News

NEO: la criptovaluta cinese che fa paura

NEO risulta essere il concorrente più temibile per l’Ethereum, in quanto secondo gli esperti risulta essere estremamente simile. L’obiettivo dei creatori del NEO è quello di creare un network dove la smart economy possa riuscire a soppiantare l’economia tradizionale.

Il nome precedente del NEO era Antshare, e la storia ci dice che questa fu la prima blockchain open source cinese.

Fondata nel 2014, il suo nome deriva dal greco e tradotto significa novità. La missione del NEO era quella di rivoluzionare il modo in cui si commercia, gestendo il passaggio dall’economia tradizionale nei confronti di una smart economy, basandosi essenzialmente sulla tecnologia. Il valore di questa criptovaluta riuscì a passare in pochissimo tempo da 1 dollaro verso i 48 dollari USA nel giro di soli 3 mesi.

NEO: cos’è e come funziona

I fondatori della criptovaluta del NEO decisero di creare per la primissima volta questo network, piattaforma e criptovaluta, partendo dall’idea che la tecnologia sia in grado di portare il progresso cambiando il futuro grazie alla cosiddetta “smart economy”, basandosi sulla tecnologia e sulla smart economy.

Con il termine smart economy, intendiamo “l’economia intelligente” ovvero quel processo che risulta essere in grado di facilitare il processo di un’idea di diventare una realtà tramite la tecnologia oppure semplicemente tramite l’aiuto esterno oppure tramite la comunicazione tra varie persone con svariate competenze, ottime per raggiungere un obiettivo comune. NEO è nato per risultare essere la piattaforma adatta per realizzare tutto ciò.

NEO gestisce infatti i contratti intelligenti e le identità digitali all’interno della piattaforma tramite il pagamento in criptovaluta. Ciò avviene in maniera speculare proprio come con l’Ethereum.

Secondo i creatori del NEO, la blockchain risulta essere superiore rispetto all’Ethereum sotto il punto di vista della scalabilità, ovvero la capacità della piattaforma di resistere a degli aumenti delle transazioni e sia in termini di compatibilità.

Ad oggi NEO supporta svariati linguaggi informatici come Microsoft.net e Java, mentre Ethereum ha invece soltanto Solidity, un linguaggio non molto comune che richiede grandi capacità di programmazione.

Fare trading su NEO

La migliore piattaforma per fare trading su NEO è Plus500. Con Plus500 è possibile speculare sia al rialzo (comprare NEO) che al ribasso (vendere NEO). Plus500 è una piattaforma completamente gratuita e soprattutto affidabile perché è autorizzata e regolamentata.

Puoi comprare NEO su Plus500 cliccando qui.

Quotazione Valore NEO

Il prezzo unitario, così come la capitalizzazione, sono aumentati a vista d’occhio nel giro di pochissimo tempo. Il valore di questa criptovaluta è cresciuto in maniera molto veloce a seguito del rebranding di Antshare e NEO, grazie anche alla sponsorizzazione di Microsoft.

Il NEO ha raggiunto il suo massimo durante la giornata del 14 agosto toccando i 48 dollari. Si tratta di un incremento incredibile rispetto al 25 maggio, quando il prezzo di questa criptovaluta era di solo 1 euro.

Attualmente esistono 50 milioni di monete in circolazione, che saranno immessi gradualmente per arrivare a toccare un totale di 100 milioni.

Il NEO ha sofferto molto del ban da parte della Cina con le ICO.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento