News

La SEC ha appena citato in giudizio Kraken: Ecco il motivo

L’exchange di criptovalute Kraken è stato accusato di offrire sulla sua piattaforma oltre una dozzina di titoli non registrati e di “mescolare” gli asset aziendali con i fondi dei clienti.

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha presentato lunedì una denuncia di 90 pagine contro la piattaforma di scambio di criptovalute Kraken, riportando l’azienda al centro dell’attenzione legale dell’agenzia insieme ad altri giganti delle criptovalute.

La denuncia accusa Kraken di una serie di violazioni delle leggi sui titoli e di mescolare i fondi dei clienti con gli asset aziendali in modo tale da poter comportare perdite significative per entrambe le parti.

La SEC colpisce di nuovo In base a un comunicato stampa allegato della SEC, Kraken ha operato contemporaneamente come scambio, broker, dealer e agenzia di compensazione di titoli non registrati negli Stati Uniti, intrecciando tutti questi servizi tradizionali dal 2018.

In particolare, l’azienda ha realizzato profitti a nove cifre “facilitando illegalmente l’acquisto e la vendita di titoli di cripto-asset”.

Tali accuse ricordano quelle mosse dalla SEC contro Coinbase e Binance a giugno, menzionando molti degli stessi “titoli di cripto-asset” menzionati nelle denunce precedenti, insieme a nuovi token come ALGO, ATOM, COTI, MANA e OMG.

“La scelta di Kraken di trarre profitti illeciti a scapito della protezione degli investitori è qualcosa che vediamo troppo spesso in questo settore, e oggi stiamo rendendo Kraken responsabile della sua cattiva condotta e inviando un messaggio agli altri affinché si conformino”, ha dichiarato il direttore dell’applicazione delle norme della SEC, Gurbir S. Grewal.

Nelle rispettive difese, Binance e Coinbase hanno negato di elencare titoli sulla loro piattaforma, accusando la SEC di interpretare in modo eccessivamente ampio le leggi sui titoli.

Ad esempio, Binance ha paragonato le criptovalute coinvolte in un contratto di investimento a arance o carte collezionabili, non a contratti di investimento stessi che includono inherentemente un’aspettativa di profitto.

L’avvocato Sandy Seth ha sostenuto che gli argomenti della SEC non hanno merito né nel caso contro Kraken né in quello contro Coinbase, per motivi sostanzialmente simili.

“Contratti di investimento richiedono una qualche forma di interesse finanziario in un’azienda, ad esempio un’impresa comune”, ha argomentato. “Questo è anche il motivo per cui biglietti per eventi sportivi o concerti, automobili d’epoca o opere d’arte non sono considerati titoli”.

Commistione di fondi

Per quanto riguarda la gestione dei beni dei clienti, Kraken ha utilizzato un sistema di contabilità interna che metteva a rischio i fondi dei clienti, incluso il pagamento delle spese operative tramite conti che contenevano i fondi dei clienti.

L’agenzia ha notato che l’ispettore interno di Kraken ha affermato che le pratiche dell’azienda creavano “un rischio significativo di perdita” per i clienti. Ad esempio, l’ispettore ha scoperto che al 31 dicembre 2021, Kraken deteneva 33,6 milioni di dollari di fiat dei clienti nei suoi conti aziendali.

Le scarse misure di controllo interno dell’azienda avrebbero portato a carenze contabili per i beni dei clienti detenuti nel 2020 e nel 2021, identificate solo nell’agosto di quest’anno.

“Affermiamo che questi errori siano il risultato delle cattive pratiche di registrazione di Kraken e del mancato registro corretto delle transazioni a margine, sottolineando i deficit di controllo interno dell’azienda”, ha scritto la SEC.

A febbraio, Kraken ha pagato 30 milioni di dollari per risolvere le accuse della SEC relative al suo prodotto di staking, considerato un titolo non registrato.

Investi in crypto con una piattaforma sicura

Investire su crypto attraverso eToro offre agli utenti una piattaforma accessibile e user-friendly per entrare nel mondo delle criptovalute. eToro consente di acquistare e vendere Bitcoin in modo semplice, consentendo agli investitori di partecipare al mercato delle criptovalute senza dover gestire direttamente le complesse procedure di custodia delle monete digitali.

La piattaforma eToro è nota per il suo rispetto per le normative, per la sua interfaccia intuitiva, che facilita il trading di Bitcoin anche per coloro che sono nuovi al settore delle criptovalute. Gli utenti possono investire in Bitcoin sia in modalità reale che virtuale, consentendo loro di testare le proprie strategie senza rischiare fondi reali.

Clicca qua per aprire un conto su eToro.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento