News

ATM Bitcoin nel Mondo: Boom di Installazioni, Presenti Anche in Italia

Nel corso degli ultimi mesi, il numero degli ATM Bitcoin nel mondo ha subito crescite esponenziali, portando molti analisti ed esperti ad esaminare la situazione. Ma di cosa si tratta esattamente?

Gli ATM Bitcoin rappresentano semplicemente dispositivi fisici, molto simili a quelli messi a disposizione dalle banche, per poter comprare Bitcoin in modo diretto, utilizzando proprie valute Fiat.

Al momento dell’acquisto, l’utente ha la possibilità di inserire il quantitativo da voler convertire, di visionare il tasso di cambio, le commissioni presenti e di avviare successivamente la conversione in modo autonomo ed in pochissimo tempo.

Così facendo, tramite codice o indirizzo, si ha la possibilità di ottenere il proprio pacchetto di BTC in modo alternativo rispetto ai tradizionali sistemi, basati ad esempio su Exchange (puri o decentralizzati).

All’interno del nostro approfondimento scopriremo la valenza degli ATM Bitcoin nel mondo, soffermandoci anche sui dati mostrati in Europa e nel nostro territorio (ossia Italia). Prima di cominciare, ricordiamo come gli acquisti fisici non rappresentino l’unico metodo per poter trattare sui Bitcoin o su altre criptovalute di interesse.

Un sistema innovativo, che permette di negoziare su Bitcoin, senza tuttavia la necessità di possedere monete in modo fisico, riguarda l’uso dei migliori broker di CFD regolamentati, come ad esempio eToro.

ATM Bitcoin nel mondo: Ecco i dati

Secondo uno studio approfondito, messo a disposizione da Coin ATM Radar, in data 13 luglio 2021, al momento di questa stesura, il numero complessivo di macchinari installati per l’acquisto di Bitcoin ammontano a 23.222.

Trattasi di un valore colossale, soprattutto se confrontato e paragonato con dati pregressi. Dalla visione dello stesso Report, può ad esempio constatarsi la presenza, al primo gennaio del 2021, di 13.989 ATM. In altri termini, una crescita superiore ai 9000 pezzi nel giro di pochi mesi.

Se lo stesso valore viene invece confrontato con anni passati, il cambiamento risulta ancora più imponente. Si pensi ad esempio al valore complessivo al primo gennaio del 2020, pari a soli 6374 ATM sparsi in tutto il mondo.

Sezionando lo stesso paniere complessivo, focalizzando quindi l’attenzione solamente in Europa, può constatarsi la presenza di 1.215 ATM in data 13 luglio 2021, al momento di questa stesura. Un valore che confrontato con quello globale rappresenta un percentuale minima, ma che dimostra come anche nella nostra Comunità Europea, qualcosa stia iniziando a muoversi.

Quanto alla nostra nazione, è possibile individuare ATM Bitcoin in Italia? Si, anche nel nostro territorio, nelle principali città, è possibile individuare numerosi ATM per Bitcoin, i quali permettono di acquistare la criptovaluta in modo autonomo e con propria valuta.

Semplici ricerche online permettono di individuare la mappa completa degli ATM, con possibilità di visionare quella più vicina alle proprie esigenze.

A livello globale, notizie recenti hanno invece esposto la volontà, da parte della rinomata società Athena, nel voler mettere a disposizione 1500 ATM Bitcoin nella zona di El Salvador. Il processo dovrebbe riguardare una prima fase di collaudo, con il lancio preliminare di alcuni macchinari, in modo da poter successivamente organizzare il programma in modo completo.

Conclusioni

Come intuito nel corso del nostro approfondimento, la presenza degli ATM Bitcoin nel mondo può essere vista in modo parallelo con la presenza degli exchange. In entrambi i casi, l’utente è costretto a possedere le criptovalute, a dotarsi di un Wallet ed a pagare le relative commissioni sugli scambi.

Un sistema del tutto nuovo, che si basa su caratteristiche completamente differenti, riguarda invece la presenza dei migliori Broker di CFD. Di cosa si tratta? Molto semplicemente, rappresentano operatori professionali e regolamentati, con numerose caratteristiche differenti rispetto agli scambiatori puri (exchange o ATM).

A seguire alcuni punti chiave sui broker CFD:

  • Permettono di agire anche allo scoperto, ossia di aprire non solo posizioni al rialzo, bensì anche al ribasso, ipotizzando variazioni in negativo dell’asset;
  • Non necessitano di alcun Wallet, ossia di nessun processo di custodia. Tutto ciò poiché i CFD fanno riferimento esclusivamente a repliche degli andamenti dello strumento;
  • Assenza di costi fissi: rappresenta un importante aspetto da poter tenere a mente. I migliori broker di CFD non richiedono commissioni fisse sugli scambi, esponendo solamente bassissimi spread.

Un broker ormai da anni leader in questo mercato è eToro. Vanta una piena regolamentazione nel nostro territorio, permettendo di negoziare sul Bitcoin (e molte altre criptovalute) attraverso una piattaforma basilare e semplice da gestire (anche tramite applicazione).

Il broker dà a tutti gli utenti la possibilità di iniziare tramite un simulatore a tutti gli effetti, basato sul caricamento di capitali non reali, senza costi aggiuntivi e senza limiti di tempo.

Scopri qui eToro e l’account di prova

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento