News

Nuova stabilità Bitcoin a 40.000 dollari? Ci si aspetta un nuovo rialzo?

I continui ribassi che sono stati registrati dal Bitcoin sul suo grafico di riferimento hanno portato esperti ed analisti a domandarsi in merito ad una possibile nuova stabilità Bitcoin a 40.000 dollari. Nel corso delle prime ore della giornata odierna, ossia 14 aprile, il valore del BTC mostrava quote medie in un range compreso fra i 41.000 ed i 41.500 dollari per unità.

Nel corso dell’ultimo semestre, che tiene quindi in considerazione gli ultimi tre mesi del 2021 ed i primi tre mesi del 2022, le variazioni dell’asset sono state numerose ed alquanto altalenanti. Uno degli andamenti medi più alti è stato registrato proprio nel corso del mese di novembre, periodo sostituto tuttavia da pensanti correzioni nelle settimane di dicembre.

Quali sono state le variazioni degli ultimi mesi? Il livello dei 40.000 dollari registrato nella giornata di ieri 13 aprile spaventa gli utenti rialzisti? Cosa spettarsi dal Bitcoin nell’ottica del breve e medio termine in un contesto storico così singolare?

Domande che approfondiremo a breve, non prima di aver ricordato come lo stesso BTC possa essere individuato all’interno di broker regolamentati ed autorizzati, come ad esempio lo storico e professionale eToro.

Nuova stabilità Bitcoin a 40.000? Quali le variazioni?

Prima di arrivare alla nuova stabilità Bitcoin a 40.000 dollari nella giornata di ieri, che è tuttavia stata già sostituita nel corso delle ultime ore da recuperi medi al di sopra i 41.000 dollari per unità, è bene ricapitolare le variazioni settimanali che hanno colpito l’asset.

Più nello specifico, nelle giornate del 4 e del 5 aprile i prezzi della criptovaluta si erano dapprima avvicinati 47.000 dollari, mostrando successivamente ulteriori rialzi nei pressi dell’ambizioso livello dei 48.000. Un rally in poche ore, che aveva posto l’attenzione sul possibile traguardo dei 50.000.

Il contesto economico e politico, soprattutto in riferimento ai principali mercati azionari, non è di certo dei migliori. A pesare in modo significativo, sono soprattutto le variazioni sull’inflazione, le modifiche sui tassi di interesse, così come gli scontri ancora in corso fra Russia ed Ucraina.

In un periodo così delicato, esperti ed appassionati del mondo delle criptovalute si chiedono se il Bitcoin riuscirà a distaccarsi o meno da questioni economiche esterne ed ottenere una volta per tutte la soglia dei 50.000 dollari (già ottenuta più volte in passato, anche di recente, dall’asset più capitalizzato al mondo).

Risulta tuttavia molto complesso andare ad escludere completamente gli eventi economici e politici in corso. Tutto ciò soprattutto considerando come il settore crypto continui a rappresentare un comparto molto considerato in questa crisi fra Russia ed Ucraina.

Nel corso di nostri approfondimenti, abbiamo ad esempio avuto modo di sottolineare gli studi condotti dagli esperti sul possibile uso (o meno) del BTC per sostenere le finanze russe in modo alternativo alla moneta legale, così come l’uso delle criptovalute per sostenere l’Ucraina con fonti benefiche e creazioni di organizzazioni DAO.

Note finali

Stimare possibili target price e previsioni sul Bitcoin, in un contesto così delicato, risulta quindi molto complesso per qualsiasi esperto in materia. Dal grafico in tempo reale, così come dallo studio degli andamenti storici, è possibile evidenziare una forte volatilità dell’asset.

Lo stesso andamento può essere constatato in modo autonomo all’interno delle principali piattaforme di negoziazione online sul settore crypto. Uno dei broker più professionali, a mettere a disposizione il grafico aggiornato del Bitcoin, con tantissimi indicatori analitici da poter utilizzare, è eToro (qui la pagina ufficiale).

E’ un operatore pienamente regolamentato nel nostro territorio, le cui licenze sono esposte in modo chiaro e trasparente direttamente all’interno della sezione informativa. La piattaforma integra un listino di asset sempre costantemente aggiornato, contenente ovviamente anche il Bitcoin.

Sullo stesso Bitcoin (BTC), il broker permette di effettuare due attività ben distinte: da una parte di negoziare tramite contratti per differenza (quindi puntare anche al ribasso con la vendita allo scoperto) e dall’altra acquistare l’asset in modo diretto (agendo sul sottostante in modo “reale”).

Si può sempre partire con un pratico account demo a costo zero ed illimitato nel tempo (basato sull’aggiunta di denaro virtuale, da poter utilizzare a propria discrezione). Si ricordano inoltre:

  • presenza del Copy Trading, che permette di selezionare Popular Investor reali (nell’apposita sezione) ed ottenere così le loro stesse attività in modo speculare e diretto;
  • assistenza professionale;
  • sezione tecnica, con dati sempre aggiornati;
  • app per dispositivi mobili;
  • sezione formativa con news ed articoli completi sul mondo del trading.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento