News

Bitcoin, Ethereum, Ripple e le altre: Bloomberg lancia l’indice delle criptovalute

Bloomberg, insieme a Galaxy Digital Capital Management LP, una delle principali società di gestione patrimoniale digitale fondata da Michael Novogratz, ha lanciato oggi il Bloomberg Galaxy Crypto Index (BGCI). L’indice è progettato per tracciare le prestazioni della porzione più grande e più liquida del mercato della criptovaluta.

Il BGCI è ponderato per la capitalizzazione di mercato e misura la performance di dieci criptovalute quotate in USD
, tra cui Bitcoin, Ethereum, Monero, Ripple e Zcash. I componenti dell’indice sono diversificati in diverse categorie di risorse digitali, inclusi depositi di valore, mezzi di scambio, protocolli di contratti intelligenti e risorse sulla privacy.

La creazione dell’indice segna un passo importante nell’evoluzione dello spazio delle criptovalute, facilitando l’esposizione diversificata e il benchmarking indipendente per gli investitori, hanno affermato le società. Il BGCI utilizza una metodologia basata su regole e dati provenienti da fonti che hanno superato i processi di due diligence di Bloomberg e Galaxy Digital Capital Management.

L’indice è di proprietà e amministrato da Bloomberg Index Services Limited ed è in co-branding con Galaxy Digital Capital Management. In qualità di nuovo membro della famiglia di indici Bloomberg, BGCI offre il primo benchmark di livello istituzionale per il mercato delle criptovalute.

Alan Campbell, Global Product Manager per Bloomberg Indices ha dichiarato:

Il lancio di oggi del Bloomberg Galaxy Crypto Index riflette il crescente interesse dei nostri clienti per le criptovalute”, h. “L’indice porta il nostro approccio rigoroso all’indice della costruzione ai criptati e fornirà agli investitori un benchmark trasparente per valutare le prestazioni del mercato più ampio.

Michael Novogratz, CEO e fondatore di Galaxy Digital Capital Management, ha dichiarato:

Il Bloomberg Galaxy Crypto Index porta trasparenza senza precedenti nei mercati criptati. Siamo entusiasti di contribuire a far avanzare la rivoluzione decentralizzata attraverso la creazione di BGCI.

Steve Kurz, Head of Asset Management di Galaxy Digital Capital Management, ha aggiunto:

Siamo entusiasti di collaborare con Bloomberg alla BGCI. La metodologia indipendente basata su regole dell’indice fornisce una solida base su cui l’ecosistema di criptovalute continuerà a crescere e maturare.

bloomberg bitcoin

Il BGCI contiene le seguenti dieci criptovalute all’inizio:

Attuali ponderazioni per criptovaluta

Criptovaluta Peso
Bitcoin 30,00%
Ethereum 30,00%
Ripple 14,14%
Bitcoin Cash 10,65%
EOS 6,11%
Litecoin 3,77%
Dash 1,67%
Monero 1,66%
Ethereum Classic 1,00%
Zcash 1.00%

A che serve l’indice di Bloomberg

L’indice di Bloomberg può essere utilissimo a chi vuole capire lo stato del mercato delle criptovalute. Funziona esattamente come un indice di Borsa che indica se la Borsa va bene o va male facendo la media pesata dei prezzi delle azioni quotate. L’indice di Bloomberg è una media pesata delle quotazioni delle criptovalute. In questo caso possiamo notare, ovviamente, che la parte del leone la fa il Bitcoin che determina il 30% del valore dell’indice.

Tuttavia il mercato delle criptovalute è proprio strutturato in questo modo (almeno per il momento) con una maggioranza di investimenti che sono concentrati proprio sul Bitcoin.

La nascita dell’indice sulle criptovalute di Bloomberg è un sintomo ulteriore del fatto che la grande finanza ormai sta puntando decisamente sul Bitcoin e sulle altre criptovalute.

Sull'autore

Fabrizio Micheli

Laureato in Economia e Commercio all'Università di Bari nel 2003, appassionato di finanza, di politica e di economia.

Lascia un Commento