News

Elrond Crypto (EGLD): Ecco le Novità che Aprono il 2022

Pubblicato: 4 Gennaio 2022 di Francesco

Elrond crypto, ossia token EGLD, è uno dei tanti asset crypto ad essere stato abbondantemente trattato nel corso dell’ultimo anno. Le novità e le funzionalità proposte dall’ecosistema di riferimento sono state numerose e ad oggi che il 2021 ha lasciato posto al 2022 esperti ed analisti cercano di tirare le somme.

Somme che vanno calcolate sulla base di tantissimi fattori, non soltanto associati ad EGLD quale asset crypto con proprio valore ed andamento, bensì anche trasversali, ossia associati in modo diretto alle funzionalità e le caratteristiche permesse dalle tecnologie del progetto.

Così come la maggior parte di ecosistemi similari, incentrati sul mondo della finanza decentralizzata, anche Elrond ha deciso di basare parte del proprio modello di business sul lancio di un vero e proprio exchange, che ad oggi prende il nome di Maiar.

Scopriremo i risultati raggiunti dallo stesso nel corso degli ultimi tempi. Prima di cominciare, ricordiamo come l’asset Elrond crypto (EGLD) possa attualmente essere individuato all’interno di tantissime piattaforme e broker professionali.

Risulta listata anche su eToro, broker storico, con all’attivo più di 41 criptovalute supportate e con una gestione altamente semplificata per gli utenti registrati.

Elrond Crypto: Come procedere l’exchange Maiar?

Al di là di Elrond crypto, ossia l’asset legato all’ecosistema, sono proprio i progetti associati alla rete (ossia al network Elrond) ad aver creato maggiore interesse nel corso degli ultimi mesi. Uno fra tutti, è proprio l’exchange Maiar. Di cosa si tratta?

Senza scendere troppo in tecnicismi, Maiar viene considerato uno dei DEX (ossia scambiatori decentralizzati) più moderni ed innovativi all’interno del settore della finanza decentralizzata. Ad oggi può contare su pochi mesi di attività, periodo relativamente ristretto rispetto ad altri exchange DEX storici, ma non per questo privo di obiettivi raggiunti.

Dallo stesso account Twitter ufficiale di Maiar DEX, la squadra di sviluppo ha mostrato ai propri utenti, così come appassionati ed estimatori dell’ecosistema, i risultati raggiunti dal momento del lancio del progetto fino alla stesura dei post proposti sul social. Entrando nel dettaglio, si parlerebbe di:

  • Aumento delle transazioni totali del 96%.
  • Oltre 2 miliardi di TVL, ossia valore totale bloccato. Rappresenta uno degli indicatori più analizzati all’interno di un exchange di nuova generazione (soprattutto se appartenente alla categoria dei DEX).
  • Un aumento dei wallet addresses, ossia in riferimento agli indirizzi, pari al 28%.
  • Percentuali in aumento anche nel segmento dello staking. Ossia la possibilità per gli utenti di poter congelare ed immobilizzare un determinato quantitativo di token, così da poter ricevere ricompense in cambio dell’attività effettuata.

Nonostante il lancio del DEX sia stato considerato in ritardo rispetto alla maggior parte dei progetti similari proposti sul mercato DeFi, Maiar ha ugualmente avuto la capacità di ottenere i suoi primi risultati.

Gli stessi post lanciati su Twitter, hanno avuto la capacità di generare decine di interazioni in pochissimi minuti. Reduce anche l’aumento degli stessi utenti registrati sulla piattaforma rispetto alle prime fasi di lancio dell’intero progetto.

Conclusioni

Notizia, quella appena esposta, che non può non collegarsi all’ecosistema di Elrond, ossia al suo network ed alle tecnologie associate. Un ecosistema ad oggi considerabile più completo ed associato ad una delle criptovalute più conosciute sul mercato: ossia EGLD.

Lo stesso token è stato listato all’interno di numerosi exchange e di tantissime piattaforme di negoziazione sul mondo crypto. Uno dei broker ad aver integrato lo stesso asset è eToro (qui la pagina ufficiale). Al suo interno, mette a disposizione comodi grafici in tempo reale, con i quali poter visionare le variazioni dei valori degli asset di interesse, così come tante funzionalità.

La gestione sulle negoziazioni può essere effettuata sia tramite modalità web desktop (ossia utilizzando un tradizionale browser) sia tramite l’applicazione per dispositivi mobili (offerta completamente a costo zero). Si può sempre decidere, a propria discrezione, se partire con un conto di prova gratuito e senza obblighi di caricamento fondi iniziali.

Tutto ciò associato ad un broker con oltre 10 anni di esperienza nel settore e che ad oggi è arrivato a supportare all’interno della propria sezione crypto più di 41 criptovalute. Su decine di asset, risulta possibile agire sia in modo diretto sul sottostante, sia utilizzare negoziazioni con strumenti derivati (ossia senza diventare possessore fisico degli strumenti crypto trattati).

Si ricordano inoltre:

  • assistenza professionale;
  • sezione tecnica, da poter utilizzare in modo diretto sui grafici in live;
  • spread bassissimi e competitivi rispetto alla concorrenza;
  • database con tantissimi strumenti di negoziazione;
  • piattaforma rapida nelle aperture, modifiche e chiusure delle posizioni.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento