News

Investitori Bitcoin del 2019 in profitto con BTC a 24.000$

Parlare di investitori Bitcoin del 2019 significa parlare degli acquirenti della prima criptovaluta per capitalizzazione di mercato che, poco più di 3 anni fa, hanno deciso di inserire il BTC nel proprio portafoglio. All’epoca il prezzo dell’asset era scivolato in un pesante down, sotto i 20.000 dollari.

Cosa significa tutto ciò? Dopo oltre 36 mesi di attesa, gli stessi utenti possono finalmente trovarsi in una situazione di profitto. Chi ha comprato Bitcoin 3 anni e mezzo fa ed ha tenuto il suo possesso per tutto questo tempo, può considerarsi molto coraggioso.

Rientriamo infatti in una specifica categoria di operatori che, nonostante il forte rialzo ottenuto nel 2021, con nuovi punti di massimo, ha ugualmente deciso di dare fiducia all’asset, aspettandosi rialzi successivi. Rialzi che non sarebbero tuttavia arrivati nel 2022.

Di contro, il mercato ha assistito ad un pesante crollo, con il cosiddetto inverno delle criptovalute. Dagli inizi del 2023 il Bitcoin, assieme ad altri asset, ha tuttavia iniziato a recuperare terreno, portando un sospiro di sollievo agli investitori Bitcoin del 2019.

BTC che puoi sempre individuare all’interno di piattaforme professionali del calibro di eToro. Con lo stesso accedi immediatamente ad un listino completo di asset, potendo acquistare Bitcoin ed altri token, conservandoli successivamente in un solido wallet di archiviazione.

Clicca qui per iscriverti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Investitori Bitcoin del 2019: la corsa del BTC porta positività

Tornando agli investitori Bitcoin del 2019, è curioso sottolineare come il prezzo medio di acquisto del BTC durante quell’anno fosse pari a circa 21.800 dollari. Chi ha acquistato successivamente, ossia nel 2020 e nel 2022, si troverebbe invece ancora in una zona di perdita.

In quel caso, la media era pari a 28.000 dollari ed il Bitcoin dovrà quindi ulteriormente macinare terreno prima di portare questa classe di utenti al guadagno. Situazione ancor peggiore per gli investitori del 2021. Il prezzo più dell’asset all’epoca fa sì che la situazione di profitto sia pari ad oltre i 38.000 dollari.

Discordo molto differente, è invece legato al 2019. Nel corso delle ultime ore il BTC ha avuto la capacità di schizzare sopra i 24.000 dollari, portando questa categoria di investitori ad un livello di profitto che non veniva registrato da diversi mesi.

Un traguardo che è stato possibile grazie a graduali recuperi della criptovaluta. Nella sessione di trading asiatica di lunedì, ossia oggi 30 gennaio 2023, la criptovaluta si è diretta rapidamente attorno ai 23.995 dollari per unità.

La spinta ha permesso all’intera capitalizzazione di mercato di salire del 2,2% circa, attorno ad 1,11 trilioni di dollari. Questo è uno dei dati più alti registrati da inizio anno ad oggi. Al momento attuale l’asset ha subito timide correzioni, su quote più basse.

Al momento di questa stesura, un Bitcoin può essere comprato per 23.083 dollari. Una perdita quindi vicina ai 1.000 dollari nel giro di pochissime ore, che evidenzia un mercato in stato di vendita, forse proprio per il raggiungimento delle quote di profitto per alcune categorie di possessori BTC.

Note finali

Come esposto, nel giro di pochissimo tempo abbiamo assistito ad un nuovo massimo storico annuale del Bitcoin, ossia un nuovo ATH e successivamente una brusca correzione, con estrema volatilità sul grafico di riferimento.

Date le variazioni repentine, è quindi opportuno rimanere concentrati sui prezzi e sulla quotazione dell’asset. Per fare ciò hai la possibilità di sfruttare tutti gli strumenti delle migliori piattaforme di investimento, come ad esempio eToro.

Con lo stesso puoi effettuare una rapida registrazione, accedere al listino di asset, selezionare il token di interesse ed avviare la strategia. Puoi investire sul Bitcoin in due diversi modi, sulla base delle tue esigenze operative:

  1. comprare Bitcoin reali, conservandoli all’interno di un pratico wallet, ossia portafoglio con sistemi di sicurezza e chiavi private;
  2. negoziare sul Bitcoin con contratti per differenza, ossia strumenti che replicano l’andamento del BTC, permettendoti di puntare anche al ribasso (con l’opzione di vendita allo scoperto), senza possedere alcuna moneta digitale in modo fisico.

La piattaforma ti permette sempre di iniziare con un ottimo account demo illimitato e con 100.000 dollari virtuali a tua disposizione. Per passare alla modalità reale, puoi invece caricare un deposito minimo molto discreto, da 50 euro.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento