News

FMI mette in guardia sull’impatto della recessione globale

Pubblicato: 13 Ottobre 2022 di Anna Fazio

Il mercato delle criptovalute ha mostrato recentemente segni di declino poiché i prezzi di Bitcoin e di altre criptovalute continuano a scendere. Con gli aumenti dei tassi di interesse da parte della maggior parte delle banche centrali globali, l’economia globale sta diventando più tesa. L’impatto sia sul mercato delle criptovalute che su quello tradizionale è significativamente devastante. A seguito degli eventi, il Fondo Monetario Internazionale (FMI) ha messo in guardia sul declino economico. 

Inoltre, si parla di una possibile peggiore recessione globale nel 2023. Ciò significa che i mercati finanziari andranno incontro al rischio, creando estrema paura per i mercati.

Prima di proseguire con l’analisi, ti consigliamo di comprare bitcoin usando solo piattaforme sicure e legali come eToro, in cui aprire un conto reale è semplice e bastano solo 50 €. Oltre a questo avrai anche la funzionalità demo e copytrading.
Clicca qui per ottenere un conto su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il prezzo di BTC è correlato alle azioni?

Il prezzo di Bitcoin ha rappresentato una forte correlazione con gli asset azionari per più di un anno. Questo è visto con la maggior parte delle tendenze per BTC e alcuni titoli nella maggior parte dei casi. Diversi fattori e condizioni sono stati evidenziati come spiegazioni per la correlazione. Uno dei titoli con un solido legame con Bitcoin è l’S&P 500.

Bitcoin ha assistito a un calo dei prezzi durante la recessione pandemica globale nel 2020. Questa è stata la stessa storia per i titoli azionari. Ma via via che le condizioni economiche sono progredite positivamente, il sistema è transitato. Di conseguenza, i mercati delle criptovalute e quelli azionari sono stati venduti a dicembre 2021 e maggio 2022.

La maggior parte delle tendenze correlate potrebbe indicare l’andamento dei mercati dei titoli una volta raggiunta una certa soglia di liquidità. Ma, al contrario, potrebbe suggerire che il fondo istituzionale abbia raggiunto una quota considerevole degli afflussi di capitali.

Il prezzo del Bitcoin potrebbe essere agitato con fermezza e ferocia nonostante i fattori causali di un’economia in declino. Tuttavia, la principale risorsa crittografica potrebbe subire un drastico calo una volta che ci sarà una recessione globale. Ciò spingerà gli investitori a ritirare i propri fondi attraverso massicce vendite.

Il prezzo di Bitcoin aumenterà in una situazione con un intervento favorevole. Ad esempio, la Federal Reserve statunitense e altre banche centrali a livello globale potrebbero accettare gli avvertimenti del FMI e ridurre i tassi per frenare la recessione. Una situazione del genere creerà un aumento dei prezzi per Bitcoin e altre criptovalute. Inoltre, i titoli azionari andranno in positivo.

Tuttavia, potrebbe esserci ancora speranza anche senza l’intervento delle banche centrali. Ciò significa che emergerà una recessione che farà crollare il mercato delle criptovalute, con il prezzo di BTC in calo. Tali prezzi più bassi potrebbero diventare un punto di ingresso interessante per alcuni investitori delle criptovalute.

Ricordiamo che la recessione del 2008 non ha dato risalto a Bitcoin. Ma dopo il suo crollo nel marzo 2020, la criptovaluta primaria ha ottenuto un enorme mercato rialzista che ha aumentato il suo dominio nel mercato delle criptovalute. Da allora, Bitcoin è salito molto al di sopra delle azioni e ha mantenuto la sua posizione.

Con l’outplay complessivo degli eventi, Bitcoin rappresenta una prospettiva rialzista a lungo termine. Al momento della stampa, il prezzo di BTC è di circa $ 19.137, indicando un calo nelle ultime 24 ore.

Considerazioni finali

In conclusione, come sempre, desideriamo ricordarti che per investire in bitcoin, eToro rimane la soluzione più affidabile. Si tratta, infatti, di un broker completamente legale che possiede le licenze delle istituzioni finanziarie ufficiali europee, e inoltre:

  • ha spread bassi;
  • dispone di un conto demo gratuito per provare la piattaforma con denaro virtuale;
  • presenta la funzione di CopyTrading per copiare gli investitori più adatti a te.
Iscriviti subito su eToro cliccando qui

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Anna Fazio

Laureata all'Università di Milano in Economia e Commercio, mi occupo principalmente di articoli sulle criptovalute.

Lascia un Commento