News

Il Prezzo di Bitcoin scende ma Lightning Network sale

Nelle ultime settimane il prezzo di Bitcoin è sceso in modo significativo. Dopo aver toccato il suo massimo storico di sempre, il 10 novembre, a quota 69.000$, è iniziata una discesa che lo ha portato prima sotto i 64.000$, poi sotto i 60.000$, poi sotto i 55.000$ ed infine anche sotto quota 50.000$ a partire da sabato 4 dicembre.

In questo momento BTC perde il 30% dal suo massimo storico, ed il 16% rispetto ad una settimana fa, sebbene sia ancora del 151% superiore rispetto a dodici mesi fa. Quello che però stride molto a confronto di questa discesa è la diffusione di Lightning Network.  Ad esempio i nodi LN nell’ultimo mese sono passati da 17.800 a 18.900, mentre i canali sono passati da 80.000 ad 82.700.

Se vuoi investire in criptovalute, dovresti sapere che sulla piattaforma certificata eToro che troverai tanti servizi, tra cuiil CopyTrading o il CopyPortfolios. Aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50$.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Lightning Network: cosa succede

Certo, 82.700 canali LN in tutto il mondo sono ancora  molto pochi, ma ad inizio anno erano meno della metà. Quindi in meno di un anno sono più che raddoppiati, e nei soli ultimi 30 giorni sono aumentati di più del 3%.  Anche la capacità complessiva del network è in ascesa, passata nell’ultimo mese da poco meno di 3.200 a poco meno di 3.300 BTC, sebbene negli ultimi cinque giorni sia in calo.

Ad inizio 2021 la capacità era di soli 1.000 BTC, quindi in meno di un anno è più che triplicata. Bisogna tener presente che l’utilizzo di Lightning Network serve solo ed esclusivamente ad inviare BTC in tempi rapidi ed a costi ridottissimi, per ora, quindi la sua diffusione ad oggi si deve solo ed esclusivamente all’utilizzo di Bitcoin come mezzo di pagamento.

Anche confrontando tra di loro le performance complessive del 2021 da un lato del prezzo di BTC, dall’altro della diffusione di LN, sembra che i risultati ottenuti da quest’ultimo quest’anno siano persino maggiori rispetto a quelli del prezzo.

Secondo il CTO di Bitfinex, Palo Ardoino, il problema potrebbe essere legato alla paura che ha attanagliato il settore dei token digitali a livello speculativo. Infatti ha dichiarato: “Mentre la natura speculativa dell’ecosistema rimane in primo piano nella testa di molti partecipanti, sono stati fatti enormi passi in avanti nelle infrastrutture sottostanti e nei processi di pagamento. Lightning Network rappresenta probabilmente la DeFi nella sua forma più vera. A differenza di molte delle catene non-Bitcoin, che spesso hanno una componente speculativa basata sull’apprezzamento del token del protocollo, Lightning Network è interamente dedicata ai pagamenti ed alla creazione di servizi. La crescita tranquilla ma costante della rete quest’anno potrebbe non aver fatto fatto così tanto parlare di sé, ma dimostra la crescente forza dell’ecosistema, ed è in gran parte immune dall’impatto dei prezzi vorticosi”.

Lightning Network infatti non ha un suo token, perché non è altro che il protocollo con cui si possono spostare BTC senza dover registrare le transazioni sulla blockchain. È un puro strumento di utilizzo di Bitcoin, completamente slegato dalla speculazione sui mercati finanziari. Insomma, il protocollo Bitcoin continua ad avanzare poderosamente, a prescindere da quanto i mercati siano disposti a prezzare BTC.

Considerazioni finali

Se vuoi investire in criptovalute in maniera sicura la migliore opzione rimane eToro ,un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee. Inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • si può iniziare a investire sulle crypto partendo da soli 50$;
  • dispone di un conto demo per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Ottieni subito un conto su eToro
Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento