News

Bitcoin Sentiment: l’indice “Fear and Greed” in positivo

Da oltre una settimana il Bitcoin Sentiment torna a registrare valori decisamente positivi.

Si tratta di un dato confermato anche dall’attuale livello dell’indice Fear & Greed, che riporta le sensazioni del mercato.

Si tratta di un indice che assume valore numerico in una scala che va da zero, il livello della paura, al livello di avidità massimo che è 100.

Attualmente la valutazione di Bitcoin si attesta intorno a livello 73, che si può interpretare come un sano entusiasmo verso il token BTC.

Ma come si tradurrà questo valore sul mercato DeFi nell’immediato futuro? Prima di scoprire cosa aspettarci dalla prima delle criptovalute, vediamo come si è comportato il Fear & Greed negli ultimi mesi.

Bitcoin Sentiment: andamento 2021

A partire da Gennaio 2021 il Bitcoin sentiment tracciato dal Fear & Greed Index ha sempre mantenuto minimi al di sopra del 2020 e massimi tendenzialmente al di sotto di quota 80.

Fanno eccezione 2 mesi High Greed ovvero paura estrema che hanno seguito mesi di entusiasmo estremo.

In entrambe i casi le reazioni in termini di sentiment sono risultate esagerate rispetto a quello che era il reale andamento di Bitcoin sul mercato.

In genere quando quando l’entusiasmo eccessivo perdura troppo a lungo, sopratutto se non c’è una ragione che giustifichi un sentiment tanto positivo, segue un calo importante.

Si tratta esattamente della stessa dinamica che si è creata a partire dei massimi storici di aprile, che poi hanno portato al drastico calo successivo.

Dunque la correlazione esiste anche se effettivamente l’aggiornamento dei dati tende ad arrivare con circa 24 ore di ritardo rispetto all’andamento effettivo.

Insomma l’indice Fear & Greed non può essere preso in considerazione come valore predittivo, vista la sua fisiologica latenza, ma è comunque fornisce un’altra indicazione utile.

Se il valore di Bitcoin continua a rimanere nell’intorno di quota 73, quindi in un range di entusiasmo non eccessivo, non dovrebbero esserci cali drastici in vista.

Note Finali

Ad aprile 2021 al Bitcoin sentiment tracciato dal Fear & Greed che ha alternato entusiasmo estremo e paura estrema, è realmente seguita una ascesa ed un successivo calo. 

La previsione precedente all’entrata nella fase bearish di mercato, non è stata invece altrettanto accurata. Quello che doveva essere un breve calo, è invece diventato uno stallo durato mesi.

Oggi sulla base del Bitcoin sentiment si ipotizza che il prossimo price target di BTC potrebbe essere quello dei $70.000.

Non ci sono certezze dunque rispetto all’attendibilità di questa previsione. Esiste però un buon modo per minimizzare i rischi anche se dovessero verificarsi nuovi cali nel prezzo di BTC.

Si tratta della possibilità di investire in Bitcoin con i CFD messa a disposizione da eToro. Grazie a questo strumento derivato e infatti possibile ottenere profitto anche se le previsioni dell’indice Fear & greed dovessero essere disattese.

Per mettere subito alla prova questa modalità di trading crypto è sufficiente accedere ad eToro ed attivare il proprio conto con un deposito minimo di €50

Se invece non si è ancora certi sul da farsi, eToro offre la possibilità di fare trading sulle criptovalute anche in modalità demo.

Clicca qua per ottenere un conto gratuito su eToro.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento