News

Bitcoin: il giorno più oscuro (ma gli speculatori festeggiano)

Oggi è una giornata nera per il Bitcoin e per tutti coloro che hanno creduto in questo progetto: la quotazione di Bitcoin è scesa infatti sotto la soglia psicologia degli 8.000 $ per Bitcoin. Insomma, il Bitcoin sembrava esserrsi rimesso in carreggiata, aveva superato di nuovo quota 10.000 $ dopo i crolli di gennaio, ma una serie quasi ininterrotta di cattive notizie hanno portato ad un nuovo crollo delle quotazioni. Il grafico qui sotto mostra l’andamento in tempo reale del Bitcoin.

Ma che cosa è successo di preciso? Ecco un riepilogo di tutti gli elementi che possono aver causato questo nuovo crollo del Bitcoin:

  • I liquidatori di Mt Gox stanno vendendo Bitcoin per pagare i clienti truffati anni fa da questo exchange
  • Faceboo e Google hanno definitavemente vietato le pubblicità legate al mondo delle criptovalute
  • Il Giappone ha chiuso alcuni exchange e ha fortemente limitato le operazioni di altri
  • SEC, Congresso USA, Commissione Europea, FMI stanno sbavando per imporre una ferrera regolamentazione al mondo cripto


Notiamo che, in teoria, molte di queste notizie potrebbero essere positive perché rendono l’ecosistema delle criptovalute più sicuro.
Tuttavia un tempismo assolutamente inopportuno ha depresso fortemente le quotazioni, già lontane dai massimi del 20 dicembre 2017 (20.000 $ per BTC). Questo tempismo fa sospettare molti analisti di possibili pressioni da parte del mondo finanziario, terrorizzato per la crescita esponenziale del Bitcoin. Noi non siamo soliti unirci alle teorie del complotto ma in questo caso viene veramente da dire che chi pensa male fa peccato però di solito ha ragione…

Gli speculatori festeggiano

E mentre gli holders stanno piangendo lacrime amare per le perdite elevate che devono mettere in conto (soprattutto coloro che sono entrati sui massimi) gli speculatori festeggiano alla grande.

Chi sono gli speculatori? Sono coloro che fanno trading di Bitcoin utilizzando piattaforme come Plus500 o eToro che consentono di guadagnare sia quando il prezzo del Bitcoin sale sia quando scende. Queste piattaforme hanno avuto un vero e proprio boom negli ultimi mesi anche perché sono le uniche che garantiscono la possibilità di operare sul Bitcoin con la protezione della regolamentazione europea.

E chi le ha usate in modo intelligente, andando al ribasso, adesso ha portato a casa elevati guadagni.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

2 Commenti

  • Chi sta guadagnando al ribasso con plus500 o etoro è un figlio di xxxxxx, stanno facendo soldi alcuni stanno diventando milionari ma lo stanno facendo male, sono come avvoltoi che si sono gettati sul Bitcoin per partecipare al banchetto solo che Bitcoin non è affatto morto e questi avvoltoi guadagneranno anche quando bitcoin riprenderà la sua corsa, ho una rabbia che giuro se prendo tra le mani uno di questi cani lo strangolo

    • BitBit calmanti e modera i termini, grazie. Bitcoin è un asset finanziario come tutti gli altri, io ci guadagno al rialzo o al ribasso come mi pare come faccio da 10 anni con molti altri asset valute, azioni e materie prime.

      I crolli non sono causati dagli speculatori, come l’articolo giustamente indica i crolli sono causati da una serie di circostanze avverse, volute o non volute che siano.

      Nel momento in cui le problematiche saranno risolte, il Bitcoin riprenderà la sua corsa e ovviamente io mi metterò al rialzo e guadagnerò anche al rialzo, senza per questo dovermi sentire in colpa.

Lascia un Commento