News

Bitcoin e materie prime: ecco cosa farà salire il prezzo di BTC

La correlazione che lega Bitcoin, materie prime e titoli di investimento tradizionali, si è dimostrata estremamente forte e stabile in passato.

L’unica eccezione a questo indissolubile legame si è verificata a marzo 2020, con lo scoppio della pandemia che ha generato il più grande crollo degli ultimi 30 anni.

Ma cerchiamo di capire ciò che accomuna questi 3 mondi in apparenza paralleli, ovvero: Bitcoin, Oro e Obbligazioni Statunitensi a 30 anni. Ma soprattutto cerchiamo di capire in che modo questo loro legame può fare da catalizzatore per la crescita di BTC.

Bitcoin, Materie Prime e obbligazioni

Procediamo con ordine partendo dal legame tra Bitcoin e la più nobile delle materie prime: l’oro. Fino all’arrivo del Covid-19 l’andamento della criptovaluta e quello dell’oro hanno tendenzialmente seguito le stesse traiettorie a rialzo.

Con l’emergenza però i possessori di Bitcoin e criptovalute in molti casi hanno dato fondo ai loro investimenti in moneta digitale in cambio di una più immediata liquidità.

Da allora la soda correlazione è andata via via scemando, fino a creare un distacco significativo tra i due andamenti.

Passiamo ora al legame tra Bitcoin e Bond, o meglio con le obbligazioni  statunitensi con scadenza a 30 anni. Parliamo di due asset diversi da qualunque punto di vista li si guardi, eppure le somiglianza di direzione sono al dir poco incredibili.

Chiariamo bene BTC e Bond non hanno gli stessi movimenti in termini di ampiezza, ma è verificabile che vanno sempre nella stessa direzione. In questo caso nemmeno la pandemia è riuscita ad interrompere la loro intesa.

Bond e crescita di Bitcoin

In che modo i rendimenti delle obbligazioni USA possono prevedere o guidare la crescita di Bitcoin?

I bond sono ottimi strumenti per analizzare i futuri andamenti di mercato, e visto che BTC ne segue la direzione è estremamente utile sapere dove ci porteranno.

Sull’onda dell’emergenza, la Federal Reserve ha stampato dollari ad un ritmo decisamente intenso.

Per mantenere stabile il Dollaro e rimandare gli effetti dell’inflazione, è stato necessario adattare a rialzo i tassi di interesse a breve.

Scelta che ha subito fatto salire i rendimenti dei titoli ad un anno, ma cosa è successo alle obbligazioni a 30 anni? I loro rendimenti sono precipitati.

Via via che i Bond cominceranno a riprendersi ed i tassi di interesse a salire, anche Bitcoin ricomincerà ad andare nella stessa direzione.

Note finali

Conoscere l’infallibile correlazione tra Bitcoin e Bond Usa a 30 anni fornisce un indicazione molto utile a chi vuole investire nel token BTC, anche in ottica di lungo periodo.

Ma come ci è utile questa informazione? E soprattutto come possiamo trarne vantaggio oggi? I tassi d’interesse e quindi i rendimenti a lungo termine inevitabilmente riprenderanno a salire, e questo ci garantisce che continuare a investire in Bitcoin resta ancora un ottima scelta.

Per quanto riguarda il modo migliore per comprare Bitcoin ora, il modo migliore è sfruttare il vantaggio di negoziarlo su broker CFD come eToro.

La ragione è presto detta: sfruttando i CFD è possibile guadagnare sulla differenza di prezzo. Quindi anche in questa fase in cui gli andamenti di BTC sono ancora esposti a ribassi.

A questo si aggiungono altri vantaggi che eToro offre ai trader che negoziano criptovalute sulla sua piattaforma: costi di negoziazione minori rispetto agli exchange e la possibilità di fare trading automatico.

Grazie al Crypto CopyFund eToro permette di copiare le scelte di investimento e i profitti dei migliori trader crypto della piattaforma, in modo gratuito ed automatico.

Per usufruirne è sufficiente accedere e creare in pochi minuti, il proprio account sulla piattaforma.

Clicca qui per accedere ad eToro ed investire su Bitcoin senza commissioni
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento