News

Le banche credono in Ripple: quotazione in salita del 27%

In una recente intervista, il Ceo di Ripple Brad Garlinghouse ha affermato che la banche credono in Ripple e nella tipologia di Business adottata. In seguito a questa intervista, rilasciata per Recode Decode, il prezzo di Ripple è schizzato verso l’alto. proprio ieri ci siamo occupati del rialzo di Ripple.

Garlinghouse aggiunge che Ripple è pronto a lavorare con le banche e le autorità di regolamentazione al fine di integrare i loro business, nell’ottica di una crescita equa e sostenibile.

Le banche credono in Ripple: Le motivazioni.

Ripple è un sistema di trasferimento di fondi in tempo reale, un network per gli scambi in valute e per invio di rimesse, creato nel 2012 dall’omonima società statunitense. In seguito, Ripple ha anche lanciato la sua criptovaluta con l’acronimo di XRP, negoziabile sui migliori Broker regolamentati come eToro.

Insomma, questa società offre soluzioni per soddisfare le esigenze di clientela retail, banche ed istituti finanziari. Tuttavia, la SEC statunitense ancora si esprime in merito e di conseguenza le attività della Ripple si svolgono all’interno di un confine labile. Eppure, le giurisdizioni di altri paesi hanno dato già da tempo il via libera alla circolazione dei prodotti e dei servizi finanziari di Ripple. Il silenzio della SEC ha causato instabilità sulla quotazione, soprattutto nelle ultime settimane.

Proprio per questo motivo, il CEO Brad Garlinghouse ha espresso il suo forte desiderio di lavorare al più presto con le banche e con i regolatori. Afferma: “ Le banche applicano un quadro normativo molto importante per la società. Personalmente credo che le banche continueranno a svolgere questo ruolo, sono bravi in questo. Inoltre, il 99% delle banche supporta quello che stiamo facendo perché stiamo democratizzando qualcosa che è controllato da un piccolo numero di banche, ovvero i loro concorrenti”.

Insomma, viene ribadita ancora una volta l’importanza di investitori istituzionali nel mondo delle criptovalute.

Ripple: Analisi tecnica

Al momento della stesura di questo articolo, Ripple è aumentato del 27% rispetto alla chiusura del Venerdì della scorsa settimana. Gli analisti sono fiduciosi in quanto è attesa a giorni il via libera definitivo della SEC. Questo permetterebbe a Ripple di rilasciare il suo ultimo aggiornamento (RippleNet) alle principali banche statunistensi, spingendo inevitabilmente la domanda verso l’alto.
Sulla base di questa considerazioni, molti analisti concordano sul fatto che il target di Ripple sia $0.40 nei confronti del Dollaro.

Anche gli analisti del broker eToro ripongono grandi aspettative in Ripple. A loro dire, questa criptovaluta non corre il rischio di estinguersi perché si basa su un core-business diverso. Fa parte delle Altcoin e come tutte le giovani criptovalute registra una forte volatilità.

Tuttavia, c’è un aspetto molto importante che viene fatto notare. Essendo una criptovaluta che si basa su un business diverso, molto spesso la sua quotazione differisce da quella del classico Bitcoin o di Ethereum. Questo implica che tantissimi Senior Trader hanno Ripple nel loro portafoglio per praticare una corretta diversificazione del rischio.

Per tutti gli approfondimenti in merito, rimandiamo il lettore alla sezione di analisi tecnica contenuta in eToro. Sarà possibile informarsi e soprattutto creare un portafoglio diversificato seguendo le indicazioni di Trader professionisti.

Clicca qui per fare trading su Ripple con eToro.

Sull'autore

Massimiliano Rossi

Appassionato di Trading Online. Esperto di finanza online dal 2010. Trader dal 2015. Mi occupo di analisi tecniche.

Lascia un Commento