News

Crollo criptovalute: Bitcoin, Ethereum e le sfide che ci attendono per riconquistare la fiducia

È stato il più grande crollo di criptovalute degli ultimi anni. A metà della scorsa settimana, Bitcoin, Ethereumtutte le criptovalute hanno visto il loro valore quasi dimezzarsi in poco più di 24 ore. Un crollo senza precedenti da cui si stanno lentamente riprendendo, ma che ha fatto scattare tutti gli allarmi all’interno del mondo finanziario.

La volatilità è un concetto che sembra inscindibile dalle criptovalute ma sono tanti i fattori che possono spiegare la sua situazione, dai movimenti della Cina ai dubbi sul suo impatto ambientale.

La Federal Reserve inoltre, ha indicato che si sta avvicinando a una discussione sull’inasprimento della politica monetaria, poiché il dollaro ha tenuto contro l’euro e lo yen questa settimana.

L’oro è ampiamente considerato come una risorsa per proteggersi dall’inflazione, ma è importante ribadire il caso di Bitcoin. E un’altra criptovaluta, che potrebbe cadere in una nuova luce.

Prima di procedere ad affrontare l’analisi dell’argomento, è bene ricordare che è possibile negoziare tutte le criptovalute, in maniera sicura su piattaforme certificate come eToro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

Crollo delle criptovalute: la nuova opzione di copertura

Il caso di Bitcoin come copertura contro l’inflazione è stato discusso a livello estensivo, ma il recente declino ha sollevato ancora una volta critiche. Tuttavia, quando analizziamo i numeri, Bitcoin ha una storia diversa da raccontare.

Sebbene Bitcoin non trasporta una grande quantità di dati, qualunque informazione esibisca, tutte indicano un segnale prominente. Su base annuale, Bitcoin protegge gli investitori per l’85% delle volte dall’inflazione. Quando si tratta di una base biennale, Bitcoin è effettivamente l’89% del periodo. Infine, per un periodo di quattro anni, Bitcoin ha protetto gli investitori il 100% delle volte.

Bitcoin potrebbe non essere ancora la risposta all’inflazione, ma il suo posto è innegabile nella presente conversazione.

Ora, con Ethereum , può essere considerata un’inclusione a sorpresa.
Un malinteso con le risorse digitali è che le monete senza un’offerta fissa agiranno come valute inflazionistiche, il cui valore di mercato diminuirà nel tempo. Il massimalista di Bitcoin solleva regolarmente questa preoccupazione contro Ethereum, ogni volta che ETH è considerato una riserva di valore.

Mentre Bitcoin ha un’offerta fissa, Ether segue un programma di emissione fisso, in cui ogni blocco emette monete in circolazione. Indipendentemente dal numero di utenti attivi, dal numero di transazioni o dal prezzo di mercato dell’etere, l’offerta totale è programmata per aumentare gradualmente.

Tuttavia, è qui che diventa interessante. Per molto tempo, il programma fisso di emissione di etere ha subito modifiche. 4 anni fa, era 5 ETH / per blocco. Due anni prima, era di 3 ETH / blocco e attualmente è sceso a 2 ETH / blocco. Quindi, tecnicamente, l’offerta si sta riducendo e la domanda di ETH ha sicuramente superato la crescita dell’offerta.

EIP 1559 può cambiare tutto

Ethereum sta ora raggiungendo un punto in cui il protocollo a pagamento ridurrà ulteriormente l’offerta di ETH. EIP 1559 , il protocollo controverso ma molto atteso dovrebbe entrare in vigore nei prossimi due mesi e, a seconda dell’attività della rete, EIP 1559 potrebbe bruciare più etere attraverso le commissioni di base rispetto alla quantità di nuovo etere emesso in circolazione tramite miner premi di blocco.

Ora il risultato a lungo termine non è assolutamente garantito. Eppure, Ethereum sta iniziando a spuntare le caselle giuste e con Bitcoin può far conoscere la sua presenza, nel dibattito sulla copertura dell’inflazione.

Crollo criptovalute: Considerazioni finali

Ovviamente continueremo ad occuparci della questione crollo delle criptovalute semmai ce ne fosse bisogno, ma se nel frattempo desideri investire in criptovalute in maniera sicura, eToro è un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te
Iscriviti subito su eToro cliccando qui
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento