Guide

Comprare Criptovalute su Binance con PostePay – Carta di Credito

Una delle tante possibili proposte presenti all’interno del settore crittografico, a permettere l’acquisto di criptovalute, è Binance. Si tratta di un intermediario nato ormai da molti anni, con all’attivo un volume sugli scambi colossale ed migliaia di utenti registrati. Ma come fare per comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito?

I sistemi di pagamento rappresentano ad oggi uno dei principali criteri di valutazione all’interno dei processi di scelta su un eventuale broker o piattaforma di scambio. Nel corso degli anni, oltre ai tipici sistemi basati su bonifico bancario e metodi tradizionali, i migliori exchange al mondo hanno implementato pagamenti digitali, con carta e molto altro.

Nel corso della guida focalizzeremo l’attenzione su diversi aspetti. Ecco di cosa parleremo:

  • Cos’è Binance e cosa permette;
  • E’ possibile comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito?
  • Quali soluzioni alternative per poter trattare su strumenti crittografici.

In tutto ciò, ricorderemo come oltre al sistema di acquisto fisico, ossia basato proprio sulla presenza degli exchange, ad oggi sia possibile anche fare trading su criptovalute, utilizzando broker regolamentati, quali eToro e molti altri.

A seguire altre piattaforme di trading professionali:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Cos’è Binance?

    Per chi non lo conoscesse, Binance rappresenta uno dei tanti exchange professionali presenti ad oggi sul mercato delle criptovalute. Vanta numerosi anni di esperienza nel settore ed ha fin da subito creduto nel colossale business degli strumenti crittografici, mettendo a disposizione un semplice accesso al mercato.

    Dispone infatti di una piattaforma interattiva, attraverso la quale chiunque ha la possibilità di registrarsi e procedere con l’acquisto delle proprie criptovalute di interesse. In altri termini, aggiungendo il proprio sistema di pagamento preferito, sarà possibile convertire un determinato quantitativo di valute reali (come ad esempio euro) contro un determinato quantitativo di criptovalute.

    In questo caso, le criptovalute acquistate devono necessariamente essere inserite all’interno di uno specifico portafoglio di archiviazione, che prende il nome di Wallet. A tal proposito, Binance dispone di un portafoglio di archiviazione di ultima generazione, integrato all’interno dell’exchange e che non necessita di alcun costo aggiuntivo.

    Di contro, si ricorda la presenza di commissioni variabili, da poter tenere a mente per ogni conversione all’interno della piattaforma. Ma quali sono le criptovalute che possono essere acquistate su Binance? L’intermediario permette di accedere ad un database ricco di strumenti crittografici, eccone alcuni:

    All’interno della stessa piattaforma, risulta inoltre possibile comprare anche Binance Coin, ossia il token di riferimento dell’interno ecosistema Binance, rappresentante sia uno strumento chiave all’interno dell’operatore, sia un assets crittografico a tutti gli effetti e scambiabile al pari di altre criptovalute.

    Oltre alla possibilità di acquisto, nel corso degli anni l’exchange ha aggiunto numerose funzionalità, come ad esempio il meccanismo di staking, la presenza di corsi e molto altro. Il business primario resta tuttavia la possibilità di comprare criptovalute.

    Come comprare criptovalute su Binance con PostePay – Carta di credito

    Adesso che abbiamo compreso nel dettaglio cos’è ed a cosa serve Binance, è possibile scendere maggiormente nel dettaglio su aspetti operativi. Una delle prime caratteristiche riguarda proprio la facilità con la quale l’operatore mette a disposizione l’accesso agli strumenti crittografici.

    Per comprendere come comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito, è importante partire dalle fasi preliminari, fino ad arrivare all’aggiunta dei propri metodi di pagamento preferiti. A seguire alcuni punti:

    • Registrazione;
    • Scelta sul metodo di pagamento;
    • Acquisto di criptovalute.

    Registrazione su Binance

    Prima di passare ai diversi sistemi di deposito, la fase preliminare attiene ovviamente la registrazione sulla piattaforma. La stessa può avvenire in due modalità differenti, ossia sia tramite sistema web desktop (tramite la sezione dedicata), sia tramite l’applicazione Binance per dispositivi mobili.

    L’exchange richiede l’inserimento dei propri dati personali, come ad esempio nome, cognome, strutturazione di una password da custodire con cura ed altri dati. La fase successiva, riguarda invece il processo di verifica della propria identità (conosciuto con l’acronimo KYC).

    Completato il processo di verifica, che richiede semplicemente l’invio di determinati documenti, si otterrà la valenza da utente verificato. A questo punto si ha la possibilità di procedere con le eventuali fasi successive.

    Scelta del metodo di pagamento su Binance

    Per poter comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito, o con qualsiasi altro sistema implementato all’interno dell’exchange, è richiesta la fase di deposito, attraverso la specifica funzione “Deposito/Fiat”. Come accedere alla stessa sezione? Ecco alcuni passaggi:

    1. Recandosi sulla barra posta in alto, all’interno della schermata ufficiale, risulta presente la voce “Wallet”, ossia “portafoglio”;
    2. Nella sottocategoria, è invece presente la voce “Wallet Spot”, contenente l’indicazione sul deposito e sui prelievi;
    3. A questo punto, la nuova schermata, permetterà di selezionare da una parte la modalità di deposito e dall’altra la modalità di prelievo.

    Selezionando la modalità di deposito, risulta possibile scegliere il sistema di pagamento preferito, che permette a sua volta di inserire valute Fiat (che possono essere euro, dollari, sterline e molto altro).

    Esistendo la possibilità di poter comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito, fra le tante modalità selezionabili, troviamo anche quella con carta. La propria carta di pagamento può quindi essere registrata all’interno della piattaforma, in modo da poter essere utilizzata anche per operazioni successive.

    Il saldo disponibile comparirà direttamente sul pannello di controllo in Wallet Spot. Completata la fase di deposito, l’utente ha la possibilità di procedere con la fase di acquisto a propria discrezione.

    Acquisto di criptovalute

    L’ultima fase attiene la possibilità di comprare criptovalute attraverso il deposito effettuato. In questo caso, dopo essersi recati presso la schermata di acquisto cripto, ogni utente può selezionare la conversione delle valute Fiat utilizzando la cassa presente all’interno dell’exchange (caricata in partenza).

    Oltre a poter visionare l’elenco completo ed aggiornato delle criptovalute, il negoziatore può selezionare il quantitativo, visionare il cosiddetto tasso di cambio, nonché le percentuali di commissione e procedere successivamente con la conversione. Due fra le tante criptovalute che permettono successive conversioni, in questo caso della tipologia Crypto to Crypto, sono Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).

    La funzione permette quindi di utilizzare le proprie criptovalute acquistate, per poter ottenere una conversione con altre criptovalute. Anche in questo caso l’exchange espone in modo chiaro e dettagliato la presenza delle commissioni sulle relative transazioni. Tutte le operazioni effettuate, compreso lo storico della cronologia ordini, può essere visionata all’interno del pannello di controllo personale.

    Sistemi alternativi per negoziare su criptovalute

    Come esposto all’interno dell’introduzione, oltre alla possibilità di poter comprare criptovalute in modo fisico, ad oggi risulta presente un sistema completamente innovativo, basato sul trading online. In questo caso, il trader, utilizzando specifici broker online, ha la possibilità di negoziare con le proprie criptovalute di interesse, senza possederle in modo fisico.

    Comprare criptovalute su Binance con PostePay - Carta di credito

    Cosa deriva da tutto ciò? A seguire alcuni punti:

    • Assenza di Wallet: la natura stessa del trading online tramite strumenti derivati (ossia CFD), fa si che operando con i broker di trading non vi sia bisogno di alcune custodia delle criptovalute e quindi di nessun portafoglio di archiviazione. In questo modo si resta inoltre “protetti” da eventuali attacchi informatici associati alla presenza di Wallet.
    • Possibilità di agire allo scoperto: l’operatività tramite CFD permette al trader di aprire due posizioni differenti, una al rialzo, ipotizzando eventuali aumenti sul valore ed una al ribasso, ipotizzando eventuali diminuzioni sul valore. Ne deriva la possibilità di agire anche in caso di eventuale flessione negativa dell’asset.
    • Assenza di commissioni: come esposto all’interno di molti dei nostri approfondimenti, tutti i principali exchange al mondo richiedono commissioni fisse sugli scambi e sulle conversioni. Contrariamente da ciò, i migliori broker di trading su criptovalute, non applicano commissioni fisse, ricordando la presenza di bassissimi spread.

    Tre piattaforme complete, che permettono di operare su criptovalute tramite contratti per differenza, in modo autorizzato e regolamentato, sono eToro, Capital.com e Treade.com.

    eToro

    Uno dei broker più conosciuti al mondo, rappresentante un operatore completo a tutti gli effetti, ma soprattutto regolamentato nel nostro territorio, è eToro (qui per la pagina ufficiale). Permette di accedere ad un numero molto vasto di strumenti crittografici, mettendo inoltre a disposizione numerosi servizi integrativi e di supporto.

    Può ad esempio ricordarsi la presenza di comodi grafici in tempo reale, per ogni singolo assets crittografico, nonché di numerose informazioni sullo strumento. Il trader, tramite la presenza di contratti per differenza, alla luce delle proprie analisi, può decidere di attuare una strategia al rialzo o al ribasso.

    Ecco come si mostra il CFD sul Bitcoin:

     

    Bitcoin CFD su eToro

    Scopri qui eToro

    La funzione manuale, ossia attinente proprie scelte strategiche, può essere parallelamente accostata alla presenza del Copy Trading. Rappresenta semplicemente una funzione innovativa, basata sulla possibilità di poter copiare reali operatori (ossia traders con esperienza), replicando fedelmente le medesime transazioni anche sul proprio portafoglio ordini. Il broker permette di iniziare anche tramite conto prova.

    Clicca qui per eToro ed il suo conto di prova

    Capital.com

    Un secondo operatore professionale, anche in questo caso in possesso di una piattaforma semplice da gestire, ma soprattutto regolamentata in Europa, è Capital.com (qui per la pagina ufficiale). Il broker vanta anni di esperienza nel settore e mette a disposizione un database con numerose criptovalute (se ne contano a decine).

    Cercare la propria criptovalute di interesse è molto semplice ed intuitivo. Recandosi all’interno della pagina ufficiale, il trader ha la possibilità di utilizzare la comoda barra di ricerche, per selezionare lo strumento a propria discrezione. La presenza di un pratico grafico in tempo reale, costantemente aggiornato, viene garantita a tutti gli utenti iscritti.

    Ecco come si mostra il CFD su Bitcoin presente sulla piattaforma:

    Bitcoin CFD su Capital

    Scopri qui Capital.com

    Oltre a mostrarsi un intermediario completo, specializzato quindi anche per le negoziazioni su criptovalute, garantisce a tutti gli iscritti una serie di servizi accessori. Fra questi ricordiamo la presenza di nozioni sul trading, di calendari economici (costantemente aggiornati), fino ad arrivare alla possibilità di iniziare tramite un conto demo, ossia basato su capitali non reali.

    Clicca qui per Capital.com

    Trade.com

    Un ‘ultima proposta all’interno del nostro approfondimento, è rappresentata da Trade.com (qui per la pagina ufficiale). La presenza delle dovute autorizzazioni, associate ad una piattaforma interattiva, funzionale, ma soprattutto molto rapida (nelle aperture, chiusure e modifiche), rappresentano alcuni dei principali punti di forza dell’intermediario.

    A completare il tutto, la presenza di numerosi strumenti crittografici, fra i quali sia criptovalute appartenenti alle prime generazioni, come ad esempio Bitcoin, Ethereum o Litecoin, sia assets di nuova emissione. Tutto ciò per permettere agli utenti registrati di avere a disposizione un maggior grado di diversificazione del proprio portafoglio.

    Ecco come si mostra il CFD su Bitcoin presente sulla piattaforma:

    Bitcoin CFD su Trade

    Scopri qui Trade.com

    Oltre ai sistemi di negoziazione presenti, sempre in riferimento ai contratti per differenza, si ricordano numerosi servizi di supporto. Rappresentano un valore fondamentale, soprattutto per gli utenti alle prime esperienze. A seguire alcuni punti:

    • Applicazione per dispositivi mobili
    • Consulenza gratuita con un professionista del settore
    • Grafici costantemente aggiornati
    • Assistenza professionale
    • Account di prova, a costo zero, senza nessun limite di tempo

    Clicca qui per Trade.com

    Come comprare criptovalute su Binance con PostePay – Carta di credito: Conclusioni

    L’attuale guida incentrata sulla possibilità di poter comprare criptovalute su Binance con PostePay – carta di credito, ci ha permesso di conoscere nel dettaglio uno dei tanti exchange presenti ad oggi nel settore degli scambi crittografici. Presentazioni iniziali, hanno lasciato posto ad approfondimenti in merito alla registrazione, alla fase di deposito e successivamente a quella di conversione.

    Comprare su Binance

    In aggiunta a ciò, per completezza, oltre alla presenza degli acquisti fisici (che come abbiamo esposto necessitano della presenza di Wallet di archiviazione), abbiamo ricordato la possibilità di poter fare trading su strumenti crypto. Tutto ciò tramite CFD, senza possedere alcuna criptovaluta in modo diretto.

    Tre piattaforme specializzate, in possesso delle dovute licenze, con un database contenente le principali criptovalute mondiali e con la possibilità di usufruire di un pratico conto simulato, sono state eToro, Capital.com e Trade.com.

    Piattaforma: etoro
    Deposito Minimo: 200€
    Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: capital
    Deposito Minimo: 20€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma Metatrader MT4
  • Decine di criptovalute
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    Domande Frequenti su comprare criptovalute su Binance con PostePay – Carta di credito

    E’ possibile comprare criptovalute su Binance con PostePay – Carta di credito?

    Binance rappresenta uno dei tanti exchange ad oggi presenti sul mercato e permette di depositare fondi sia con sistemi di pagamento tradizionali, come ad esempio bonifici, sia tramite carte.

    Dove vengono custodire le criptovalute dopo averle acquistate su Binance?

    Dopo aver confermato il processo di conversione fra valute Fiat a criptovalute, le stesse possono essere conservate ed archiviate all’interno di uno specifico Wallet integrato.

    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Francesco

    Lascia un Commento