News

Bitcoin rimbalza dopo il G20

Finalmente buone notizie per il Bitcoin: il valore della criptovaluta è infatti rimbalzato sui minimi dopo le voci che arrivano dal G20 di Buenos Aires. In particolare, in questo momento il Bitcoin è quotato sulle principali piattaforme di negoziazione a 9120 dollari, con una buona crescita messa a segno negli ultimi 2 giorni. Il BTC ha guadagnato, per dire, 700 $ nel giro di poche ore, una vera e propria corsa all’oro che non si vedeva più dai tempi dei massimi di Dicembre 2017.

Ma che cosa è stato deciso nel corso del G20? Che cosa ha scatenato la corsa del Bitcoin? La notizia positiva è che non è stato deciso nulla. I grandi dell’economia e della finanza mondiale hanno preso atto che il Bitcoin non è una minaccia alla stabilità finanziaria internazionale e quindi, almeno per il momento, non saranno presi provvedimenti che potrebbero danneggiare la criptovaluta.

Probabilmente c’è stata una battaglia feroce (ma questo non ce lo racconteranno mai) tra chi voleva in qualche modo assecondare le forti pressioni che arrivano dal mondo delle banche, letteralmente in panico per la cresita del fenomeno Bitcoin, e chi invece voleva garantire la libertà di scelta ai cittadini del mondo sviluppato.

Per il momento ha vinto il secondo partito ma è bene stare attenti perché la lotta è ancora in corso. Ricordiamo che il Bitcoin era crollato, nei giorni scorsi, proprio perché sembrava che il partito più legato al mondo delle banche stesse per prendere il sopravvento nel corso del G20. Eventuali provvedimenti restrittivi avrebbero dato un durissimo colpo alle quotazioni del Bitcoin, già depresse per le massiccie vendite effettuate dai liquidatori di Mt Gox e per numerose restrizioni imposte in vari paesi del mondo, dagli USA alla Corea del Sud passando per il Giappone.

La salita delle quotazioni ha dato un attimo di respiro agli holders, coloro che accumulano Bitcoin, che stavano accumulando grosse perdite, soprattutto se entrati in un momento in cui le quotazioni erano ai massimi. Come sempre gli speculatori, coloro che approfittano delle quotazioni con piattaforme come Plus500, festeggiano per i grossi guadagni ottenuti (moltiplicati spesso anche con l’effetto leva). Loro, comunque, guadagnano anche quando il Bitcoin scende andando al ribasso!

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento