News

Truffa Bitcoin Exchange Quadriga: ecco chi ha perso i risparmi di una vita

La scorsa settimana vi avevamo parlato dello scandalo Quadriga: questo exchange è balzato su tutte le prime pagine dei giornali dopo la morte del fondatore, l’unica persona ad avere la password del computer che conteneva milioni di dollari in criptovalute. Tutti i fondi sono andati persi per sempre, in quanto non c’è alcun modo di risalire alle password dei cold wallets del defunto CEO Gerald Cotten.

Ovviamente sappiamo bene che cose come queste non capitano a chi utilizza eToro: piattaforma di trading per criptovalute attiva da oltre 10 anni, regolamentata, affidabile e con oltre 10 milioni di utenti. Soluzioni sicure e all’avanguardia come eToro non conservano i fondi dei propri clienti su un computer portatile come è accaduto a Quadriga, ma in conti segregati, sicuri e separati da quelli dell’azienda. Clicca qua per saperne di più su eToro.

Oggi parliamo della storia di Tong Zou, uno degli utenti di Quadriga che depositò i risparmi di una vita nell’exchange digitale della Quadriga CX.

Questo programmatore trentenne, che lavorava in California da sette anni, voleva solo risparmiare qualche soldo sulle spese di trasferimento dopo aver deciso di trasferirsi a Vancouver. Questo errore gli è costato la bellezza di 422 mila euro in crypto.

Nell’intervista condotta da Bloomberg, adesso Zou vive da un mese in un AirBnB. “Mi è stato portato via tutto, sto cercando di ricominciare” ha affermato Zou in una intervista lo scorso venerdì dalla città di Vancouver.

Exchange Quadriga- ecco chi ha perso i risparmi di una vita

Tong Zou

Zou è uno dei 115.000 clienti della Quadriga che hanno perso tutto quello che avevano investito, dopo la morte improvvisa del fondatore dell’azienda che ha lasciato oltre 250 milioni in criptovalute protette da delle password di cui solo lui era a conoscenza. Lo scambio ha bloccato le operazioni e ha ottenuto la protezione dai creditori il 5 febbraio nella Corte Suprema della Nuova Scozia ad Halifax.

Zou si considera “uno dei maggiori utenti colpiti” – secondo una dichiarazione giurata che ha depositato come parte del procedimento giudiziario. Comprò i Bitcoin negli Stati Uniti e decise di trasferirli presso Quadriga CX per venderli immediatamente in dollari canadesi. Questi fondi, sarebbero dovuti poi essere depositati sul suo conto bancario canadese. Ciò avveniva durante il mese di ottobre. Zou, in ben quattro mesi, non ha mai ricevuto quei soldi.

“Volevo solo trasferire i miei soldi sul mio conto bancario canadese”, ha affermato Zou nell’intervista. “Quello che non sapevo era che la mia richiesta di ritiro sarebbe stato sospesa o incompleta e che non sarebbe mai stato effettuato alcun deposito sul mio conto bancario. Ho aspettato quattro mesi fino ad ora.”

Le truffe degli Exchange: esistono piattaforme serie?

Gerald Cotten Morte

Gerald Cotten, il defunto CEO di Quadriga CX

Questa è soltanto una delle tante storie di truffe che abbiamo dovuto riportare in anni di investimenti con le criptovalute. In questo caso Zou aveva richiesto il prelievo nel mese di ottobre. Quindi, Quadriga avrebbe avuto ben 3 mesi di tempo per liquidare la richiesta (il CEO Gerald Cotten è scomparso nel mese di gennaio 2019). Oltre 3 mesi di tempo per confermare ed inviare un prelievo sono un periodo che crediamo non sia accettabile.

Da tutti questi piccoli dettagli è possibile capire quanto sia pericoloso registrarsi sugli exchange. Gli exchange sono piattaforme da evitare assolutamente, in quanto non regolamentati, inaffidabili e con dei costi sensibilmente alti rispetto alle alternative. Ma esistono piattaforme serie per guadagnare con le criptovalute?

Per alternative stiamo parlando delle piattaforme di trading CFD (Contratti per Differenza): dei contratti che seguono in tempo reale il prezzo del sottostante. Esempio: il contratto CFD del Bitcoin è un prodotto finanziario il cui prezzo rappresenta la quotazione in tempo reale del sottostante Bitcoin.

Con i CFD delle criptovalute è possibile investire in qualsiasi crypto in totale sicurezza. Facciamo un esempio parlando della piattaforma di trading eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) , regolamentata CySEC e registrata CONSOB, attiva dal 2007 e con oltre 10 milioni di utenti.

Con eToro, le richieste di prelievo avvengono nel giro di 24 ore, senza dover aspettare mesi (o addirittura venire truffati, come è accaduto per gli sfortunati utenti di Quadriga). Clicca qua per aprire il tuo conto gratuito con eToro.

eToro è in assoluto una delle migliori piattaforme per investire con le criptovalute e molti altri asset class: azioni, materie prime, indici, ETF, Fondi d’Investimento. Su questa piattaforma non è previsto il pagamento di commissioni e viene fornito un conto di trading demo gratuito ed illimitato per esercitarsi e muovere i primi passi nei mercati finanziari.

Inoltre, con il sistema brevettato del CopyTrader possibile di copiare le mosse dei top trader delle criptovalute, coloro che guadagnano di più. Chi copia guadagna in base al rendimento del trader copiato ed il capitale investito su di lui. Clicca qua per conoscere il copytrader di eToro.

L'evoluzione dell'investimento in criptovalute e? rappresentata da eToro

L’evoluzione dell’investimento in criptovalute e? rappresentata da eToro

Su questa piattaforma esistono anche numerosi prodotti finanziari dedicati alle criptovalute, come il Crypto Portfolio (clicca qua per visitare la pagina dedicata a questo fondo speciale sulle criptovalute di eToro).

eToro Wallet

eToro Wallet

Per chi invece non vuole approfittare dei grandi vantaggi dei Contratti per Differenza, eToro mette anche a disposizione un Wallet (uno dei pochi wallet con regolamentazione e licenza ufficiale), per ricevere, inviare e conservare criptovalute con il proprio indirizzo. Il wallet è gratuito, per usarlo devi semplicemente aprire un conto con eToro cliccando qui.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento