News

Il CEO di eToro potrebbe investire nell’ICO di BitTorrent

E’ notizia di ieri che il CEO di eToro potrebbe investire nell’ICO di BitTorrent. Quando i General Manager delle grandi aziende, come eToro, iniziano a prestare attenzione agli Ico (initial Coin Offering) vuol dire che vale la pena seguire con attenzione la vicenda. Questa volta sotto osservazione è finito il Token BTT di BitTorrent, una start-up che conta già 100 milioni di utenti “smart”, ossia attivi nella piattaforma.

Prima di analizzare in dettaglio questa nuova opportunità, facciamo un po’ di chiarezza concettuale.

ICO: Significato

Le Initial Coin Offering (meglio conosciute come ICO) sono oramai ampiamente diffuse nel mondo delle criptovalute e della Blockchain. Si stima che nel solo anno 2017 sono stati raccolti circa 1,25 miliardi di dollari con tale strumento. Le ICO sono una forma di finanziamento, utilizzata da startup o da soggetti che intendono realizzare un determinato progetto, resa possibile tramite la tecnologia. In estrema sintesi, per reperire dei finanziamenti si propone al pubblico un progetto che sarà realizzato tramite Blockchain con creazione di “Token”. Questi Toker saranno ceduti, a fronte di un corrispettivo, ai soggetti finanziatori.

Token: Significato

Una volta chiarito il concetto di ICO possiamo definire meglio quello di Token. In sostanza l’azienda che ha un’idea di business può creare un certo numero di gettoni denominati “token” da vendere sul mercato ad un determinato prezzo prescelto. Coloro che sono interessati a questa azienda e alla sua idea di business possono acquistare in token e di fatto diventano azionisti dell’azienda. Tuttavia è opportuno sottolineare che le ICO sono generalmente non regolamentate e quindi espongono coloro che acquistano i relativi token ad un rischio significativo. Solo alcuni paesi si sono recentemente mobilitati per regolamentare le ICO.

L’ICO di BitTorrent

BitTorrent è una start-up che consente ai creatori di contenuti di connettersi con il proprio pubblico e poter guadagnare e spendere valuta digitale senza un intermediario. Questo sistema è stato battezzato BitTorrent Speed e sarà integrato nelle App di Windows. Il caso del progetto, Justin Knoll, ne ha parlato in termini entusiastici: “Nessun server, dati illimitati senza costi centrali e nessuna bolletta per l’utente”.

Il sistema BitTorrent Speed dovrebbe essere lanciato entro la prima metà dell’anno in corso, ed i token verranno archiviati in un portafoglio incorporato. Il crowdfunding per il nuovo token deve ancora essere lanciato ufficialmente, ma sta già riscuotendo molta attenzione.

L’interesse di eToro per BitTorrent.

Il CEO di eToro, Johnathan ‘Yoni’ Assia, attraverso un Tweet sul suo profilo ufficiale ha affermato che potrebbe investire nell’Ico. Il suo tweet fa riferimento alla struttura solida di BitTorrent ed al fatto che sia una start-up con già 100 milioni di utenti Smart sparsi in tutto il mondo. Insomma, un bacino di utenza davvero notevole. La notizia del Tweet di Mr. Assia è rimbalzata presto su tutte le testate finanziarie mondiali. Infatti, spesso sono proprio questi grandi Player finanziari a determinare il successo di un progetto.

Inoltre, conosciamo bene il CEO di eToro in quanto sono anni che in Italia questo broker è il leader del settore. Una piattaforma solida e regolamentata scelta da migliaia di utenti per via del suo social-trading. Insomma, Mr. Assia è uno che di innovazione se ne intende.

Il broker eToro già da diversi anni che offre la possibilità ai propri clienti di fare trading sulle criptovalute in un ambiente sicuro e certificato. Gli spread sono bassi e gli investitori inesperti possono contare sul supporto e sui consigli dei Senior Traders. I trader inesperti potranno trovare in questa guida uno strumento utile per avvicinarsi al mondo del Bitcoin.

Per seguire le evoluzioni del BitTorrent e di conseguenza l’andamento delle principali criptovalute, eToro rappresenta la soluzione ideale!

Clicca qui per registrarti su eToro.

Sull'autore

Massimiliano Rossi

Appassionato di Trading Online. Esperto di finanza online dal 2010. Trader dal 2015. Mi occupo di analisi tecniche.

Lascia un Commento