News

Arbitly è offline: sarà stata segnalata?

La piattaforma di arbitraggio di criptomonete Arbitly pare essere offline dall’11 gennaio. Il sito era all’apparenza ben curato e graficamente accattivante, tanto da non insospettire gli utenti che sono stati così ingannati.

Inizialmente il sito Arbitly ha bloccato prelievi e pagamenti per poi essere definitivamente oscurato, tanto da far pensare ad un attacco hacker. Dapprima i canali social hanno continuato a funzionare e ad essere attivi fino poi ad una completa sparizione anche di questi ultimi.

C’è da dire che se alcuni utenti si sono trovati bene su questa piattaforma in cui hanno investito in Bitcoin o Ethereum, altri invece hanno chiaramente definito Arbitly una truffa e hanno perso i loro soldi.

Se vuoi investire in sicurezza in criptovalute l’opzione migliore è più affidabile è eToro.

Iscriviti qui su eToro per investire in automatico

Arbitly offline: cos’era e come funzionava

Arbitly, come accennato precedentemente, era una piattaforma di arbitraggio di criptomonete che offriva, o perlomeno così faceva credere, ai suoi investitori di guadagnare denaro dal trading di arbitraggio.

La sua essenza stava principalmente  nell’implementazione di transazioni con criptovalute in diversi exchange, in cui in un punto la valuta veniva acquistata al prezzo più basso e nell’altro veniva venduta a un prezzo più alto. Il sito era ben architettettato, erano previsti diversi piani pro e una settimana di prova gratuita dei piani a pagamento.

Perché Arbitly dunque è andato offline? Diversi sono stati i segnali d’allarme i quali facevano capire che qualcosa non andava.

Uno di questi è stato anche il cambio del CEO, prima Alexander Black, fondatore dell’azienda,  e poi Marco Fanger, il quale si è scoperto successivamente essere un attore. Un altro campanello d’allarme è la comunicazione da parte delle autorità di Malta che tale piattaforma non possedeva alcuna licenza, nonostante la sua sede risultasse nell’isola.

Infine, per quanto il sito fosse professionale e non destasse particolari sospetti, esprimeva nei contenuti concetti errati, ossia prometteva una strategia di investimenti a rischio zero, cosa alquanto impossibile per chi fa trading.

Considerazioni finali

Arbitly dunque è offline, lasciando però molte dietro di sé molte bugie, imbrogli e persone in attesa di verità e magari di riavere indietro i propri soldi. Gli utenti truffati stanno avanzando azioni legali, anche se sappiamo quanto sia difficile in questi casi riuscire ad avere un risarcimento o comunque anche solo a rintracciare i responsabili, che essendo esperti in truffe sanno bene come muoversi senza lasciare traccia.

Per questo dobbiamo tenere bene a mente che è necessario fare molta attenzione quando si sceglie una piattaforma in cui investire, bisogna informarsi e valutare che si tratti di una realtà seria, stare alla larga da chi promette zero rischi nel trading.

Se desideri investire in criptovalute in maniera sicura eToro è un broker completamente legale che  possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • presenta spread bassi;
  • non ha commissioni:
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.

Iscriviti subito su etoro cliccando qui

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Giulia Mariotti

Lascia un Commento