News

Uniswap ed il mercato in panico: analisi del 17 maggio 2022

Parlare di Uniswap ed il mercato in panico significa parlare delle ultime evoluzioni evinte sul mercato crypto in relazione al token UNI, ossia la criptovaluta nativa dell’ecosistema Uniswap ed uno degli asset più analizzati al mondo nel corso del 2021 ed inizio 2022.

Nel giro di pochissime giornate, il mercato delle criptovalute ha perso oltre 70 miliardi di dollari, registrando una variazione sul market cap complessivo da record. Un valore che, paragonato a quello dell’intero comparto (a circa 1,26 trilioni di dollari) potrebbe addirittura sembrare esiguo.

Sta di fatto che nel giro di soli 7 giorni, i crolli e le perdite di valore su specifici asset ad elevata capitalizzazione, hanno completamente annullato ciò che il mercato crypto era riuscito ad accumulare nel mese di febbraio, mostrando i suoi rally.

In tutto ciò, fra i tanti asset da poter esaminare da vicino troviamo proprio Uniswap. Come sta andando la criptovaluta? Quali sono i valori nelle ultime ore? Cosa ci si aspetta dal token UNI? Prima di continuare, ti ricordiamo come lo stesso asset sia negoziabile in modo autonomo su broker professionali ed autorizzati, come ad esempio eToro (clicca qui per iscriverti).

Uniswap ed il mercato in panico: le variazioni UNI nel breve termine

Ricollegandoci ad Uniswap ed il mercato in panico, è possibile sottolineare come l’andamento generale e la perdita di valore del comparto crypto globale, faccia ovviamente riferimento alla perdita di tante criptovalute (sia storiche che nuove).

Proprio Uniswap, che in ogni caso è considerato uno degli asset a capitalizzazione elevata, ha mostrato una discesa netta nell’ultima settimana, ottenendo un punto di minimo attorno ai 5,31 dollari per unità. Un valore che, tradotto in percentuale, evidenzia una perdita del circa 19,40% in un range settimanale.

Crolli di valore che hanno portato diversi possessori di Uniswap a liquidare le proprie posizioni, per paura e per timore di perdere ulteriori risorse. Aspetto che si lega molto spesso al cosiddetto “effetto a catena” sul mercato ed un po’ su tutto il sentiment dello stesso.

Nella giornata del 13 maggio, secondo i dati proposti dai maggiori siti informativi nel settore, è altresì stato possibile sottolineare lo spostamento di gradi quantità di UNI, sulla base di un coinvolgimento di transazioni su catena (ossia sul network) su circa 19 milioni di token.

Focalizzando l’attenzione sul breve e sul brevissimo periodo, è invece possibile constatare (sempre su piattaforme professionali, dal calibro di CoinGecko), come il valore di Uniswap nella giornata del 14 maggio, mostrasse punte di minimo anche attorno ai 4,75 dollari per criptovaluta.

Un livello sostituito da punte più alte nella giornata del 16 maggio, con un Uniswap scambiato a circa 5,45 dollari. Al momento di questa stesura, con un valore pari a 5,32 dollari per UNI, la variazione della crypto segna (in un range a 24 ore, quindi nel brevissimo periodo), una flessione positiva pari a circa 6,3%.

Note finali

Se sei interessato a restare costantemente aggiornato sugli andamenti e sulle variazioni di prezzo di Uniswap, puoi utilizzare i comodi grafici in tempo reale proposti dai migliori broker al mondo. Con gli stessi puoi focalizzare l’attenzione sulle oscillazioni nel breve termine e sui cosiddetti dati storici.

Una delle piattaforme leader, ad aver inserito fin da subito la criptovaluta Uniswap, è eToro (clicca qui per iscriverti). È un broker con licenza, ossia rispettoso di tutte le direttive e regole imposte nel nostro territorio. Ha una piattaforma rapida, user friendly e molto facile da utilizzare.

Tutti gli utenti registrati possono usufruire anche di un pratico conto demo iniziale, con una durata illimitata e che non richiede alcun deposito iniziale obbligatorio. È in altri termini subito pronto all’uso e si basa sul caricamento di 100.000 dollari virtuali, da poter utilizzare a propria discrezione per testare strategie, o per provare il broker.

Ricorda che su eToro è possibile sia comprare criptovalute reali (su specifici asset crypto) sia negoziare utilizzando contratti per differenza (ossia strumenti derivati che replicano l’andamento dello strumento, permettendo anche di aprire posizioni con vendita allo scoperto). Citiamo inoltre:

  • spread sulle attività effettuate fra i più bassi al mondo;
  • grafici sempre aggiornati;
  • sezione tecnica con indicatori;
  • sezione educativa, con la Financial Academy;
  • assistenza professionale in caso di necessità;
  • app per smartphone, scaricabile su tutti gli store online.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento