News

De Beers userà la blockchain per controllare i diamanti

La società Anglo Americana De Beers, leader assoluto nell’estrazione e commercializzazione di diamanti, ha detto che ha tracciato 100 diamanti di alto valore dal minatore al rivenditore usando la blockchain, nel primo tentativo del suo genere di eliminare gli intermediari nella catena di fornitura dei diamanti.

De Beers, il produttore di diamanti più grande del mondo per il valore delle sue gemme, ha guidato gli sforzi dell’industria per verificare l’autenticità dei diamanti e assicurare che non provengano da zone di conflitto in cui le gemme possono essere utilizzate per finanziare la violenza.

In un comunicato ufficiale, l’azienda ha dichiarato:

Una traccia digitale immutabile e sicura è stata creata per una selezione di diamanti grezzi estratti da De Beers mentre passavano dalla miniera alla taglierina e lucidatrice, quindi fino a un gioielliere.

de beers blockchain

Cinque produttori di diamanti hanno collaborato con De Beers allo sviluppo della piattaforma blockchain denominata Tracr, che sarà lanciata e messa a disposizione del resto del settore alla fine dell’anno, ha detto la società. I produttori coinvolti nel progetto pilota erano Diacore, Diarough, KGK Group, Rosy Blue NV e Venus Jewel.

Il progetto pilota è stato annunciato a gennaio e si è concentrato inizialmente su pietre più grandi. Blockchain è un database condiviso di transazioni gestite da una rete di computer su Internet che è meglio conosciuta come il sistema alla base del Bitcoin.

L’amministratore delegato di De Beers, Bruce Cleaver, ha dichiarato:

Il team del progetto Tracr ha dimostrato che può tracciare con successo un diamante attraverso la catena del valore, fornendo una garanzia di tracciabilità delle attività in un modo che non era possibile prima.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento