News

Criptovalute: cresce la cautela tra i gestori di portafoglio

A seguito della recente volatilità dei prezzi dei bitcoin innescata da Elon Musk di Tesla e non solo, i gestori di fondi istituzionali dubitano ancora una volta sul futuro delle criptovalute come asset class.

UBS Wealth Management, Pimco, T Rowe Price e Glenmede Investment Management sono alcune delle aziende che nei giorni scorsi hanno espresso le proprie riserve sulle potenzialità degli investimenti in criptovalute. L’instabilità si è verificata dopo che Tesla ha dichiarato che non accetterà più pagamenti in bitcoin per i loro veicoli elettrici , a causa di problemi ambientali, e anche Musk ha fatto riferimento scherzosamente alla criptovaluta rivale Dogecoin, descrivendola come una “truffa ” quando ha partecipato al programma televisivo Saturday Night Live.

Prima di procedere ad affrontare l’analisi dell’argomento, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Criptovalute: Analisi situazione attuale

Come segno di estrema volatilità, il bitcoin è stato scambiato al di sotto di $ 44.000 lunedì, circa $ 20.000 in meno rispetto al massimo storico raggiunto solo un mese fa. L’ultimo incidente è avvenuto perché Musk sembrava suggerire su Twitter che Tesla ha venduto o venderà le partecipazioni che ha accumulato in bitcoin. In seguito ha chiarito che la casa automobilistica “non ha venduto bitcoin“.

Senza dubbio, il bitcoin ha guadagnato popolarità tra gli investitori negli ultimi anni e il trading di contratti futures è più liquido .

I regolatori statunitensi stanno anche esaminando l’approvazione dei fondi di scambio di criptovaluta.

Ma gli asset manager temono che, contrariamente a quanto previsto, le criptovalute non stiano diventando meno volatili  con il passare del tempo, né stanno offrendo agli investitori copertura contro le turbolenze azionarie o l’inflazione.

Nicholas Johnson, un gestore di portafoglio di materie prime presso Pimco, non è d’accordo con i sostenitori del bitcoin che lo elogia come un rifugio sicuro contro l’inflazione dopo che le criptovalute sono aumentate mentre l’oro è sceso.

l’ansia per le criptovalute si è intensificata questa settimana, quando un regolatore principale americano ha avvertito gli investitori che i fondi di investimento con l’esposizione a future bitcoin “sono un investimento altamente speculativo”, e ha avvertito i fondi di investimento che controllano la sua partecipazione al mercato criptovaluta.

Considerazioni finali

Sebbene le criptovalute siano evitate dai gestori patrimoniali, le oscillazioni nelle loro valutazioni sono una preoccupazione per il settore a causa del crescente potere dei trader al dettaglio di causare volatilità nel mercato azionario , noto come “effetto di sostituzione”.

Ovviamente continueremo ad occuparci della questione, ma se nel frattempo desideri investire in criptovalute in maniera sicura, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento