VeChain.

    All’interno dei nostri tanti approfondimenti abbiamo più volte avuto la possibilità di soffermarci su questo progetto rivoluzionario, che permette di portare soluzioni di pagamento e sulla tracciabilità all’interno di una catena di produzione ad aziende di tutto il mondo.

    Le stesse possibilità erano state viste con entusiasmo anche da molte società note, come ad esempio il colosso automobilistico BMW e tante altre realtà. Il token di riferimento dell’ecosistema prende il nome di VET ed ha mostrato valori superiori ai 0,24 dollari per unità nel corso di aprile 2021, per poi subire variazioni successive.

    Scopri qui Capital.com e la presenza di VeChain (VET)

    Shiba Token

    Una criptovaluta alquanto singolare, che per molte caratteristiche potrebbe richiamare il DOGE, è Shiba Token. Si tratta di un ecosistema di ultima generazione, che ha da poco presentato la sua Roadmap ufficiale. La stessa attiene la presenza dello stesso ecosistema all’interno di numerosi progetti diversificati.

    Si parte dalla creazione di un vero e proprio exchange decentralizzato, ossia DEX, che dovrebbe prendere il nome di ShibaSwap. Entrando all’interno della pagina ufficiale, il tutto sembrerebbe in una fase finale di test e collaudo, come esposto dalla stessa squadra di sviluppo.

    Una seconda caratteristica particolare, vede la presenza di ben tre token di riferimento. Uno prende il nome di LEASH e sarebbe già presente all’interno degli scambi, un secondo prende il nome di BONE e non sarebbe ancora stato ufficialmente lanciato ed il terzo, che rappresenta lo strumento chiave dell’ecosistema, prende invece il nome di SHIB.

    [broker_link broker=”capital” anchor=”Scopri qui Capital.com e la presenza di Shiba Inu (SHIB)” landing=”Criptovalute”]

    Iota

    Un progetto nato nel corso del 2018, con all’attivo una comunità cresciuta in modo esponenziale rispetto ai suoi primi periodi di lancio, è Iota. Rappresenta un progetto innovativo, che ha saputo nel corso del tempo accrescere la propria quota di mercato, portando soluzioni concrete all’interno del settore blockchain.

    Numerose partnership strategiche le hanno permesso di farsi conoscere e di incrementare il numero dei progetti associati. Il suo token di riferimento prende il nome di MIOTA, mentre la tecnologia alla base del suo funzionamento è conosciuta con il nome di Tangle.

    Lo stesso asset ha mostrato nel corso di aprile 2021 il superamento dei 2,50 dollari per unità, per poi subire variazioni successive.

    Scopri eToro e la presenza di Iota (MIOTA)

    UniSwap

    Viene definita la criptovaluta con l’immagine dell’unicorno. Stiamo parlando di UniSwap, ossia un ecosistema di nuova generazione, che ha avuto la capacità di apportare innovazione all’interno del settore delle criptovalute.

    Contrariamente da molti altri ecosistemi, fini a se stessi e senza scopi concreti, uno dei business principali di UniSwap ha riguardato la creazione di un vero e proprio exchange decentralizzato. Lo stesso DEX rappresenta ad oggi uno degli scambiatori non centralizzati più importanti al mondo, con un volume di scambio considerevole.

    Il token di riferimento prende il nome di UNI e rappresenta un asset chiave all’interno del progetto. Il valore di UniSwap ha avuto la capacità di superare la soglia dei 43 dollari nel corso del mese di maggio 2021, per poi subire variazioni successive.

    Scopri qui eToro e la presenza di UniSwap (UNI)

    Tezos

    In ultimo, non per importanza, inseriamo all’interno del nostro approfondimento anche Tezos, che nonostante sia nato nel corso del 2018, continua ad essere discusso all’interno del settore. Anche in questo caso ci troviamo di fronte ad un ecosistema basato sul meccanismo Proof of Stake, privo di Mining e basato sul congelamento dei token per ricevere ulteriori monete.

    Il progetto Tezos mira ad offrire ai propri utenti soluzioni alternative per poter portare avanti progetti diversificati, incentrati sul mondo della blockchain, delle DApps ed applicativi decentralizzati.

    Il suo token di riferimento, che svolge un ruolo primario all’interno dell’ecosistema, prende il nome di XTZ. Nel corso del mese di maggio 2021, il valore di Tezos aveva superato i 7,50 dollari per unità, per poi mostrare variazioni successive.

    Scopri qui eToro e la presenza di Tezos (XTZ)

    Come negoziare su criptovalute emergenti

    Arrivati a questo punto, ci si potrebbe chiedere in che modo poter negoziare e scambiare su assets crittografici. A tal riguardo, ricordiamo come ad oggi risulti possibile investire su criptovalute tramite diversi sistemi.

    • Acquisto diretto tramite exchange
    • Trading online tramite broker di CFD

    Nel primo caso, l’utente va a scambiare un quantitativo di valute fiat, ottenendo in cambio una conversione con criptovalute. Tutto ciò, considerando tuttavia la presenza delle commissioni (su tutti gli scambi) e la necessità di fare affidamento su un wallet di custodia.

    A tal riguardo, esistono sistemi che non richiedono la detenzione fisica dei criptoasset? Si, trattasi dei contratti per differenza, i quali permettono di negoziare con le maggiori criptovalute mondiali semplicemente facendo riferimento a repliche dell’andamento. A seguire alcuni punti:

    • Possibilità di poter attuare una strategia al rialzo o al ribasso, ipotizzando variazioni in aumento o in diminuzione dell’asset;
    • Assenza di commissioni: le migliori piattaforme di trading online non applicano costi fissi, ricordando in modo chiaro e trasparente solo la presenza di bassi spread;
    • Nessun wallet richiesto.

    Due broker regolamentati, che permettono di negoziare con le maggiori criptovalute mondiali, sono eToro (qui per la pagina ufficiale) e Capital.com (qui per la pagina ufficiale). Mettono a disposizione numerosi servizi integrativi per gli utenti, come ad esempio la possibilità di poter copiare strategie di utenti professionisti, utilizzando il Copy Trading di eToro.

    Criptovalute emergenti: Conclusioni

    Giunti al termine della nostra guida, abbiamo avuto la possibilità di scoprire nel dettaglio cosa si intenda per criptovalute emergenti. Paragrafi iniziali, legati alle principali caratteristiche delle stesse, hanno lasciato posto ad una dettagliata lista, contenente alcune delle criptovalute più analizzate nel corso degli ultimi tempi.

    Criptovalute emergenti

    Teniamo tuttavia a ricordare come il settore crittografico risulti ad oggi molto dinamico. Entrando all’interno di piattaforme autorevoli ed informative, risulta infatti possibile constatare le diverse variazioni all’interno del Ranking totalitario di strumenti crittografici, che vede l’ingresso o la fuoriuscita di criptovalute sulla base del loro livello di capitalizzazione e molti altri parametri.

    In ultimo, non per importanza, abbiamo ricordato la presenza dei migliori broker online per poter negoziare sulle principali criptovalute mondiali. Fra le stesse, due piattaforme complete, che permettono di iniziare anche tramite un comodo conto demo, sono state eToro e Capital.com.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Domande Frequenti

    Cosa sono le criptovalute emergenti?

    Si tratta di particolari criptovalute che mostrano un rilevante interesse all’interno del settore crittografico.

    Cosa sono le criptovalute emergenti cinesi?

    Si tratta di nuovi ecosistemi crittografici, legati a loro volta a propri token di riferimento, progettati ed ideati in Cina e che mostrano un particolare interesse all’interno del settore.

    Dove trovare le nuove criptovalute in uscita 2021?

    Ricordiamo come ad oggi sia possibile verificare la presenza di nuove criptovalute in uscita 2021 utilizzando piattaforme informative autorevoli e professionali.

    Quali broker permettono di negoziare con criptovalute?

    All’interno del nostro approfondimento abbiamo ricordato come broker regolamentati ed autorizzati permettano di negoziare su criptovalute tramite strumenti derivati (CFD) in modo professionale.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento