News

Bitcoin e stime di PlanB: 100k dollari prima di Natale?

Mancano davvero pochissime ore al Natale e gli occhi di esperti ed analisti sono puntati sugli andamenti del Bitcoin e sui possibili target price che la criptovaluta potrebbe mostrare nelle prossime giornate , in ogni caso considerate le ultime di questo 2021. In tutto ciò, considerando anche Bitcoin e stime di PlanB, in associazione al cosiddetto modello S2F.

Nel corso degli ultimi mesi, lo stesso PlanB aveva più volte esposto attraverso il suo account ufficiale su Twitter proprie considerazioni sia in merito agli andamenti della criptovaluta con maggior market cap sul mercato, sia in riferimento alle evoluzioni del modello S2F utilizzato molte volte dallo stesso.

Nel corso del nostro rapido approfondimento andremo a delineare le novità che hanno accompagnato le esposizioni di PlanB da questa estate fino ad oggi e che consideravano il Bitcoin eventualmente legato al superamento o meno dell’ambizioso target price dei 100.000 dollari per unità (ossia per BTC).

Prima di continuare, ricordiamo come la criptovaluta Bitcoin possa ad oggi essere individuata in modo diretto all’interno di broker professionali ed autorizzati. Uno dei più completi, a mostrarlo all’interno della propria sezione crypto è eToro, ad oggi uno dei principali player nel mercato.

Bitcoin e stime di PlanB: può il modello S2F considerarsi invalidato?

Ricollegandoci a quanto anticipato in precedenza sul Bitcoin e stime di PlanB, è bene partire dal principio e ricordare quali considerazioni aveva mostrato l’account durante i mesi estivi. Tornando indietro di qualche mese, è infatti possibile ricordare le esposizioni sul modello S2F proposte dall’utente.

Durante lo stesso mese, il valore del Bitcoin aveva toccato anche quote al di sotto i 40.000 dollari per unità. Secondo la stessa curva dello stock-to-flow, la quotazione del Bitcoin avrebbe dovuto in ogni caso mostrare quote al di sopra i 47.000 dollari nel mese di agosto, sopra i 60.000 dollari nel mese di ottobre, per poi superare i 100.000 dollari nel mese di dicembre.

Giunti al mese di novembre, dove le stime sul modello S2F vedevano target price anche attorno ai 98.000 dollari, il valore del Bitcoin aveva mostrato punte più basse, seppur reduce da nuovi punti di massimo storico rispetto al passato.

Mancato target (quello su quote attorno ai 98.000 dollari) che avrebbe fatto pensare ad un’invalidazione del modello stock to flow. Ad oggi che mancano pochissime ore al Natale, ma che il mese di dicembre 2021 non è ancora terminato, lo stesso PlanB avrebbe esposto nuovi commenti.

Nella giornata del 18 dicembre 2021, sempre tramite il proprio account ufficiale, ha esposto di come il Bitcoin avrebbe bisogno di un vero e proprio “piccolo miracolo” per ottenere la tanto discussa quota dei 100.000 dollari nel giorno di Natale. Dichiarazione che avrebbero successivamente scaturito reazioni da parte di numerosi utenti conosciuti nel settore crypto.

Nel corso delle prossime ore, sulla base di ciò che l’andamento del Bitcoin mostrerà sul proprio grafico di riferimento, PlanB scoprirà se anche anche il target del modello S2F (Stock to flow) del mese di dicembre potrà considerarsi o meno mancato.

Conclusioni

Al di là del modello PlanB su S2F, nel corso degli ultimi anni moltissimi esperti ed analisti del settore hanno cercato di proporre propri modelli, volti a loro volta a stimare possibili ed eventuali target price sul Bitcoin.

Criptovaluta che, come ricordato nel corso del paragrafo introduttivo, può essere ad oggi individuata all’interno di numerosi broker ed exchange professionali. Uno dei più conosciuti, ma soprattutto in possesso di reali autorizzazioni e licenze operative, è proprio eToro (qui la pagina ufficiale).

Una delle prime caratteristiche distintive, da poter considerare anche su attività di negoziazione sul Bitcoin, riguardano la presenza di bassissimi spread sugli scambi. Il broker, sulla base delle proprie scelte strategiche, permette sia di agire sul sottostante in modo diretto (acquisto vero e proprio), sia di operare con vendita allo scoperto (ossia al ribasso).

Tutto ciò attraverso una piattaforma che si mostra rapida, funzionale, con molti strumenti integrativi e semplice da gestire. Gestione che può essere portata avanti anche tramite la pratica applicazione per dispositivi mobili (disponibile a costo zero per tutti i sistemi operativi).

Si ricorda inoltre l’innovativo Copy Trading, ossia una sezione che permette di selezionare trader reali, associarli al sistema di copia ed ottenere in modo speculare ed in tempo reale le loro stesse operazioni (ossia i medesimi ordini). Completa il tutto la presenza di altre funzionalità quali:

  • assistenza esaustiva e professionale;
  • grafici su ogni singola criptovaluta supportata;
  • conto demo, senza alcun obbligo di deposito iniziale;
  • sezione tecnica.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento