News

Bitcoin approvato in Brasile come pagamento: ecco cosa sapere

Pubblicato: 30 Novembre 2022 di Francesco

Bitcoin approvato in Brasile come pagamento è una delle notizie più interessanti degli ultimi mesi, che ci fa tornare in mente il delicato percorso che El Salvador ha portato a termine in passato con l’introduzione del BTC nel proprio sistema monetario.

Il quadro normativo approvato è quindi completo sotto molti punti di vista e tratta un po’ tutto il comparto delle criptovalute, con un focus specifico sull’uso del Bitcoin (criptovaluta che sappiamo essere al primo posto per marker cap mondiale e fra le più note).

Un passo quindi importante, che tassella un nuovo evento storico per il Bitcoin, nonostante il periodo non sia di certo dei migliori, soprattutto sotto l’aspetto dei prezzi. Una notizia che ha quindi destato ancora più scalpore, così come molte domande da parte degli analisti.

Prima di approfondire, ricorda che puoi sempre acquistare ed ottenere Bitcoin reali utilizzando piattaforme di investimenti professionali ed autorizzate, come ad esempio eToro, ossia un operatore con reali licenze ed utilizzato in tutto il mondo.

Si differenzia rispetto alla concorrenza perché ti permette di iniziare senza grossi impegni, con un deposito molto basso, da soli 50 euro. Puoi in ogni caso partire con un account demo senza nessun vincolo e limite di tempo.

Clicca qui per aprire un account su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin approvato in Brasile come pagamento: cosa cambia nel sistema monetario?

Durante la giornata di martedì, direttamente da Brasilia, ossia la capitale del Paese, le votazioni dei legislatori con risultato maggioritario hanno approvato il nuovo quadro che andrà a dettare le regole sull’utilizzo del BTC in tutto il territorio del Brasile.

Nello specifico, al Bitcoin vengono assoggettati diversi utilizzi. Il primo, fra i più importanti, è il riconoscimento del BTC come rappresentazione digitale di valore, utilizzabile come metodo di pagamento approvato in tutta la nazione sudamericana.

In secondo luogo, il Bitcoin viene riconosciuto ufficialmente come possibile asset di investimento. Tutto il disegno di legge tratta quindi il mondo delle criptovalute, che dai legislatori sono state definite più volte “beni virtuali”. La firma del presidente permetterà al quadro di diventare legge.

Disegno di legge che risulta tuttavia differente rispetto a quello di El Salvador, perché in questo caso non rende il Bitcoin, assieme a qualsiasi altra criptovaluta, una moneta a corso legale nel Paese. Nel disegno di legge si parla anche di aspetti regolativi.

Si incarica ad esempio il ramo esecutivo di selezionare gli organismi preposti per la supervisione del mercato. Si ipotizza che la Banca Centrale del Brasile (BCB) sarà responsabile del sistema sui pagamenti Bitcoin e che il CVM sarà invece da controllore di supporto.

Non tutte le disposizione sarebbero tuttavia state approvate. Nello specifico, la commissione che ha giudicato l’intero quadro normativo ha proposto la bocciatura di una clausola che tentava di abbattere alcune tasse federali e statali sull’acquisto di macchine per Mining, ossia per l’estrazione di Bitcoin.

A poter beneficiare dei vantaggi, sarebbero stati solo gli operatori che avrebbero deciso di utilizzare fonti rinnovabili. Nonostante questa restrizione importante e sostenibile, la commissione non ha approvato la clausola.

Note finali

Al di là della clausola, la notizia sul Bitcoin resta fra le più interessanti degli ultimi mesi, perché il Brasile, territorio considerato sempre pro criptovalute, apre letteralmente le porte alla criptovaluta più capitalizzata al mondo.

I sistemi per comprare Bitcoin resteranno ovviamente gli stessi, grazie alla presenza dei migliori exchange al mondo. Anche in Italia, per te che sei un piccolo investitore, hai la possibilità di ottenere Bitcoin reali e conservarli in portafogli utilizzando piattaforme regolamentate.

Una delle più complete, con milioni di utenti registrati, è eToro. Con la stessa puoi subito aprire un account in pochissimi secondi, selezionare il Bitcoin, valutarlo sul grafico in tempo reale e piazzare successivamente la strategia a mercato.

Puoi partire con un deposito davvero molto esiguo, da soli 50 euro, oppure testare tutte le funzionalità della piattaforma con un ottimo conto demo illimitato e senza obbligo di deposito. Ti permette anche di provare il Copy Trading, con il quale puoi:

  1. accedere all’area dei top trader presenti sulla piattaforma;
  2. selezionare e seguire tutti i trader di interesse;
  3. ottenere in tempo reale ed in modo speculare le medesime operazioni a mercato dei trader seguiti.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento