News

Tendenze degli investimenti crypto del 2023

Il 2022 è stato un anno singolare sotto molti aspetti. La presenza della guerra in Ucraina, le parallele difficoltà economiche e le crisi che ancora si trascinano dalla pandemia del Covid 19, rappresentano solo alcuni dei tanti eventi da poter considerare. In tutto ciò, ci si chiede quali siano le possibili tendenze degli investimenti crypto nel 2023.

Se c’è una cosa che il 2022 ha dimostrato, è che il settore crypto necessita ancora di molte regole e di un’immagine migliore agli occhi degli appassionati. Con il crollo dell’exchange FTX, così come di molte altre società affini, i regolatori hanno iniziato ad approfondire su sempre più aziende.

Nel 2023 potrebbero quindi avvenire grossi cambiamenti sul mondo di gestire e di operare dei grandi exchange, nonché di tutti i gruppi internazionali che hanno come asset di scambio, o per oggetto, criptovalute e monete digitali.

Asset che, prima di approfondire, hai la possibilità di individuare su piattaforme di investimento regolamentate, come ad esempio eToro. Con la stessa puoi accedere ad un database completo ed aggiornato, valutare il tuo token di interesse e piazzare la strategia. È sempre possibile partire da un comodo account demo, senza alcun vincolo e limite.

Clicca qui per registrarti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Tendenze degli investimenti crypto: ecco quali aspetti considerare per il futuro

Sulla base di accurate indagini di mercato, un rapporto di OKX ha proposto 5 tendenze negli investimenti crypto del 2023. Eccoli descritti brevemente nel dettaglio:

  1. Ethereum al primo posto per maggior numero di sviluppatori. Si tratta sicuramente di uno dei progetti più ambiziosi degli ultimi tempi ed adesso che la tecnologia interna dell’ecosistema è passata dal Proof of Work al Proof of Stake, tutto è diventato più economico, più rapido e potenzialmente più efficiente. Il consumo di energia si è ad esempio ridotto del 99% e diversi OP layer 2 hanno ridimensionato la rete.
  2. I nuovi mercati in forte sviluppo. Trattasi in primo luogo della finanza decentralizzata (DeFi), che continua a macinare terreno, ma anche della Web3, ossia della nuova idea di Internet, così come della GameFi (finanza moderna associata al gaming) e del Play2earn, ovvero di giochi (molto spesso basati su blockchain), che permettono di guadagnare.
  3. NFT. Checché se ne dica della perdita di capitalizzazione dell’intero mercato, quello degli NFT è un settore ancora fortemente in corsa e con un considerevole interesse. Vale miliardi di dollari e diversi progetti sul nascere hanno ottenuto ottimi riscontri anche a partire dalle prime settimane del 2023.
  4. Focus sulle infrastrutture, che continuano a subire modifiche, anche sotto l’aspetto regolamentare. Ciò potrebbe permettere solo ai gruppi più solidi e che rispettano determinati requisiti, di continuare a lavorare.
  5. Sicurezza sulla catena. Nel 2022 il numero di attacchi informatici è salito in modo esponenziale, portando preoccupazione a milioni di appassionati. Nel 2023, gli occhi saranno quindi puntati su società che utilizzano sistemi di controllo avanzati, sul tracciamento delle operazioni, sul monitoraggio delle attività on-chain e sulle procedure di verifica delle risorse.

Considerazioni finali

Per te che sei un piccolo, medio, o grande investitore e vuoi puntare sul mercato crypto, è bene focalizzare l’attenzione su alcuni aspetti. Vista la presenza di molte piattaforme in difficoltà, ma soprattutto di truffe considerevoli, molti investitori si chiedono su quali operatori fare affidamento.

Da dove partire? Sicuramente dalla presenza di reali licenze ed autorizzazioni. Fra le tante piattaforme esistenti, una delle più complete è quella di eToro, ormai da anni un reale e concreto punto di riferimento, con milioni di utenti registrati.

Ti permette di investire sul mercato delle criptovalute in diversi modi. Puoi ad esempio comprare Bitcoin, Ethereum, o altri token ad alta e media capitalizzazione in modo reale, conservandoli successivamente all’interno di un portafoglio con diversi sistemi di sicurezza.

Ancora, puoi agire con contratti per differenza (CFD), per aprire posizioni di acquisto (al rialzo), o di vendita (al ribasso). Puoi altresì accedere ad una sezione innovativa per lo Staking di specifiche criptovalute appartenenti alla categoria PoS (Proof of Stake).

Nel caso non avessi capacità di studio, o tempo libero, puoi invece optare sul Copy Trading. Con lo stesso puoi accedere ad una lista di trader reali, selezionarli sulla base di molti fattori ed ottenere le loro stesse transazioni in tempo reale (anche partendo da un conto demo).

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento