News

NEAR registra un picco nelle ultime 24 ore: analisi 30 novembre 2022

Pubblicato: 30 Novembre 2022 di Francesco

NEAR registra un picco nelle ultime 24 ore, segnando una delle corse più interessanti degli ultimi tempi, nonostante un mercato delle criptovalute in difficoltà e con molte altcoin in rosso, compreso quelle ad elevata capitalizzazione.

Per chi non lo conoscesse, NEAR è il token nativo della blockchain pubblica, basata sull’ormai noto meccanismo Proof of Stake, Near Protocol. Lo stesso continua ad essere ampiamente considerato dagli sviluppatori perché porta con se tantissime funzionalità e novità sul segmento blockchain.

Il recupero di NEAR ha destato sin da subito numerosi dibattiti, poiché dal mese di agosto l’asset aveva perduto oltre il 53% in pochissimo tempo, evidenziando un trend mediamente al ribasso. Ciò tuttavia non ha sorpreso, visto il down un po’ su tutto il segmento delle criptovalute.

Vediamo quindi di focalizzare l’attenzione sulle ultime variazioni del token NEAR, anche nel brevissimo periodo, non prima di averti ricordato che puoi sempre individuare, analizzare ed investire sulle tue criptovalute di interesse su piattaforme professionali come eToro.

Con la stessa puoi aprire subito un account, valutare il token sul pratico grafico in tempo reale e piazzare la strategia. Puoi partire subito con un conto demo, con 100.000 dollari virtuali a tua disposizione, senza alcuna scadenza.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

NEAR registra un picco: analisi prezzi nel breve e medio periodo

Per comprendere da vicino NEAR che registra un picco nelle ultime 24 ore, è bene partire dal principio e valutare in che modo si è mossa la criptovalute negli ultimi mesi, valutando in altri termini l’andamento storico e confrontandolo con i massimi e minimi pregressi.

Impostando un grafico a 90 giorni, ossia a 3 mesi, è possibile constatare come il prezzo di scambio dell’asset fosse pari a circa 5,20 dollari nella giornata del 12 settembre del 2022. Un traguardo raggiunto dopo il crollo estivo, che aveva ampiamente penalizzato la criptovaluta.

Dal 12 settembre, fino al momento di questa stesura, il trend del token è stato mediamente negativo, con una timida ripresa che avremo modo di puntualizzare a breve. Nello specifico, il 13 ottobre l’andamento dell’asset era già scivolato sotto i 3,10 dollari per unita.

Una progressione negativa continuata anche nelle settimane successive, con una rottura al ribasso dei 2 dollari (soglia considerata ultimamente psicologica per il token). Nuove incertezze ed un Bitcoin in calo, hanno poi spinto NEAR ad 1,53 dollari nella giornata del 28 novembre 2022.

Tornando al picco, nelle ultime 24 ore la quotazione di Near Protocol (NEAR) ha recuperato terreno, potendo essere scambiato ad 1,74 dollari al momento di questa stesura. Un valore che, sulla base delle analisi di siti professionali, come CoinGecko, evidenzia un recupero giornaliero del 7,1%.

Importante sottolineare come Near protocol abbia di recente confermato diverse partnership strategiche. Una delle più importanti, ha visto l’accordo con ESG Dao, ossia un protocollo di valutazione che misura il reale impatto mondiale di aziende, persone e società. Sinonimo di un ecosistema dinamico e pronto ad estendersi.

Considerazioni finali

Al di là delle variazioni di prezzo, è bene considerare come si stanno muovendo le altre metriche. Al momento di questa stesura, la capitalizzazione di mercato si assesta a $1,447,585,126, ossia un valore che gli permette di mantenere la trentaquattresima posizione in classifica.

Il volume sugli scambi nelle 24 ore, è invece pari a 147,912,158 dollari. In un contesto di mercato così instabile, con molte variazioni di prezzo, è fondamentale restare aggiornati sulle ultime oscillazioni della quotazione.

Per fare ciò puoi utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalle migliori piattaforme di investimento crypto, come ad esempio eToro. Si tratta di una piattaforma regolamentata e con reali licenze, che ti permette di investire su decine di asset in modo rapido ed autonomo.

Ha un deposito minimo molto basso, da soli 50 euro, che possono essere caricati anche tramite PayPal. Puoi tuttavia partire anche da un conto demo, ossia un account di prova con denaro virtuale, con 100.000 dollari, che puoi utilizzare senza alcun limite di tempo.

A seguire i passaggi per investire sul tuo token di interesse:

  • apri un account in pochi secondi;
  • verifica l’identità;
  • seleziona la criptovaluta;
  • valuta l’andamento ed inserisci la quantità;
  • attua la tua strategia.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento