News

Arriva l’ICO “Escobar”, la criptovaluta del fratello di Pablo

Il signore della droga per eccellenza Pablo Escobar è famoso per una serie di motivi, e fino ad oggi la crittografia non era uno di questi. Negli ultimi giorni, il fratello del signore della droga e l’eroe del culto colombiano ha lanciato una ICO per uno “stablecoin” in dollari nel tentativo di mettere sotto accusa il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il Grande successo della ICO Escobar

Roberto Escobar, ex co-fondatore del cartello di Medellín al fianco di suo fratello Pablo, ha preso di mira Trump direttamente in questa campagna ICO che ha come obiettivo ben $ 50 milioni.

Secondo Hard Fork, la mossa è garantire che nessuna piattaforma centralizzata possa ulteriormente censurare gli sforzi della tenuta di Escobar. La retorica anti-Trump è evidente nella prima pagina del sito ufficiale di Impeach Trump Fund;

“Abbiamo bisogno del tuo aiuto, del sostegno delle persone che sono d’accordo sul fatto che non è giusto avere un governo corrotto che regna sul mondo libero e governa anche gli Stati Uniti. Fai la tua donazione adesso per aiutarci a raggiungere l’obiettivo ed ottenere finalmente l’impeachment (imputazione) di Donald Trump!”

Gli Escobar sostengono che Tether sia inaffidabile, quindi stanno progettando di competere con questa criptovaluta offrendo il proprio stablecoin. Hanno anche affermato che Trump sembra aver chiuso il loro GoFundMe dopo che sono stati raccolti $ 10 milioni iniziali prima che il sito fosse censurato. Il CEO di Escobar Inc., Olof Gustafsson, ha dichiarato a Hard Fork;

“Originariamente l’obiettivo era quello di raccogliere $ 50 milioni utilizzando la piattaforma GoFundMe. Dopo aver raccolto $ 10 milioni in sole 10 ore, siamo stati chiusi da GoFundMe e in 24 ore abbiamo lanciato la criptovaluta ESCOBAR per evitare che qualcuno ci censurasse di nuovo. Crediamo che l’amministrazione Trump o il presidente Trump ci vogliano far chiudere.”

Secondo il whitepaper, l’ICO sarà costituita da un miliardo di token ERC-20 emessi all’interno della blockchain di Ethereum. Il dollaro ancorato a ESCOBAR sarà riscattabile in dollari USA tramite una società in Belize.

Investire in Criptovalute

Attualmente non abbiamo molte altre notizie sulla ICO di Escobar, vi terremo comunque aggiornati sui prossimi sviluppi. Tuttavia non consigliamo di investire in progetti del genere, in quanto queste criptovalute non sono disponibili all’interno di piattaforme di trading regolamentate.

Ci sono invece moltissime altre criptovalute emergenti, come il Binance, NEO, EOS e molte altre ancora, che possono rappresentare una grande opportunità per chi desidera investire in criptovalute ancora non troppo conosciute.

Con la piattaforma di trading eToro ad esempio, è possibile investire in questo mercato senza alcun tipo di commissioni in maniera assolutamente semplice e sicura.

Con eToro è possibile investire sia al rialzo che al ribasso. Ciò significa che non importa se il mercato si trova in una fase ribassista o rialzista, è sufficiente trovarsi nella direzione giusta del mercato per ottenere rendimenti sui mercati.

eToro è un broker con 10 anni di storia alle spalle, rinomato in tutta Europa per la sua grandissima affidabilità (regolamentato CySEC e registrato CONSOB) e semplicità. È possibile sia investire manualmente, che copiare i migliori trader delle criptovalute generando dunque rendite passive.

Il conto di trading demo su eToro è completamente gratuito, clicca qua per ottenerlo.

Sull'autore

Andrea Lagni

Giornalista pubblicista dal 2016. Laureato in Informatica. Appassionato di Criptovalute dal 2015.

Lascia un Commento