News

Anche Polkadot può arrivare a Wall Street

Bitcoin ed Ethereum non sono le uniche criptovalute capaci di generare grandi ascese, anche Polkadot può arrivare a Wall Street.

Polkadot è giù noto a molti per essere uno dei progetti di finanza decentralizzata tra i più capitalizzati del mercato. Quello che però molti non conoscono ancora è che si sta facendo strada a gran velocità verso la Borsa di New York.

In che modo? Con l’introduzione delle aste su parachain, ovviamente!

Ma vediamo nel dettaglio cosa sta succedendo e soprattutto scopriamo se questo è un buon momento per comprare Polkadot prima che il suo valore ricominci a salire.

Polkadot verso Wall Street

L’introduzione delle aste su parachain è di certo una delle novità più attese nell’universo Polkadot.

Il loro arrivo potrebbe invertire il trend negativo che nell’ultimo mese ha colpito la blockchain, e portare sia il progetto che il suo token ad una vera e propria ascesa..

Secondo quanto comunicato sull’account Twitter del progetto, manca davvero poco alle Parachain Auction.

In base a quanto riportato nella scaletta, le Aste per parachain sono già state implementate su Canary Network del progetto Polkadot. Al momento sono in fase di test anche su Kusama.

Comprare Polkadot ora è una buona idea?

Probabilmente si. Il valore di Polkadot è ancora piuttosto provato dalle condizioni di mercato degli ultimi 30 giorni.

A questo si aggiunge che l’arrivo delle aste è ormai imminente, a completare il quadro. Non appena Kusama darà l’ok, si concretizzerà il prossimo grande aggiornamento per l’intero network.

A quel punto il valore dell’intero progetto Polkadot e del suo token DOT, potrebbero innescare una vera e propria ascesa.

In definitiva si prospetta un balzo di valore che non ha nulla da invidiare alle accelerate decise e improvvise di Bitcoin ed Ethereum.

Note finali

Polkadot potrebbe davvero arrivare a Wall Street. Di sicuro non è ancora arrivata ai livelli di Etherum, ma nonostante le differenze, al momento è  di una delle sue principali competitor.

Il fatto che anche il presidente di Capital2Markets Keith Bliss, abbia “sponsorizzato” Polkadot rispetto ad Ethereum, dimostra che anche gli investitori solitamente interessati agli altcoin stanno rifocalizzando la loro attenzione.

Questo nuovo interesse da parte di personaggi che hanno un certo perso in ambito DeFi, portebbe diventare un boost ulteriore al già annunciato ed imminente aumento di valore di DOT.

A questo punto non resta che chiarire un ultimo dettaglio: Qual è il modo migliore per comprare Polkadot? Ovviamente non esiste una risposta univoca a questa domanda.

Se l’obiettivo è quello di acquistare, spendere o scambiare Coin Polkadot è possibile rivolgersi ai migliori exchange di  criptovalute come Capital.

Se invece l’obiettivo è quello di negoziare Polkadot sfruttando le sue variazioni di prezzo e riducendo al minimo i rischi, la soluzione migliore viene offerta da eToro.

La piattaforma eToro offre infatti la possibilità di negoziare Polkadot con i CFD e sfruttare la vendita allo scoperto per ottenere profitti anche se il valore di DOT scende.

In più eToro offre in esclusiva il Crypto Copyfund, una modalità di trading automatico sulle criptovalute che permette di replicare gli investimenti dei migliori trader cyripto della piattaforma.

Insomma un ottimo modo per guadagnare mentre si impara dai migliori. Crypto Copyfund è disponibile anche demo, per metterlo subito alla prova è sufficiente accedere su eToro.

Ecco il link per attivare subito il proprio account eToro:

Clicca qui entrare in eToro ed iniziare a investire in sicurezza su Polkadot!

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento