News

Bitcoin in correzione: si temono ulteriori crash del BTC?

La presenza di un Bitcoin in correzione potrebbe indicare che gli sforzi sostenuti dalla criptovaluta, per cercare di recuperare la psicologica soglia dei 30.000 dollari, siano stati vani. Dopo una buona percentuale di guadagno, la quotazione dell’asset ha evidenziato un arresto.

Il prezzo del BTC è rimasto per diverso tempo al di sotto la psicologica linea dei 28.000 dollari, pur mostrando i suoi tipici alti e bassi. Diventa in questo caso fondamentale focalizzare l’attenzione sulle metriche più importanti e su cosa sta succedendo sul mercato.

Per fare ciò è importante esaminare il sentiment del mercato, l’Open Interest sulla criptovaluta e le condizioni generali del segmento crypto. Tutto ciò con un occhio di riguardo sui maggiori fattori di influenza, che in un contesto così instabile devono sempre essere considerati.

Prima di iniziare, ti ricordiamo che puoi sempre individuare il Bitcoin all’interno di una delle migliori piattaforme di investimento online, con reali licenze ed autorizzazioni (anche nel nostro territorio), ossia eToro.

Ti permette di aprire un account in meno di 4 minuti, di selezionare il Bitcoin (o qualsiasi altra criptovaluta di tuo interesse) e di procedere con l’investimento. Puoi partire sia con la modalità reale (deposito minimo da 50€), sia con la modalità demo.

Clicca qui per iscriverti su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Bitcoin in correzione: le metriche più importanti

Come esposto in precedenza, il prezzo del Bitcoin è stato in calo per diverse giornate e nella scorsa settimana aveva perduto il circa 1,5% in un range settimanale (dato esposto su CoinMarketCap nella giornata del 26 maggio 2023).

Diversi esperti, dopo aver condotto studi approfonditi nella giornata del 25 maggio 2023, hanno inoltre esposto che i conteggi delle transazioni di deposito in Borsa hanno superato il minimo storico di 6 anni all’inizio di questo mese.

Tra le tante ipotesi sulle cause di questo declino, potrebbe esserci (per alcuni) la debacle dell’ormai noto FTX. Le domande degli appassionati sono a questo punto legate tutte ad eventuali e possibili nuovi ribassi dell’asset.

La metrica delle fasce d’età dell’output potrebbe indicare diversi segnali. Gli analisti hanno ricordato che c’è stato un aumento dell’attività nel gruppo di 3 anni – 5 anni (al suo punto di massimo da gennaio). Può questo dato essere un allarme per ipotetici ribassi?

Domanda che può in ogni caso essere confrontata anche con altre metriche essenziali, come ad esempio il livello dei depositi netti di BTC sugli exchange, che sarebbero stati elevati negli ultimi 7 giorni, indicando un Bitcoin sotto pressione di vendita.

Nella giornata del 26 maggio, anche l’aSORP del BTC segnava livelli in rosso. Ciò avrebbe indicato che più investitori stavano vendendo le loro posizioni con profitto. Durante lo stesso periodo, si sarebbe altresì assistito ad una diminuzione del 45,66% del numero di portafogli attivi.

In ultimo, non per importanza, oltre alle metriche, è interessante sempre analizzare il sentiment del mercato. Dopo un picco al 25 maggio, il sentimento ponderato ha mostrato una netta flessione, perché da quel giorno (in un range giornaliero) i sentimenti rialzisti erano diminuiti del circa 44%.

Bitcoin (BTC): andamento dei prezzi

Vediamo a questo punto di focalizzare l’attenzione sulle ultime variazioni dei prezzi e su ciò che sta succedendo sul grafico di riferimento della criptovaluta. Uno studio indispensabile sia per valutare lo stato attuale, ma anche per confrontare le quote di oggi con quelle pregresse.

Impostando un timeframe a 5 giorni, è bene constatare come nella giornata del 23 maggio 2023, un Bitcoin potesse essere acquistato ancora su quote pari a 27.396 dollari per unità. Tutto ciò prima di subire un netto spostamento su livelli più bassi, a 26.096$ il 25 maggio.

Da quel momento il trend della criptovaluta è stato mediamente al rialzo, con un Bitcoin passato dapprima sopra ai 27.000 dollari, fino ad arrivare ad oltre i 28.253 dollari nelle prime ore di questo 29 maggio 2023. Attualmente, come anticipato, si assiste ad una timida correzione.

Al momento di questa stesura, è infatti possibile comprare Bitcoin attorno ai 27.913 dollari per singolo BTC. Un dato che, sulla base dei parametri di CoinGecko, mette in evidenza un guadagno positivo del 3,9% su base settimanale, ma una perdita del -4,9% in un range mensile.

Note finali

Le variazioni dei prezzi comportano sempre lo scostamento di molte altre metriche. In questo caso, con i prezzi citati, il livello di capitalizzazione (ossia il market cap singolo) ammonta a 541.077.869.220 dollari, con una dominance che ha raggiunto il 44,684%.

Variazioni interessanti si registrano anche sul volume degli scambi nelle 24 ore, che è invece pari a 14.151.455.434 dollari. Come intuito in precedenza, la volatilità del Bitcoin resta in ogni caso elevata, con spostamenti dei prezzi che possono modificarsi nel giro di pochi secondi.

Diventa quindi molto difficile andare alla ricerca di possibili target price, o in ogni caso stimare previsioni sul Bitcoin. Se vuoi investire sul Bitcoin, devi quindi imparare ad esaminare la criptovaluta in modo costante e continuativo, senza tralasciare le metriche più importanti.

Per supportarti in ciò, le migliori piattaforme di investimento crypto, come ad esempio eToro, mettono a disposizione comodi grafici in tempo reale, nonché tantissimi strumenti operativi (anche tecnici), da poter utilizzare in modo autonomo.

A seguire, i pochi step per negoziare sul BTC su eToro:

  1. apri un account sul broker;
  2. carica un deposito (è possibile partire anche da 50€);
  3. seleziona il Bitcoin;
  4. studia la criptovaluta e piazza la tua strategia (anche partendo da una comoda demo).

Clicca qui per ottenere un conto su eToro

*L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non regolamentato in alcuni paesi dell’UE. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbero essere applicate imposte sugli utili.

Il nostro punteggio
Clicca per dare un punteggio!
[Totale: 0 Media: 0]

Sull'autore

Francesco

Lascia un Commento