News

Aptos su del 95% e BTC tocca i 23.000$: analisi 23 gennaio 2023

Pubblicato: 23 Gennaio 2023 di Francesco

Nel corso delle ultime giornate diversi eventi hanno letteralmente sbalordito esperti ed appassionati del settore delle criptovalute. Fra le notizie più significative troviamo la criptovaluta Aptos su del 95% ed un BTC che ha toccato per la prima volta nell’anno i 23.000 dollari.

In nostri recenti approfondimenti abbiamo avuto modo di focalizzare l’attenzione sull’interessante rally del Bitcoin, che pone tuttavia in allerta alcuni analisti su una possibile bull trap, ossia un’ipotetica inversione di tendenza rispetto alla direzione attuale.

La maggior parte delle criptovalute a capitalizzazione elevata ha ottenuto risultati soddisfacenti. In questa settimana ormai conclusa, sono tuttavia alcune altcoin minori ed a basso market cap ad aver rubato la scena. È il caso del token OKB e del token APT.

Vediamo quali sono state le variazioni più significative, focalizzando l’attenzione soprattutto su Aptos e Bitcoin. Prima di ciò, tieni a mente la possibilità di poter sempre individuare e studiare le tue crypto preferite su piattaforme professionali e regolamentate, come ad esempio eToro.

Con lo stesso puoi agire in modo diretto sul Bitcoin, o su altri token, comprando l’asset in modo fisico e conservandolo all’interno di un solido wallet di sistema multivaluta, con chiavi private e diversi sistemi di sicurezza.

Clicca qui per iscriverti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

La recente corsa al rialzo del Bitcoin

Il 2023, almeno fino ad oggi, può considerarsi in netto contrasto con il trend medio del 2022, anno che ha portato diversi down significativi sulla quotazione della criptovaluta. Nel mese di novembre e di dicembre l’asset era ad esempio scivolato ampiamente sotto i 16.500 dollari.

Un valore che aveva ampiamente spaventato gli investitori, sempre più intimoriti a puntare su un ipotetico rialzo. Spiazzando il mercato, il valore del BTC ha tuttavia iniziato una graduale ripresa, recuperando terreno settimana dopo settimana, seppur con i suoi alti e bassi.

Nella seconda settimana di gennaio 2023, aveva ad esempio rotto al rialzo il muro dei 18.000 dollari, continuando successivamente sopra la linea dei 19.000 e dei 20.000 dollari per unità. Nella giornata del 21 gennaio, è stato invece toccato un nuovo ATH annuo, a 23.626$ circa.

Al momento di questa stampa un Bitcoin può essere scambiato attorno ai 22.862 dollari per singolo asset, secondo i dati delle principali piattaforme online. Il suo livello di capitalizzazione è invece pari a 440.556.010.689 dollari.

Aptos su del 95%: cosa succede al token APT?

Lo dicevamo in precedenza – ad aver rubato letteralmente la scena alle grandi big, almeno in un range settimanale, sono state piccole ed innovative altcoin. Una delle più sbalorditive è stata Aptos, che dispone del suo token nativo APT.

Lanciato sul mercato nel mese di ottobre 2022, con un prezzo molto vicino ai 14 dollari, aveva subito mostrato un netto crollo. Lo stesso, in concomitanza con la diminuzione di prezzo del Bitcoin e dell’Ethereum, era sceso sotto i 3,30 dollari nella giornata del 30 dicembre.

Nuove fiducie del mercato hanno tuttavia portato una spinta interessante, perché la criptovaluta ad inizio 2023 aveva già ripreso la quota dei 4 dollari. Nelle prime ore di questo 23 gennaio 2023, si è poi spinto sopra i 13 dollari per unità.

Al momento di questa stesura, un APT può essere scambiato attorno ai 13,39 dollari, ossia un dato che evidenzia, secondo i principi siti informativi del settore, uno slancio a due settimane del 244,9% su base totalitaria. Il suo market cap attuale è invece di 2.152.977.950 dollari.

Risultati in aumento sono stati registrati anche da Cardano (ADA), che ha invece guadagnato il 4,5% circa, avvicinandosi alla quota dei 0,4$. La capitalizzazione totale dell’intero mercato crypto si mantiene, almeno fino al momento di questa stesura, sopra il trilione di dollari.

Considerazioni finali

Con variazioni di prezzo così repentine, in un mercato altamente volatile, devi ovviamente valutare attimo dopo attimo le quotazioni dei tuoi token di interesse. Puoi quindi utilizzare i grafici in tempo reale e tutti gli strumenti proposti dalle migliori piattaforme di investimento crypto.

Un esempio è la piattaforma di eToro, fra le più complete e facili da utilizzare, adatta a tutte le tipologie di utenti. Ti permette di iniziare con un ottimo account demo, senza alcun limite di tempo, oppure con la modalità reale, con un deposito minimo molto esiguo, da 50€.

Il vantaggio di eToro è anche quello di poter accedere ad un listino di asset completo e costantemente aggiornato. Al suo interno trovi infatti sia criptovalute storiche, come Bitcoin ed Ethereum, sia asset di nuova emissione.

Se non hai esperienza nel settore, tempo a disposizione, o se non sai analizzare il mercato, puoi optare anche sul suo sistema CopyTrading. In modo del tutto autonomo, anche tramite una comoda app per dispositivi mobili, ti permette di:

  1. scegliere sulla base di numerosi parametri uno o più trader reali, presenti nell’apposita sezione dei Popular Investor;
  2. decidere quanti capitali mettere a disposizione;
  3. ottenere le stesse transazioni, ossia aperture, chiusure ed eventualmente modifiche delle posizioni, stabilite dai trader selezionati.

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento