News

Furto Bitcoin in Sudafrica: 3 regole per investire rimanendo al sicuro

Dietro al più grande furto di Bitcoin di sempre c’è l’agenzia Africrypt, una società sudafricana che avrebbe dovuto occuparsi di investimenti in criptovalute per conto di terzi.

I due giovanissimi fratelli fondatori della piattaforma, Ameer e Raees Cajee, hanno invece pensato bene di scappare con i soldi dei loro risparmiatori.

L’importo sottratto agli investitori ammonta a 69.000 Bitcoin, un bottino che al cambio corrisponde ad valore di oltre 2,2 miliardi di dollari.

Per questo motivo i due fratelli Cajee, di appena 17 e 20 anni, sono attualmente ricercati in tutto il mondo.

Ma vediamo cosa è successo nel dettaglio e se esiste un modo per azzerare il rischio che un furto del genere possa ripetersi ancora.

Furto di bitcoin e attacco hacker

In realtà la fuga di fondi è iniziata già diverse settimane prima che i due fratelli sparissero nel nulla.

Già ad aprile i dipendenti della società si erano accorti che qualcosa non andava, quando l’accesso ai sistemi di backend è stato improvvisamente bloccato.

Africrypt è stata vittima di un attacco hacker! Questa è stata la pronta spiegazione di Ameer, COO della piattaforma, che ha rassicurato impiegati e investitori invitando tutti a non denunciare nulla.

Cajee ha motivato la sua “insolita” richiesta, spiegando che l’interferenza da parte di avvocati o forze dell’ordine avrebbe solo rallentato il recupero dei fondi.

Per settimane nessuno degli investitori ha messo in dubbio la veridicità della bizzarra spiegazione, fino quando i due fratelli hanno smesso di rispondere alle richieste di chiarimento.

Solo allora la storia dell’attacco hacker si è rivelata per ciò che era davvero:  una buona scusa che ha permesso ad Ameer e Raees di guadagnare tempo e riciclare senza interferenze i coin sottratti.

Prima ancora che qualsiasi indagine di polizia iniziasse il suo corso, i bitcoin rubati sono stati “ripuliti” attraverso servizi di mixing illegali.

Questo significa che il denaro sottratto non era più rintracciabile già da un bel pezzo.

Furto di bitcoin: ecco 3 consigli per difendersi

Quella di Africypt ha davvero dell’assurdo e per evitare che una situazione del genere possa verificarsi nuovamente è necessario attenersi a 3 regole fondamentali:

  1. Fare attenzione a chi si affida il proprio denaro scegliendo di affidarsi solo a piattaforme autorizzate e regolamentate
  2. Gestire direttamente le proprie chiavi senza ricorre ad investitori intermedi su cui non si ha alcun controllo
  3. Se necessario rivolgersi alla polizia, una tempestiva apertura delle indagini da parte delle istituzioni può cambiare le sorti di una truffa

Di primo acchito queste 3 regole possono sembrare piuttosto banali, ma se rispettate permettono di tenersi al riparo da investimenti fraudolenti e personaggi senza scrupoli.

Note finali

Nel caso Africrypt è indubbio che l’inesperienza è l’ingenuità da parte degli investitori, abbia giocato un ruolo fondamentale nella riuscita del furto.

Fiducia incondizionata verso operatori senza alcun tipo di regolamentazione e l’ingenuità di non rivolgersi alle autorità, hanno facilitato fin troppo le cattive intenzioni dei suoi ideatori.

Nessun investimento è esente da rischi, ma esiste un modo per investire in criptovalute senza rischiare che qualcuno ci derubi? La risposta ovviamente si, e la soluzione più immediata è quella di affidarsi a piattaforme sicure e regolamentate come eToro.

La piattaforma eToro è sottoposta alla vigilanza e alla tutela di CySEC, l’authority di vigilanza di Cipro che protegge gli investitori, concedendo licenza solo a intermediari seri e costantemente monitorati.

Ulteriore vantaggio della piattaforma è l’esclusivo Crypto CopyFund, una funzionalità di trading automatica e gratuita, che permette a chiunque di copiare strategie e profitti dei migliori investitori crypto di eToro.

Si tratta perciò di un’ottima alternativa, adatta anche a chi non ha esperienza nel trading, ma non vuole rinunciare all’opportunità di investire e guadagnare con Bitcoin e le altre criptovalute.

Il crypto CopyFund di eToro è disponibile anche in modalità demo. Per scoprire subito come funziona e iniziare a replicare i risultati dei top trader crypto è sufficiente registrarsi gratuitamente alla piattaforma.

Clicca qui per creare subito il tuo account eToro.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giancarla Basile

Lascia un Commento