News

Hash rate di Bitcoin: aumento del 55% in 2 mesi

Con le oscillazioni del mercato delle criptovalute, quest’anno Bitcoin ha raggiunto diversi livelli inaspettati. L’inverno delle criptovalute, nella prima metà dell’anno, ha dato una scossa al principale asset crittografico. Di conseguenza, il prezzo di BTC è sceso a oltre la metà del suo valore a novembre 2021.

Ma nonostante la fluttuazione dei prezzi, l’hash rate di Bitcoin è salito dal suo calo a metà luglio. In un recente rapporto, l’hash rate di BTC ha raggiunto un nuovo massimo storico (ATH). Questa nuova posizione è arrivata in seguito all’ultimo aumento della difficoltà di mining.

Il significato della metrica dell’hash rate per la blockchain di Bitcoin è che fornisce informazioni sulla forza della rete in base al processo di mining BTC. Inoltre, mette in correlazione il numero di miner attivi e le loro apparecchiature di mining computazionali che lavorano sulla rete.

Molte persone creano un collegamento tra il prezzo di una criptovaluta e il suo tasso di hash per le mosse future. Ma in alcuni casi potrebbero esserci dei colpi di scena, come si è visto nelle scorse settimane per Bitcoin.

Prima di proseguire con l’analisi, ti consigliamo di comprare bitcoin usando solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

L’hash rate Bitcoin aumentato di oltre il 50%

Il prezzo di BTC è stato in battaglia negli ultimi mesi. A luglio è riuscito a malapena a mantenere la sua posizione intorno alla regione di $ 20.000. Tuttavia, l’hash rate di Bitcoin è stato a livelli più alti nelle settimane in cui stava lottando.

Di solito, durante i mesi estivi, le autorità di regolamentazione di diversi paesi influenzano le attività minerarie. Ad esempio, vietano ai minatori locali a causa della maggiore domanda di energia durante il periodo. Quindi, l’hash rate di BTC diminuirà. Il record per la stagione di quest’anno indicava un calo a 170 Ehash/s a metà luglio dal suo valore di giugno di 250 Ehash/s.

Ma mentre l’estate svanisce, la metrica sta riprendendo. In alcune settimane, l‘hash rate è aumentato di oltre il 50%, portandolo a un nuovo massimo storico di 265 Ehash/s lo scorso fine settimana.

La difficoltà di mining di BTC si riadatta dopo ogni 2.016 blocchi (due settimane). Questo riadattamento è necessario per mantenere la rete nella posizione corretta. Ciò significa che la blockchain di Bitcoin manterrà la produzione del suo blocco in soli 10 minuti.

Quindi, attraverso la regolazione della difficoltà di mining, sarà difficile per i minatori operare quando ce ne sono molti collegati alla rete. Al contrario, sarà più facile estrarre quando il numero di minatori diminuirà.

La difficoltà di mining è attualmente a 30,98 T, mentre il successivo riaggiustamento avverrà in meno di 24 ore. Secondo i dati di BTC.com, la metrica potrebbe essere di nuovo positiva e mostrare un aumento fino al 3%. Con molti minatori offline durante l’estate, la difficoltà di mining ha indicato riaggiustamenti più negativi. Ma la tendenza è cambiata il 31 agosto per fornire il valore positivo più alto per la metrica da gennaio di quest’anno.

Considerazioni finali

In conclusione, come sempre, desideriamo ricordarti che per investire in Bitcoin eToro rimane la soluzione più affidabile. Si tratta, infatti, di un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • ha spread bassi;
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento