News

QuadrigaCX: il co-fondatore non è Michael Patryn ma Omar Dhanani (ed è un criminale)

Ennesimo colpo di scena nella vicenda di QuadrigaCX. Quello che è successo nelle ultime ore ha a dir poco dell’incredibile e porta la credibilità degli exchange a livelli bassissimi se confrontati con soluzioni affidabili e regolamentate come quella di eToro (clicca qua per il sito ufficiale).

Patryn fondò l’exchange nel 2013 assieme a Gerald Cotten; quest’ultimo come saprete scomparve in India, insieme ai cold wallet che contenevano i Bitcoin dei clienti dell’exchange. Lo scandalo QuadrigaCX ha portato ad una perdita di circa 190 milioni di dollari per i suoi clienti.

QuadrigaCX- il co-fondatore non e? Michael Patryn ma Omar Dhanani (ed e? un criminale)

QuadrigaCX- il co-fondatore non e? Michael Patryn ma Omar Dhanani (ed e? un criminale)

Il Sig. Patryn nel 2016 abbandona l’azienda a causa di alcuni problemi interni all’azienda, fondando poi un’azienda Fintech in Canada e passando un periodo in Vietnam.

Michael Patryn (o meglio Omar Dhanani) avrebbe dunque prima cambiato la sua identità in Canada per nascondere i suoi crimini fatti negli USA, dove venne condannato per: truffa, furto e persino frode alle carte di credito.

Si pensa persino che Patryn (o meglio Dhanani) sia una delle persone che stanno dietro al sito di shadowcrew.com, in quanto venne persino implicato nel traffico di ben 1.5 milioni di carte di credito rubate e false.

Patryn, il quale afferma di non essere Dhanani nonostante le accuse, è al momento uno degli azionisti maggiori di Quadriga CX. La situazione è in questo momento molto delicata ed ai limiti dell’assurdo. Questa vicende mette nuovamente in luce come il mondo Fintech e degli Exchange di Criptovalute sia poco affidabile.

Com’è stato possibile affidare milioni ad un individuo che è a tutti gli effetti un criminale?

Comprare Bitcoin e Criptovalute con il massimo della sicurezza

Lo affermiamo da diversi anni ormai: gli exchange di criptovalute non sono assolutamente idonei per gli investimenti.

I broker regolamentati sono invece sicuri, in quanto sottoposti ad una rigorosa verifica continua dagli enti di regolamentazione. La piattaforma di trading di eToro (clicca qua per visitare la pagina ufficiale) consente di investire nel mercato del Bitcoin con il massimo della semplicità grazie ad un’interfaccia grafica chiara e pulita.

eToro è un broker regolamentato CySEC ed autorizzato CONSOB. La piattaforma di eToro è totalmente esente da commissioni, ed inoltre consente di investire sulle principali criptovalute sia al ribasso che al rialzo.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento