News

ETF Bitcoin [BTC] pronto per il grande ritorno dopo la nomina del nuovo commissario SEC?

Mentre il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump sta continuando il suo ingresso nelle istituzioni federali e governative, la prospettiva di un ETF Bitcoin [BTC] si sta avvicinando. Il più recente candidato alla Commissione per gli strumenti finanziari e gli scambi negli Stati Uniti, Elad Roisman, potrebbe ribaltare lo stato delle cose riguardo all’approvazione del fondo.

Il rigetto dell’ETF di Winklevoss si è verificato in un rapporto di divisione 3-1, con il Commissario Hester Peirce che ha sostenuto con forza l’approvazione del fondo. Anche Roisman ha esperienza simile a quella di Peirce, in quanto è Consigliere capo del comitato bancario del Senato e si è formato sotto la guida del Commissario Daniel Gallagher, che è un sostenitore dell’innovazione nel settore FinTech. In passato, Roisman ha dichiarato:

“È importante per la SEC, se hanno regole sui libri, per farli rispettare. Non c’è posto nei nostri mercati per i cattivi attori “.

Si tratta quindi di una grandissima novità per la criptovaluta del Bitcoin [BTC].

Inoltre, nella sua testimonianza alla SEC, ecco quello che ha dichiarato:

“La SEC deve esaminare e riesaminare le sue regole, regolamenti e linee guida per assicurare che stiano ancora lavorando come previsto per compiere la missione della SEC. Di recente si è manifestato in settori come la protezione dei dati e la sicurezza informatica, nonché l’emergere di nuovi investimenti e tecnologie come le offerte iniziali di monete e blockchain. È essenziale che la SEC affronti queste nuove sfide in modo equo e trasparente. [e] fornire certezza e chiarezza ai mercati e agli investitori “.

Ciò richiama parallelamente le affermazioni di Hester Peirce, in cui sosteneva che l’ETF Winklevoss avrebbe dovuto essere approvato in conformità con la legge sugli strumenti finanziari e gli scambi del 1994.

Dopo il ritiro del commissario Kara Stein a dicembre, alla SEC sarà presente un solo commissario, il candidato democratico Robert Jackson Jr., che non ha dimostrato alcun tipo di sostegno nei confronti di un ETF o di criptovalute in generale.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento