News

MarketCap DOGE Sceso Rispetto ai Suoi Punti di Massimo

Nel corso degli ultimi mesi una serie di notizie hanno completamente stravolto il mondo delle criptovalute e la presenza di alcuni ecosistemi alquanto singolari. Il MarketCap DOGE sceso può in qualche modo legarsi alle esposizioni di Elon Musk, considerato fra gli uomini più ricchi del mondo?

Contrariamente dal passato, dove le criptovalute venivano viste solamente sotto un’unica accezione, ossia strumenti crittografici in cerca di un proprio posto all’interno del mondo della finanza moderna, ad oggi tutto è cambiato.

Si è infatti potuto assistere alla nascita di ecosistemi legati a criptovalute con reali scopi pratici, in grado di portare concrete soluzioni a sviluppatori, utenti di rete e molto altro. E poi ci sono loro, le meme Coin, ossia strumenti crittografici legati ad un meme, che hanno avuto la capacità di creare numerosi casi mediatici nel corso degli ultimi mesi.

Una delle criptovalute meme più conosciute è sicuramente DOGE, associata al suo ecosistema di riferimento Dogecoin. Raffigura l’immagine del cane Shiba Inu e per questo definita anche “la criptovaluta a forma di cane”.

Lo stesso strumento è stato ultimamente oggetto di dibattito all’interno di molti canali informativi, soprattutto nei riguardi del suo livello di capitalizzazione sceso per oltre il 60 % nel giro di poche settimane.

MarketCap DOGE sceso in poche settimane

Nel corso degli ultimi anni, il miliardario Elon Musk, uomo chiave in società quali Tesla e SpaceX, è stato più volte associato alla criptovaluta DOGE. È vero, alcune notizie create appositamente sul web si sono alla fine dimostrate non veritiere, ma altrettante sono state visibili direttamente all’interno di pagine ufficiali, una fra tutte Twitter.

Una delle ultime interazioni dell’imprenditore ha visto un commento al di sotto di un’immagine che raffigurava da una parte genitori sulla soglia dei 30 anni pronti ad investire nella loro nuova casa e dall’altra un ragazzo appartenente alle nuove generazioni, ponto ad investire nella criptovaluta di un cane.

Al di là di questo singolo post, esposizioni da parte di soggetti così rilevanti creano sempre scompiglio all’interno del settore, soprattutto se emessi all’interno di sezioni radiofoniche, televisive o social.

Nonostante tutto, nel corso delle ultime settimane, come evinto anche dalle informazioni presenti su CoinMarketCap, la capitalizzazione totalitaria dello strumento ha perso di quota rispetto ai suoi punti di massimo. Nella giornata del 7 maggio 2021, il valore capitalizzato ammontava a circa 88 miliardi di dollari.

Il MarketCap DOGE sceso ha successivamente visto, nella giornata del 22 giugno 2021, valori al di sotto i 25 miliardi di dollari. Trattasi quindi di un crollo subito in poche settimane, da associare alla discesa del suo prezzo unitario. Ricordiamo infatti come lo stesso MarketCap si basi sul valore totalitario degli strumenti e sul quantitativo circolante di assets.

A tal riguardo sono in molti a domandarsi se Elon Musk continuerà ad esporre nuove considerazioni e propri pareri sulla criptovaluta meme, o se si limiterà a guardare da dietro le quinte sviluppi successivi.

Conclusioni

Visionato il MarketCap DOGE sceso, è comunque possibile tenere a mente come la stessa criptovaluta, al momento di questa scrittura, venga posta in sesta posizione all’interno del ranking complessivo delle criptovalute, secondo lo stesso CoinMarketCap.

Nel settore crittografico, oltre alla presenza degli acquisti fisici, esistono sistemi che permettono di negoziare sia sul rialzo che sul ribasso degli asset? Si, trattasi dei broker di CFD, i quali danno la possibilità, senza detenere alcuna valuta in modo fisico, di aprire due posizioni:

  • Posizione al rialzo, nell’ottica di strategie rialziste
  • Posizione al ribasso, nell’ottica di strategie ribassiste

La stessa duplice opportunità non è presente tramite acquisto diretto, permesso solo tramite exchange. Nel caso dei broker di CFD, l’utente non è inoltre tenuto alla custodia degli strumenti crypto, potendo attuare proprie strategie in modo autonomo e personale.

Ma non tutti i broker sono uguali. La presenza di molti operatori truffaldini ha spaventato utenti ed appassionati. Per questo motivo, è bene andare alla ricerca solo di operatori professionali, in possesso delle dovute autorizzazioni e con anni di esperienza nel settore delle criptovalute.

Uno dei più conosciuti è il broker eToro, il quale dispone di un database costantemente aggiornato, all’interno del quale è possibile individuare anche lo strumento DOGE. La piattaforma permette di visionare un pratico grafico in tempo reale e di poter iniziare anche attraverso un vero e proprio simulatore demo gratuito.

Scopri qui eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento