News

Bitcoin e andamento delle Borse: Vi è correlazione?

Il settore delle criptovalute continua ormai da diversi anni ad intrecciarsi con quello borsistico, che come ben sappiamo risulta invece pienamente regolamentato e con quotazioni ufficiali approvate da enti preposti al controllo ed alla vigilanza. In tutto ciò, quale rapporto c’è tra il Bitcoin e l’andamento delle Borse?

Più volte nel corso di nostri approfondimenti abbiamo avuto modo di focalizzare l’attenzione su studi di esperti ed analisti che mettessero in relazione l’andamento delle criptovalute con quello dei principali indici di Borsa, a loro volta integranti panieri di asset e titoli collettivi.

Panieri che, così come per il Bitcoin ed il comparto delle criptovalute, possono essere associati ad aspetti e fattori macroeconomici e microeconomici. Si pensi ad esempio alla pesante questione sull’inflazione monetaria, ormai da settimane nel mirino dei maggiori analisti di carattere mondiale.

Avremo modo di approfondire il tutto nelle righe successive, in una notizia che, in ogni caso, si ricollega in modo diretto sul Bitcoin. Criptovalute colossale, che può essere ad oggi individuata su broker professionali e regolamentati, come ad esempio eToro. La sua piattaforma si mostra semplificata nella gestione e con tantissime funzionalità per gli utenti iscritti.

Bitcoin e andamento delle Borse: Dall’inflazione alle difficoltà del periodo

Le questioni sul Bitcoin ed andamento delle Borse non possono non tenere in considerazione i due fattori più discussi degli ultimi tempi. Da una parte troviamo le difficoltà portate dalla recente crisi economica in molti Stati mondiali, reduce l’avvento del Covid 19.

Dall’altra troviamo l’inflazione, che in questo caso può essere associata in modo specifico sia alla zona degli Stati Uniti, sia a quella europea. Nel corso delle ultime settimane, anche i principali indici di Borsa americani, così come alcuni asset crypto, hanno mostrato correzioni rispetto ai loro punti di massimo.

Tutto ciò mentre la FED continua ormai da tempo a cercare soluzioni ad hoc che possano in quale modo equilibrare aspetti economici e monetari all’interno del territorio. Nella giornata di oggi, ha infatti ufficialmente preso il via il cosiddetto FOMC.

Per chi non lo conoscesse, il Federal Open Market Committee rappresenta un incontro che vede presente un organismo della Federal Reserve, in questo caso adibito alla sorveglianza delle operazioni di mercato aperto negli Stati Uniti e su questioni prettamente di carattere monetario.

In altri termini un incontro rilevante sotto tanti punti di vista, anche associati a questioni attinenti tassi. Resteremo in costante aggiornamento nel corso delle prossime ore e sul proseguo dello stesso FOMC.

Al di là degli aspetti legati prettamente ad inflazione e FED, un secondo fattore fortemente analizzato dagli esperti negli ultimi tempi, ha riguardato proprio la possibile correlazione fra il mercato delle criptovalute e l’andamento dei principali indici di Borsa mondiali. Si pensi ad esempio alle variazioni mostrate dallo S&P 500, dal NASDAQ e così via.

Tutto ciò in una situazione che vede ancora molti squilibri sia sotto l’aspetto borsistico che in riferimento al mercato crypto, capeggiato per livello di Market Cap ormai da molto tempo dal Bitcoin.

Note finali

Un Bitcoin che, soltanto nella giornata di ieri, aveva infatti mostrato pesanti correzioni, scendendo anche al di sotto della singolare soglia dei 33.500 dollari per unità, per poi mostrare andamenti al rialzo ed al ribasso, legati alla volatilità di qualsiasi asset crypto.

Una criptovaluta che, nonostante le sue variazioni, ha continuato tuttavia a rappresentare oggetto di notizia su molte questioni. Si pensi ad esempio al recente acquisto di ulteriori 400 Bitcoin dallo Stato di El Salvador.

Al di là di tutto ciò, come ricordato in precedenza, il Bitcoin rappresenta una delle criptovalute maggiormente listate all’interno di exchange e piattaforme di scambio mondiali. Una delle più complete è quella di eToro (qui la pagina ufficiale). Lo stesso intermediario vanta ad oggi oltre 20 milioni di utenti registrati ed un listino con oltre 42 criptovalute.

Sul Bitcoin, permette di effettuare due tipologie di attività: da una parte l’acquisto diretto dell’asset sottostante e dall’altra la negoziazione tramite strumenti derivati. In quest’ultimo caso, il broker permette di agire sia al rialzo che al ribasso (tramite vendita allo scoperto). La piattaforma integra altresì tantissime funzionalità a costo zero:

  • Copy Trading, ossia una funzione che permette di selezionare reali Popular Investor e di ottenere in modo parallelo le stesse transazioni in modo speculare;
  • Conto demo, ossia una sezione di prova che non ha nessun costo e che non richiede alcun abbonamento specifico;
  • Sezione tecnica, con tantissimi indicatori analitici da poter utilizzare per effettuare studi sui grafici in tempo reale;
  • Assistenza professionale a tutte le ore.

Clicca qui per ottenere un conto gratuito su eToro

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento