News

Zk Scaling su Polygon: Novità in Arrivo per il Token MATIC

Nel corso delle precedenti giornate, grazie ad un post su Twitter da parte della stessa squadra di sviluppo del progetto, il team alla base di MATIC ha tenuto a ricordare la presentazione (che avverrà l’ormai vicino 9 dicembre) su numerose novità in arrivo. Una tra tutte, il cosiddetto Zk Scaling su Polygon.

Trattasi di un aggiornamento importante, che ha tutta l’aria di apportare novità e cambiamenti epocali nel mondo della blockchain. Un sistema innovativo che avremo modo di approfondire all’interno di questa mini guida, incentrata a tutto tondo anche sugli ultimi traguardi raggiunti dai progetti e dalle funzionalità già integrate nell’ecosistema.

Ecosistema che, in ogni caso, risulta fortemente ancorato ad un token con proprio valore e propria quotazione, che prende il nome di MATIC. Lo stesso ha avuto la capacità, nel giro di pochissimi mesi, di essere listato all’interno di broker e piattaforme di scambio professionali.

Una delle più rapide ad aver integrato Polygon (MATIC) è proprio eToro. Offre una piattaforma semplice da gestire, basata su funzionalità avanzate e con un database composto da oltre 40 strumenti di scambio crypto. Tutto ciò, potendo iniziare anche con un comodo account di prova a costo zero.

Zk Scaling su Polygon: Cos’è e come funziona

Secondo le prime informazioni presentate, Zk Scaling su Polygon rappresenterebbe un’integrazione ben oltre il semplice aggiornamento di sistema o sul network. Nel corso dei nostri tanti approfondimenti, abbiamo avuto più volte modo di visionare l’importanza di progetti che andassero a migliorare la scalabilità e velocità su Ethereum.

Entrando nel dettaglio della questione, Zk Scaling andrebbe a rappresentare un meccanismo di convalida del tutto innovativo, volto ad apportare qualcosa di nuovo anche rispetto al sistema PoS, che a sua volta ha rappresentato negli ultimi anni l’evoluzione più efficiente del meccanismo PoW.

La sigla Zk sta letteralmente per zero knowledge, concetto che può essere italianizzato con il termine “zero conoscenze”. Lo stesso nome deriva dal funzionamento stesso alla base del nuovo processo, il quale mira a migliorare aspetti sulla tracciabilità delle informazioni durante le validazioni all’interno del network.

Questioni che, in altri termini, si intreccerebbero con il tanto discusso aspetto della privacy, che all’interno di ambienti crittografici e su blockchain rappresenta sempre una materia di studio e di dibattito da parte di esperti e progettisti.

A bollire in pentola, nel grande calderone proposto da Polygon, una serie di altri aggiornamenti, fondamentali per lo stesso Zk Scaling, che potrebbe essere presentato proprio il 9 dicembre, durante il prossimo evento mostrato dall’ecosistema alla propria comunità.

Una notizia che mostra l’interesse di Polygon nel voler mettere in bella mostra gli studi ed i progressi ottenuti fino ad oggi. Ricordiamo inoltre il recentissimo lancio di V3 Hybrid Liquidity su Polygon da parte del noto exchange decentralizzato IDEX, volto ad offrire Scaling di secondo livello e soluzioni avanzate.

Novità importanti, legate ad un ecosistema con una solida comunità alle spalle e ad oggi presente in diversi settori, accomunati da innovazione e tecnologie di ultima generazione.

Conclusioni

Le questioni associate agli sviluppi ed alle nuove funzionalità su Polygon non possono che non collegarsi in modo diretto al token di sistema, ossia MATC.

Una criptovaluta in tutto e per tutto, che risulta ad oggi inserita all’interno di broker professionali e regolamentati, come ad esempio eToro (qui per la pagina ufficiale). Dispone di una piattaforma semplice da gestire e strutturata come un vero e proprio social.

Al suo interno, tutti gli utenti possono infatti interagire in modo dinamico, commentando e postando proprie idee a tutta la comunità. Il broker conta ad oggi milioni di utenti registrati ed un listino di criptovalute costantemente aggiornato.

Rapide ricerche, tramite la comoda barra posta in alto, permettono di individuare anche Polygon (MATIC) e successivamente di avviare strategie a propria discrezione. eToro rappresenta altresì un broker di CFD professionale, che permette di aprire posizioni di acquisto e di vendita tramite strumenti derivati.

Si ha sempre la possibilità di iniziare con un conto di prova gratuito e senza nessun limite di tempo. Basato su capitali virtuali, permette di provare qualsiasi strategia di negoziazione, senza correre rischi sul capitale reale. Da tenere a mente, oltre alla modalità manuale, anche la funzione Copy Trading.

Seguono alcuni punti sulla sua funzionalità:

  • l’utente seleziona trader reali all’interno della piattaforma;
  • associa i trader al proprio profilo ed al sistema Copy Trading;
  • può a questo punto ottenere le stesse aperture ed operazioni a mercato dei trader selezionati, il tutto in tempo reale ed in modo speculare.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento