News

XRP e LINK cadono: cosa le ha portate giù?

Se Bitcoin scende, anche XRP e LINK cadono. L’azione dei prezzi vista per BTC negli ultimi due giorni ha influenzato notevolmente l’andamento delle sue sorelle minori. La criptoregina infatti ha fatto registrare un’inversione di prezzo piuttosto decisa, che ha trascinato al ribasso la maggior parte del mercato. Tutte le principali valute alternative hanno registrato un calo che in media si assesta intorno al 10%.

Tra queste, anche alcune attrici interessanti, come Ripple e Chainlink, che hanno subito una frenata dopo aver assistito alla corsa dei tori che aveva preso piede negli ultimi dieci giorni. Ecco che ancora una volta si dimostra forte la correlazione tra Bitcoin e tutte le altcoins, ancor più nei giorni dell’halving, atteso e in parte temuto.

Cerchiamo di capire allora cosa è successo a queste cripto, per analizzare come si è manifestata la caduta e quanto può essere destinata a durare. Nel caso in cui volessimo valutare l’investimento, non dimentichiamoci degli strumenti che possiamo trovare su eToro.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Social Trading (Copia i migliori)
  • Semplice ed intuitivo
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: forextb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Corso trading gratis
  • Segnali di trading gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    XRP e LINK cadono: Ripple

    In controtendenza con le prestazioni viste durante tutta la settimana, la terza criptovaluta del mercato ha iniziato nelle ultime ore un movimento di discesa analogo a quello della maggior parte delle sorelle. Negli ultimi sette giorni, infatti, comprare Ripple è stata una buona mossa. XRP infatti era riuscita a consolidare il proprio prezzo a 0,21 $, salvo poi trovarsi in forte perdita a partire già da venerdì sera. La cosa confortante è che il crollo è stato comunque inferiore rispetto a quello di alcuni nomi più blasonati, come Ethereum.

    Al momento della stesura dell’articolo il prezzo era di 0,19 $, con un calo nelle 24 ore del 9,7%. Il prezzo di XRP è quindi molto vicino a due livelli di test di supporto a 0,17 $ e 0,14 $. Non tutto è perduto però: se la moneta dovesse riuscire a iniziare un’inversione in termini di movimento dei prezzi, potrebbe tornare in alto e provare a violare la resistenza a 0,24 $.

    Diamo un’occhiata agli indicatori tecnici. Il MACD ha appena subito un crossover ribassista che potrebbe comportare problemi per Ripple, causando di conseguenza un ulteriore calo del prezzo. Anche l’indicatore RSI non sembra promettente, visto il brusco movimento verso la zona di ipervenduto.

    Guardando le ultime notizie che riguardano la cripto, XRP ha recentemente annunciato che l’8 maggio è stata abilitata la modifica degli account eliminabili XRPL. Ciò, in termini pratici, dovrebbe consentire agli utenti di poter eliminare i loro portafogli sulla rete.

    Andamento dei prezzi di Ripple

    XRP e LINK cadono: Chainlink

    Come da grafico giornaliero, nelle ultime 24 ore Chainlink ha perso oltre il 9% del suo valore commerciale, mantenendo comunque una posizione dignitosa rispetto ad altre contendenti come Cardano o Monero. Al momento della stampa, Chainlink veniva scambiato a 3,78 $ e ha una capitalizzazione di mercato superiore a 1,4 miliardi di dollari. L’attuale prezzo di trading di Chainlink è riuscito a risalire durante la giornata da una posizione pericolosamente vicina al suo supporto a 3,5 $. Non si può dire che il peggio sia alle spalle, però comunque una piccola speranza c’è. In caso di ripresa confermata, la resistenza più vicina è fissata a 4,2 $.

    L’indicatore RSI ha mostrato un forte sentimento ribassista visto il movimento attuale che è costantemente verso la zona di ipervenduto. Le bande di Bollinger per Chainlink al momento si sono contratte in modo significativo, il che potrebbe indicare che il prezzo è probabile che si consolidi attorno al suo prezzo di negoziazione corrente.

    Andamento dei prezzi di Chainlink

    Strategie operative

    Ancora una volta non c’è da stupirsi che l’azione dei prezzi di Bitcoin abbia influenzato l’andamento generale del mercato. Ciò che è accaduto con Ripple e con Chainlink è assimilabile anche a praticamente tutte le altre cripto minori, per molte di esse in misura ancora maggiore.

    La stessa criptoregina ha vissuto un crollo superiore al 12%, quindi era inevitabile che le sorelle facessero altrettanto. In attesa di capire quale possa essere l’andamento della settimana che sta iniziando e di verificare l‘influenza effettiva dell’halving sui movimenti dei prezzi, possiamo prendere confidenza con gli strumenti di trading grazie al conto Demo di eToro.

    Su questa piattaforma infatti è possibile operare su una grande varietà di criptovalute, in maniera sicura e certificata. Il tutto usando solo denaro virtuale, finché non sarai tu a decidere che sarà il momento di iniziare a investire denaro reale.

    Scopri il mondo delle altcoins con il conto Demo di eToro
    Il nostro punteggio
    Clicca per dare un punteggio!
    [Totale: 0 Media: 0]

    Sull'autore

    Fabio Bianchi

    Laureato in Economia e Commercio. Esperto di finanza online dal 2007. Trader dal 2010. Appassionato di Bitcoin ed Ethereum.

    Lascia un Commento