News

Bitcoin rally più lungo da luglio: cosa aspettarsi dal BTC?

Pubblicato: 12 Gennaio 2023 di Francesco

Il Bitcoin rally più lungo da luglio è stato di recente confermato con l’ottenimento di ulteriori rialzi sul suo grafico di riferimento. Nonostante le tensioni ed un mercato non proprio dei migliori, la prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato ha segnato diversi sviluppi.

Nel corso delle ultime ore, ha ad esempio avuto la capacità di ottenere e superare l’ambizioso traguardo dei 18.000 dollari, considerato ampiamente psicologico dalla maggior parte degli esperti ed analisti del settore crittografico mondiale.

Un valore che, tornando indietro nel tempo, non veniva registrato dai primi di novembre. Un periodo di tempo non eccessivamente lungo, ma che se sommato alla progressione in aumento dal mese di luglio potrebbe significare molto.

Soffermiamoci quindi attentamente sulle ultime variazioni di prezzo, sottolineando la corsa al rialzo del BTC. Criptovaluta che puoi sempre individuare sulle migliori piattaforme di investimento crypto, come ad esempio eToro.

Ti permette immediatamente di creare un account e di accedere al comparto crypto, con tantissime criptovalute storiche e di nuova emissione, compreso il BTC. Puoi partire con la modalità reale caricando un deposito minimo molto discreto, da 50 euro.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin rally più lungo da luglio: ecco le ultime variazioni dei prezzi

Il Bitcoin rally più lungo da luglio evidenzia come il re delle criptovalute, assieme tuttavia a molte altre altcoin, stia cercando di riprendersi dal cosiddetto inverno delle crittografico. Un sinonimo di guarigione dai danni causati dal crollo di FTX e da altri fattori di influenza negativi?

Ancora presto per dirlo con certezza, anche se la spinta dell’asset fa ben sperare gli esperti e gli appassionati. Impostando un grafico infragiornaliero, nella sessione di negoziazione asiatica di giovedì mattina, l’asset ha raggiunto un massimo attorno ai 18.287 dollari.

Il BTC ha quindi guadagnato il 10% nelle ultime due settimane, riprendendosi del 4,2% in un range giornaliero, a 24 ore. Sulla scia di questi risultati, il fondatore di CappThesis, ossia il conosciutissimo Frank Cappellieri, ha ribadito che:

“BTC ha bisogno di sfruttare questa serie in modo simile se la sua tendenza al ribasso a lungo termine ha la possibilità di essere interrotta presto”.

Come accaduto già in passato, i periodi di crollo sostenuti del Bitcoin sono stati spesso sostituiti da forti recuperi. Il breakout potenzialmente in atto, dovrà tuttavia essere supportato dal mercato e dagli utenti che eventualmente decideranno o meno di dare fiducia alla criptovaluta.

Considera tuttavia come i risultati storici non possano mai essere garanzia di risultati futuri, soprattutto in un quadro di riferimento ancora ampiamente caratterizzato da instabilità sotto diversi aspetti. La recente crisi non può ad esempio non essere considerata fra i fattori di influenza.

Anche le variazioni del dollaro, ossia la principale valuta di scambio, sono secondo gli analisti una delle maggiori considerazioni da dover tenere a mente quando si avviano studi ed analisi sul BTC, o più in generale su tutto il segmento crittografico (almeno sugli asset a maggior market cap).

Note finali

I risultati sul Bitcoin non sono stati tuttavia gli unici positivi nell’arco delle ultime ore. La capitalizzazione di mercato totalitaria ha avuto la possibilità di raggiungere e di superare l’ambizioso traguardo dei 925 miliardi di dollari.

Certo, un dato che rapportato ai massimi storici significa poco e niente, ma considerando la direzione presa dal mercato nelle fasi finali del 2022, ha un altro significato. Sulla scia di un segmento in recupero, quote più alte sono state segnate anche da ETH ed XRP.

Ethereum ha ad esempio mantenuto e superato il livello di 1.400 dollari, con una progressione positiva del 5% in un range giornaliero. Il Ripple, ha invece mostrato una flessione in aumento del 6,5%, sempre nell’arco delle ultime 24 ore.

Se vuoi analizzare in autonomia Bitcoin, Ethereum, Ripple, così come tutte le altre criptovalute di interesse, puoi utilizzare una delle migliori piattaforme di investimento, come ad esempio eToro. È un broker regolamentato e da anni un riferimento per milioni di utenti.

Ti permette di accedere ad un listino con decine di asset crypto, presentati con i rispettivi grafici di riferimento. Puoi quindi piazzare le tue strategie, partendo da un ottimo account demo, oppure con la modalità reale, gestendo il tutto anche tramite app.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento