Guide

Uphold Exchange è affidabile? Recensione ed opinioni

Ci troviamo oggi ad approfondire una recensione completa su Uphold, ossia uno dei tantissimi exchange presenti nel settore delle criptovalute, che sta lentamente cercando di farsi strada fra la concorrenza, proponendo un discreto numero di servizi.

Dice di aver aggiunto nuove funzionalità e di voler integrare altri sistemi di investimento (sempre in associazione al mondo delle criptovalute), così da acquisire nuova quota di mercato. Propone altresì sezioni di negoziazione su altri asset, come ad esempio azioni e materie prime.

Se sei alla ricerca di un nuovo exchange, o di una nuova piattaforma per operare su criptovalute, devi necessariamente valutare quanti più aspetti possibili. Scopriremo come funziona Uphold, cos’è il Wallet Uphold, focalizzando l’attenzione anche sulle principali opinioni e recensioni online.

Ricordiamo come lo stesso exchange competa ad oggi con centinaia di exchange e broker di fama internazionale, regolamentati in Unione Europea e presenti da diversi anni. Uno dei competitor diretti è sicuramente eToro.

È una piattaforma facile da utilizzare e che ti permette di iniziare con un comodo account demo, senza nessun vincolo e senza alcun limite di tempo, gestibile comodamente anche tramite applicazione per dispositivi mobili (sia per iOS che per Android).

Clicca qui per scoprire eToro

Tabella di riepilogo – Uphold

👍 Uphold Segui la nostra guida
👌 Affidabilità ⭐️⭐️
📄 Ha commissioni? Sì, su ogni eseguito
💻 Comparti disponibili Crypto, azioni e metalli prezioni
🥇Ha un conto demo? No, è disponibile solo sui migliori broker CFD
🏷️ Broker CFD alternativo: eToro

Cos’è Uphold

Uphold è una piattaforma di scambio gestibile online, fondata da Halsey Minor, nata nel 2015 e con sede legale negli USA (ossia in America). Può considerarsi un operatore ibrido, poiché non funge solamente da exchange per comprare, vendere ed archiviare criptovalute.

Fra i discreti servizi propone infatti l’acquisto di pochissime materie prime e di alcune azioni (solamente le più importanti). È in ogni caso presente in oltre 180 Paesi nel mondo ed ha avuto la capacità di acquisire nuova quota di mercato, raggiungendo i 10 milioni di utenti registrati.

Fra gli scopi della sua creazione, si ricorda la volontà nel voler agevolare il più possibile l’accesso al mercato delle criptovalute, con l’integrazione di diversi servizi (alcuni ancora da dover lanciare a pieno regime ed in fase di sviluppo).

Propone una vera e propria carta di pagamento Uphold, che permette di effettuare pagamenti in tutte le parti del mondo, attingendo anche dalle proprie risorse disponibili sulla piattaforma (come ad esempio criptovalute, o altri asset disponibili).

Integra altresì un wallet per poter conservare le risorse, tenerle a lungo termine, inviarle ad altri utenti, o semplicemente utilizzarle per la vendita. Non è purtroppo disponibile in lingua italiana, aspetto che devi tenere in considerazione qualora non avessi le dovute competenze linguistiche.

Uphold: pro e contro

Vediamo subito di entrare nel dettaglio e di sottolineare quelli che sono i principali vantaggi e gli eventuali svantaggi dell’exchange Uphold e dei servizi che mette a disposizione attraverso la piattaforma online, o in alternativa l’applicazione per dispositivi mobili.

Fra i pro di Uphold ricordiamo:

  • integra servizi di investimento su materie prime ed alcune azioni oltre alle criptovalute;
  • permette di fare staking di criptovalute;
  • è possibile scambiare fra risorse differenti, senza dover passare prima per lo scambio di valute fiat;
  • ha un discreto numero di criptovalute (se ne contano più di 130 al momento di questa stesura), seppur più basso rispetto ad altri competitor;
  • presenta un sistema di pagamento associato, tramite una carta di debito con circuito MasterCard;
  • permette di gestire le attività anche tramite app, scaricabile a costo zero su tutte le tipologie di sistemi operativi.

Fra i contro di Uphold ricordiamo:

  • non è in lingua Italiana;
  • permette di negoziare solamente su 4 materie prime (a differenza di molti broker professionali);
  • permette di negoziare su un numero limitato di azioni;
  • presenza di spread considerevoli da dover tenere a mente;
  • conto demo non disponibile e non proposto sulla homepage del sito ufficiale.

Uphold è sicuro?

Passando all’ambito sicurezza, è bene aprire un piccolo approfondimento sia sulla tutela che l’exchange offre ai propri utenti, sia sui sistemi di controllo che vengono messi a disposizione sulla piattaforma e per la gestione dei fondi.

Sul sito può leggersi come Uphold sia registrata presso la FCA (Financial Conduct Authority) ai fini di antiriciclaggio. Specifica che l’acquisto, la vendita e la custodia è regolata su fini antiriciclaggio, ma ciò non indica alcuna approvazione da parte di FCA delle criptoattività di Uphold.

Nel novembre del 2018, la stessa società (nonostante i sistemi di protezione) aveva confermato la possibilità di una compromissione sul servizio di posta. Per indagare sulla presenza di phishing aveva sospeso per diverso tempo i prelievi in BTC, creando molti dibattiti in merito.

Quanto alla sicurezza interna, la società propone l’accesso all’account con diversi sistemi di verifica e con la tipica autenticazione a due fattori. Anche il wallet, per la custodia degli asset, integra protocolli e meccanismi di protezione (ovviamente nei limiti del possibile).

Uphold: alternative regolamentate

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, Uphold compete ad oggi con tantissimi altri operatori online, che permettono di negoziare ed investire su criptovalute in modo autonomo e con la consapevolezza di utilizzare un intermediario con licenze in UE.

Molti degli stessi permettono di iniziare con un comodo account demo, che invece l’Exchange oggi esaminato non propone sulla homepage. I conti demo danno la possibilità di testare nuove strategie, o semplicemente di provare le funzionalità della piattaforma.

Ancora, permettono di accedere non soltanto a 4 materie prime (come Uphold), bensì ad un numero considerevole di commodities, così come di azioni. Alcuni broker danno anche una doppia opportunità: acquisto diretto e negoziazione con strumenti derivati.

Ecco una tabella con alcune delle migliori piattaforme di trading su criptovalute.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    eToro

    Il primo broker che teniamo a sottolineare è eToro (clicca qui per registrarti). Si tratta di una piattaforma di ultima generazione, con diverse licenze e che può quindi prestare servizio anche in diverse nazionalità europee.

    È ormai da anni un concreto punto di riferimento nel settore del trading e degli investimenti sulla Borsa, poiché ti permette di negoziare liberamente su titoli azionari, decine di materie prime, ETF, indici di Borsa, cambi in valuta (ossia il forex) e molto altro ancora.

    È inoltre una piattaforma con più metodologie di investimento, poiché ti permette sia di comprare azioni e criptovalute reali (archiviandole nel portafoglio) sia di negoziare sulle stesse tramite CFD (strumenti che replicano solamente l’andamento dell’asset).

    Su alcune crypto PoS, permette anche di attuare lo staking di criptovalute, per congelare token a propria discrezione ed ottenere eventuali ricompense variabili. Nel caso avessi poco tempo, o poche conoscenze sul settore, puoi invece optare sul Copy Trading. Ecco come funziona:

    1. puoi accedere sulla sezione apposita dei Popular Investor;
    2. cercare quelli di tuo interesse (valutando rischio medio, performance ed altri parametri);
    3. avviare il Copy Trading ed ottenere in modo identico le loro stesse strategie.

    Clicca qui per iscriverti su eToro

    XTB

    Un secondo broker degno di nota, che ha saputo conquistare migliaia di utenti, ottenendo anche numerose recensioni positive online, è XTB (clicca qui per registrarti). È un operatore regolamento e con tutte le carte in regola, proposto anche in lingua italiana.

    La piattaforma è facile da gestire e le attività possono essere effettuate anche tramite la pratica applicazione per dispositivi mobili. Anche in questo caso puoi accedere ai principali comparti di negoziazione, come ad esempio titoli, decine di materie prime (non solo 4), criptovalute, ecc.

    Sulla sezione crypto ti permette di agire tramite contratti per differenza, ossia strumenti derivati che permettono di aprire sia posizioni al rialzo che posizioni al ribasso (tramite vendita allo scoperto). Qual è il principale vantaggio di questa metodologia?

    Sicuramente la non necessaria presenza di un wallet di archiviazione e quindi l’impossibilità di essere aggrediti da attacchi hacker. Ricordiamo inoltre un corso completo e gratuito, ottenibile sulla piattaforma e che permette di ottenere numerose nozioni sul mondo del trading.

    Clicca qui per il corso a costo zero di XTB

    Capex

    Anche il broker Capex (clicca qui per registrarti) è un broker con diversi anni di esperienza nel settore, pienamente regolamentato e con una gestione altamente semplificata (sia tramite la modalità web desktop che tramite l’app per dispositivi mobili).

    È un operatore altamente specializzato in contratti per differenza e che quindi non richiede alcun wallet di deposito e permette di aprire sia posizioni di acquisto (long) sia posizioni di vendita (ossia con l’opzione short).

    Con Capex puoi beneficiare di bassissimi spread sulle attività, ossia il differenziale fra il valore di acquisto ed il valore di vendita dell’asset, nonché di grafici in tempo reale sempre aggiornati e di un account demo illimitato e senza nessun obbligo sul deposito iniziale.

    Completano il tutto la presenza di:

    • assistenza professionale;
    • database con diversi comparti di negoziazione;
    • centinai di criptovalute supportate;
    • Capex Academy, ossia una sezione educativa e formativa, che ti permette di ottenere nozioni pratiche e teoriche sul mondo del trading.

    Clicca qui per scoprire il broker Capex

    Come aprire un account su Uphold

    Per completezza, vediamo i passaggi richiesti per aprire un account su Uphold, che sono praticamente identici a quelli richiesti dalla maggior parte degli scambiatori ed exchange centralizzati. Più nello specifico è possibile:

    1. accedere all’interno del sito ufficiale;
    2. cliccare sulla voce di apertura (ossia di registrazione);
    3. compilare tutti i capi, con nome, cognome ed indirizzo di posta elettronica;
    4. scegliere accuratamente una password ben strutturata;
    5. attendere la verifica.

    Ricorda a questo punto che l’exchange richiede sempre l’obbligo sulla verifica dell’identità (procedura KYC). Può essere portata a compimento rilasciando un documento in corso di validità. Puoi quindi effettuare il login su Uphold con le credenziali ottenute.

    Come funziona Uphold

    Arrivati a questo punto, vediamo di comprendere da vicino il funzionamento di Uphold, che permette di effettuare diverse attività, così come la maggior parte degli scambiatori centralizzati presenti sul mercato.

    Più nel dettaglio è presente:

    • la sezione delle criptovalute, per comprare, vendere, o semplicemente archiviare nel Wallet Uphold i propri asset di interesse;
    • la sezione dei titoli azionari, che permette di negoziare sulle principali azioni (soprattutto quotate su Borsa americana, come ad esempio Tesla, Amazon, Alphabet e così via);
    • lo staking di criptovalute, che dà la possibilità di immobilizzare un determinato quantitativo di asset crypto e di ottenere possibili ricompense sulla base di quanto congelato;
    • la sezione dei metalli preziosi, che permette di negoziare su oro, argento, platino e palladio;
    • la funzione di AutoPilot, con la quale il trader ha la possibilità di strutturare un piano di programmazione con il quale operare con cadenza periodica.

    Carta Uphold MasterCard

    Così come molti exchange, si pensi ad esempio a Coinbase, Binance, Crypto.com e molti altri, anche Uphold ha deciso di lanciare la propria carta di pagamento. Più nel dettaglio, si tratta di una carta di debito, che può quindi essere utilizzata per effettuare transazioni ed acquistare beni.

    Dispone del circuito MasterCard, ossia uno dei più noti al mondo e può quindi essere utilizzata in molti Stati (anche al di fuori l’Unione Europea). Per effettuare i pagamenti la carta Uphold attinge direttamente dai fondi presenti sul proprio conto.

    È così possibile pagare anche utilizzando i fondi crypto disponibili, che verranno automaticamente convertiti in valuta fiat all’esercente, o durante un acquisto di altro genere. Una soluzione che permette di integrare il settore crypto con quello della finanza moderna.

    Uphold: criptovalute supportate

    Come esposto sulla pagina ufficiale, su Uphold è possibile comprare, vendere ed archiviare decine di criptovalute. Al momento di questa stesura se ne contano più di 130 e possono essere selezionate all’interno dell’apposita sezione.

    Sono presenti asset appartenenti a diversi settori di interesse, come ad esempio Web3, DeFi (ossia finanza decentralizzata), GameFi, Metaverso e molto altro ancora. Il database è continuamente aggiornato e l’exchange integra spesso asset di nuova emissione.

    Fra le criptovalute supportate su Uphold ricordiamo:

    1. Bitcoin;
    2. Ethereum;
    3. Ripple;
    4. Cardano;
    5. Theta;
    6. Solana;
    7. Polkadot;
    8. BAT;
    9. Bitcoin Cash;
    10. Hedera e molte altre ancora.

    Uphold: commissioni e costi

    Passando ai costi ed alle commissioni, la registrazione sulla piattaforma è completamente gratuita e non vi è alcun obbligo di deposito. Per iniziare ad operare, è tuttavia richiesto necessariamente il caricamento di fondi.

    Come accennato in precedenza, Uphold utilizza una politica incentrata sugli spread, ossia una piccola percentuale sul valore degli scambi effettuati. Mettendo a disposizione diversi asset, come ad esempio criptovalute, azioni e metalli preziosi, le fees possono variare di molto.

    La società indica ad esempio (in USA ed in Europa) la presenza di spread che oscillano fra i 0,8 e l’1,2% sul Bitcoin ed Ethereum. Per i metalli preziosi, gli spread sono tipicamente pari al 3%, mentre sulle azioni si aggirano attorno all’1%.

    Uphold: opinioni e recensioni

    Quali sono le opinioni e recensioni su Uphold? Andando alla ricerca di testimonianze online, è possibile individuare molti pareri sulla piattaforma e sulle sue funzionalità, esposte anche da chi, l’exchange, dice di averlo testato in modo diretto.

    Molti utenti si soffermano tuttavia sulla mancanza del supporto in lingua italiana (una vera e propria pecca, contrariamente da molti altri exchange internazionali). Anche l’assenza del conto demo è un aspetto da poter tenere a mente ed evinto in molte recensioni.

    All’interno del sito informativo autorevole Trustpilot, sulla base di circa 6.510 recensioni al momento di questa stesura, il punteggio di Uphold è pari a 2,4 stelline su 5 (quindi una valutazione mediocre), molto più bassa ad altri exchange presenti sul sito.

    Uphold

    Uphold: exchange competitor

    Uphold è uno scambiatore che sta cercando attivamente di acquisire nuova quota di mercato e di competere con molte altre piattaforme. Ad oggi compete sia con exchange decentralizzati, come ad esempio Pancackeswap, o UniSwap, sia con exchange centralizzati.

    A seguire, un elenco esaustivo con 10 concorrenti di Uphold:

    1. eToro;
    2. Huobi;
    3. BigONE;
    4. Bit.com;
    5. Coinbase;
    6. Kucoin;
    7. Binance;
    8. Bitpanda;
    9. Kraken;
    10. OKX.

    Conclusioni

    L’approfondimento odierno ci ha permesso di scoprire e di conoscere nel dettaglio uno dei tanti exchange esistenti, ossia Uphold. Con la recensione sono state approfondite tutte le principali funzionalità, i servizi ed i costi.

    Il sito non è in lingua italiana ed è quindi necessario possedere competenze linguistiche anche in caso di supporto ed assistenza. Non troviamo inoltre un conto demo per poter testare le funzionalità e per iniziare senza nessun obbligo di deposito.

    Abbiamo inoltre indicato alcuni dei principali competitor dell’operatore, come ad esempio eToro, il quale ti permette di iniziare sempre con un account di prova illimitato, gestibile anche tramite app e di operare su asset crypto sia con l’acquisto diretto che tramite CFD.

    Clicca qui per registrarti su eToro

    FAQ

    Come fare il login su Uphold?

    Per fare il login su Uphold è sufficiente creare un proprio account all’interno della pagina ufficiale ed utilizzare le credenziali per accedere all’exchange ed a tutte le sue funzionalità.

    Uphold ha un’App?

    Sì, gli utenti interessati hanno la possibilità di scaricare un’applicazione per dispositivi mobili, che può essere ottenuta sia per dispositivi iOS che per dispositivi Android.

    Uphold applica commissioni?

    Sì, come molti exchange anche Uphold applica spread da dover considerare nelle proprie strategie di investimento e che devono sempre essere tenuti bene a mente.

    Quali alternative a Uphold?

    All’interno della nostra recensione su Uphold abbiamo indicato alcuni dei principali competitor dell’exchange, che ti permettono anche di iniziare con pratici account demo illimitati.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento