News

Shiba Inu in Correzione: Cos’è Successo al Meme Crypto SHIB?

Una delle notizie ad aver fatto più discutere appassionati ed esperti nel settore delle criptovalute, ha visto il recente Shiba Inu in correzione. Una criptovaluta che abbiamo imparato bene a conoscere nel dettaglio nei nostri tanti approfondimenti e che ritroviamo adesso dopo una serie di singolari notizie legate al mondo crittografico.

Solamente poche giornate fa, la notizia sull’ufficializzazione del Bitcoin come valuta legale in pieno corso di validità in El Salvador, aveva visto in modo parallelo numerose mutazioni all’interno del comparto crypto. Nel dettaglio, lo stesso BTC aveva mostrato flessioni in negativo, mostrate successivamente da numerose altre criptovalute, anche nel settore DeFi.

Nel corso del nostro approfondimento entreremo nel dettaglio della questione, focalizzando l’attenzione su Shiba Inu in correzione e suoi ultimi andamenti. Cos’ha pesato in tutto ciò? Può il ribasso del Bitcoin rappresentare una possibile risposta alla diminuzione sul valore di SHIB mostrata nelle ore precedenti?

Prima di continuare, teniamo a ricordare come lo stesso Shiba Inu (SHIB) risulti ad oggi disponibile all’interno di broker ed exchange regolamentati e professionali, come ad esempio eToro. Rappresenta un intermediario con la I maiuscola, privo di costi fissi (si applicano spread su CFD) e con numerose funzionalità degne di nota.

Shiba Inu in correzione: La criptovaluta perdere colpi, seguendo un rimbalzo

Ricollegandoci a quanto esposto in precedenza, in relazione alle tante notizie esposte sul comparto delle criptovalute, anche Shiba Inu ha mostrato una flessione negativa, che non veniva registrata ormai da molto tempo.

Prima di approfondire, ricordiamo come Shiba Inu rappresenti un ecosistema di nuova generazione, legato alla presenza di tre Token associati: SHIB (il più noto), BONE e LEASH. Al di là degli stessi, integra una serie di funzionalità innovative, incentrate sul mondo dei DEX (grazie a ShibaSwap), degli NFT e molto altro.

Fattori, questi, che avevano ultimamente permesso alla criptovaluta di ottenere traguardi importanti all’interno del suo grafico di riferimento.

Entrando nel dettaglio, impostando un grafico sul valore di Shiba Inu a due settimane (circa 14 giorni) è possibile constatare il recupero mostrato dall’asset fino ai cieca 0,0000075 dollari per unità al 6 settembre, secondo i dati proposti da alcuni dei migliori scambiatori online.

Nonostante lo stesso risultato, la notizia legata a specifiche criptovalute in rosso aveva portato diversi squilibri all’interno del mercato. Anche il valore di Shiba Inu, nel giro di pochissime ore, aveva mostrato rotture al ribasso su molti punti di supporto.

Nel dettaglio, è stato possibile assistere ad una discesa dapprima sotto il muro dei 0,0000065 dollari, successivamente dei 0,0000060, fino ad arrivare a 0,0000057 nella giornata dell’8. Nel corso delle ultime ore, tuttavia, una progressiva fase di recupero, aveva permesso un rimbalzo dello strumento, nuovamente al di sopra i 0,0000065 dollari per unità.

Andamenti, questi, che dimostrano e ricordano ad esperti ed analisti la pur sempre presente imprevedibilità dei mercati crittografici, a sua volta strettamente collegata con la componente del rischio e volatilità degli assets (andamenti al rialzo ed al ribasso).

Conclusioni

Come ricordato in precedenza, la criptovaluta meme Shiba Inu rappresenta un asset crypto a tutti gli effetti, con una propria quotazione ed un proprio andamento. Il suo sviluppo nel corso degli ultimi tempi le ha permesso di essere listata all’interno di numerosi operatori ed intermediari online.

Oltre alla possibilità di poter comprare Shiba Inu (SHIB) in modo fisico, ossia tramite scambiatori puri (exchange), ad oggi molte piattaforme professionali permettono di negoziare tramite strumenti derivati, ossia contratti per differenza.

Diversamente dallo scambio diretto, ossia basato sull’acquisto del sottostante, la negoziazione con CFD si basa esclusivamente su repliche degli andamenti. Ne deriva in primo luogo la non necessaria presenza di Wallet di archiviazione ed in secondo luogo la possibilità di poter agire sia al rialzo che al ribasso.

In aggiunta a tutto ciò, i migliori broker di CFD, come ad esempio eToro (qui per la pagina ufficiale), non richiedono alcuna commissione fissa, ricordando solamente bassissimi spread (ossia differenziale fra valore di vendita e di acquisto) sulle operazioni. Il tutto in modo autorizzato e regolamentato.

Il broker eToro, oltre a rappresentare un intermediario completo, integra una serie di funzionalità uniche nel loro genere. A seguire alcune delle più note:

  • Copy Trading: è un meccanismo di copia automatica, basato sulla possibilità di poter copiare reali professionisti del settore, il tutto ottenendo le stesse transazioni e le medesime aperture, chiusure e modifiche sulle posizioni.
  • Account demo, a costo zero, basato sul caricamento di capitali non reali, da poter utilizzare sul broker a propria discrezione.
  • Applicazione per dispositivi mobili.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento