News

Donna perde $ 43.000 dopo aver subito una truffa bitcoin

Una donna residente nella città di Buffalo, situata nel nord dello Stato di New York negli Stati Uniti, ha perso $ 43.000 dollari in quanto vittima di una truffa bitcoin. La vittima ha affermato di aver perso ila sua pensione. 

Prima di proseguire con la notizia, vi consigliamo di investire in criptovalute solo su piattaforme sicure e legali come eToro , in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrete anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

Truffa bitcoin: l’infermiera perde 43.000$, tutta la sua pensione

La vittima della truffa ha preferito l’anonimato, anche se ha rivelato di essere un’infermiera in pensione che si manteneva con un lavoro part-time. E’ stato proprio sul suo computer di lavoro che si è accorta che si apriva una finestra pop-up in cui veniva avvertita che l’attrezzatura utilizzata era bloccata e che per risolvere il problema doveva chiamare un numero di telefono incluso.

La donna quindi ha immediatamente chiamato il numero indicato, dove le è stato detto che il suo conto in banca era stato violato e che avrebbe dovuto spostare lì i soldi che aveva, non appena possibile, come riportato dai media locali.

Quindi senza esitazione per un attimo, la donna ha provveduto a prelevare in contanti i 43.000 dollari che aveva nel suo conto, equivalenti a poco più di 1 bitcoin, al prezzo della criptovaluta di oggi.

Successivamente, l’infermiera in pensione ha proceduto a seguire le istruzioni che aveva ricevuto da un presunto agente bancario. Quindi, ha finito per trasferire $ 13.500 a una banca situata nell’Asia orientale e depositare $ 29.500 in uno degli sportelli automatici bitcoin situati a Fastrac su Bailey Avenue a Buffalo.

La donna  poco dopo si rese conto che il denaro non era più in suo possesso.

La donna è stata anche accusata di aver concesso agli hacker l’accesso al suo computer di lavoro e di conseguenza è stata licenziata dal suo lavoro part-time. “Questa è criminalità organizzata. È alle prese con una sofisticata operazione criminale”, ha affermato il direttore della prevenzione delle frodi di AARP Kathy Stokes in una dichiarazione a WKBW. “Hanno i soldi, il tempo, il playbook, hanno dipendenti e siamo noi contro di loro”.

Truffa bitcoin: considerazioni finali

Se desiderate investire in criptovalute vi ricordiamo che il modo più semplice e sicuro rimane eToro il quale presenta spread bassi, dispone di un conto demo gratuito e della funzione di copytrading. E poi per aprire un conto reale bastano solo 50 euro.

Iscriviti subito su eToro cliccando qui

 

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento