News

Bitcoin sul NASDAQ? Ancora non si sa

Il Nasdaq sta ancora valutando se “è la cosa giusta” lanciare i propri future sui Bitcoin per competere con i future della Chicago Board Options Exchange (CBOE) e Chicago Mercantile Exchange (CME). La notizia è riportata ufficialmente dall’agenzia di stampa specializzata in informazione finanziaria Bloomberg.

Il Nasdaq sta attualmente cercando i modi per produrre qualcosa di “abbastanza unico” per renderlo diverso dai suoi concorrenti e attraente per gli utenti, ha detto il CEO Adena Friedman. La dichiarazione arriva da un’intervista con Bloomberg TV alla riunione annuale del World Economic Forum a Davos.

“Abbiamo lavorato con il settore … per verificare se il lancio del nostro prodotto future è la cosa giusta da fare per noi, il Nasdaq sta valutando ancora questo aspetto”.

adena friedman bitcoin
Adena Friedman, amministratore delegato del NASDAQ, è una delle donne più potenti del mondo della finanza

L’amministratore delegato non ha specificato quando si prevede l’arrivo dei potenziali future sui Nasdaq Bitcoin. La Borsa del Nasdaq ha iniziato a parlare dei piani per il lancio dei futures su Bitcoin a novembre 2017. A quei tempi, il potenziale lancio era previsto già a giugno 2018.

Alla domanda se il Nasdaq prenderebbe in considerazione la possibilità di lanciare prodotti a termine basati su criptovalute diverse da Bitcoin, come Ether o Ripple, Friedman ha osservato:

“Abbiamo due titoli negoziati in borsa quotati nei nostri mercati nordici … uno è un ETN Ethereum e l’altro è un ETN Bitcoin. Quindi guarderemmo più olisticamente alle criptovalute, non solo ad una. La nostra opinione è che le valute digitali e le criptovalute avranno un ruolo nell’economia globale”



Insomma, il NASDAQ crede nel Bitcoin e anche nelle criptovalute emergenti ma prende ancora del tempo per creare un buon prodotto
. Nel frattempo, chi vuole investire in Bitcoin utilizzando i derivati può sempre utilizzare i future quotati sulle due borse di Chicago. Questo se ha un capitale molto grande da investire e ha la possibilità di accedere ai circuiti professionali.

Altrimenti, si possono sempre usare i CFD che sono disponibili per tutti con un capitale davvero basso e consentono di speculare sia al rialzo che al ribasso. Tra le migliori piattaforme CFD per speculare sul Bitcoin possiamo segnalare eToro (clicca qui per maggiori informazioni) e Plus500 (clicca qui per maggiori informazioni).

Segnaliamo che eToro non solo consente di fare trading di Bitcoin ma è anche una vera e propria piattaforma social
, in cui è possibile scambiare informazioni con gli altri trader e, soprattutto, copiare in maniera automatica i più bravi. Non è un caso che proprio eToro si sia affermato, negli ultimi tempi, come una delle migliori piattaforme per Bitcoin. Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

1 Commento

  • Mi trovo benissimo con i CFD di eToro, francamente non li cambierei con niente al mondo. Sicuro che questo future del NASDAQ sarà bello carico di commissioni, con eToro pago zero commissioni. Perché cambiare?

Lascia un Commento